C.D.S. MASTER: PRIMO TITOLO PER L’OLIMPIA AMATORI RIMINI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Questo Campionato di Società verrà ricordato forse più di tanti altri per essere vissuto sul testa a testa fino all'ultima gara della staffetta 4×400 tra l'OLIMPIA AMATORI RIMINI, società solo da qualche anno ai vertici dell'atletica master, e l'ATLETICA AMBROSIANA di più antico lignaggio. Alla fine, in maniera rocambolesca, ha prevalso la società romagnola per soli quattro punti (406 a 402), ma per così dire “fuori orario”. Nel senso che al momento della premiazione ufficiale è stata proclamata campione la società meneghina (per 404 a 401 punti). Però un'ora dopo, a seguito della verifica di un errore di trascrizione del tempo della staffetta romagnola è stato ribaltata la classifica definitiva a favore dell'OLIMPIA. L'ultimo infortunio di una organizzazione che eufemisticamente si potrebbe dire non ha brillato per meriti. Ad ogni modo per la storia questo resterà il primo titolo di società master conquistato dalla società riminese.

La sfida è stata comunque avvincente e la società milanese del grande Galdino ROSSI ha tenacemente rincorso la vittoria forte di altri “pezzi da novanta” come Antonio MONTARULI (primo sui 200 ostacoli) e di Giancarlo D'ORO (ultimo frazionista della vincente 4×100) e di una solidità in tutte le specialità. Del resto il favore del pronostico sembrava chiuso a favore dell'OLIMPIA, che a Formia ha conquistato ben 5 vittorie individuali e un secondo posto, che sarebbe stata un'altra vittoria se non vi fosse stata l'ennesima svista dei giudici, di cui si dirà. Per completare il podio 3° la sempre presente e competitiva squadra della S.E.F. MACERATA condotta da Bruno DEZI che ha chiuso con 389 punti, lasciando a larga distanza la formazione campione uscente dell'ATHLON BASTIA a 358 punti. Ottimo 5° posto poi della MERAN FORST a 350 punti.

Passando ai risultati tecnici svetta il punteggio ottenuto nel lancio del disco da Carmelo RADO (1933-MM75, Olimpia Amatori Rimini) che con la misura ottenuta al primo lancio di 46,30 ha centrato il punteggio più alto della manifestazione attribuito dalla tabella F.I.D.A.L.(1.326 punti). Poi RADO ha poi collezionato tre nulli nei lanci successivi nella foga di tentare il miglioramento il suo fresco record del mondo di categoria. Sua sarebbe stata anche la vittoria nella gara del giavellotto dove ha lanciato a 35,60 (1.000 punti esatti), se per una svista non fosse stato attribuito dai giudici un lancio a Virgilio COLOMBO (MM80) di 38,23 (1.085 punti). Si pensi che il bravo lanciatore della Road Runners Milano nelle ultime due stagioni non ha mai lanciato più di 33,02 e che nella stessa gara gli altri tre lanci sono stati di 24,88 – 25,86 – 27,58. Se veritiera questa sua misura sarebbe ampiamente il nuovo record italiano di categoria, inoltre record europeo e a soli 57 cm. dal mondiale. Ancora nei lanci in gara SuperMario RIBONI (13/06/1913-MM90, Olimpia Amatori Rimini) vincitore nel getto del peso con 5,81 (1100pt.) sull'altro ultra90enne Giuseppe ROVELLI (1918-MM90, Daini Carate Brianza) con 7,21 (989pt.).

Chi invece un record italiano lo ha ottenuto veramente è il milanese sempre della Road Runners Aldo DEL RIO (1946-MM60) che nei 400 metri ha limato un altro centesimo scendendo a 58″09. Su questa distanza identico punteggio di 955 per Vincenzo FELICETTI (1949-MM55, S.E.F. Macerata) che ha corso in 56″26; ma anche ragguardevole il tempo di Fausto BIANCHI (1963-MM45, Pontedera Atletica) capace di 52″87 (939pt.). Un FELICETTI decisamente in forma si è superato domenica mattina sui 200 metri autore di 25″04 che gli è valso 1.012 punti. Alle sue spalle sul podio con eccellenti tempi sono finiti nell'ordine Mauro GRAZIANO (MM40, Vittorio Alfieri Asti) (MM40) con 22″81 (969pt.) e ancora Fausto BIANCHI (MM45, Atletica Pontedera) (MM45) con 23″71.

Nel mezzofondo la parte dei protagonisti è stata conquistata dalla coppia della categoria MM60 composta da Konrad GEISER (1947, Meran Forst) 1° negli 800 metri con 2'17″75 (918pt.) e 2° nei 1.500mt. con 4'44″56 (995pt.) e soprattutto dal neocampione europeo Dario RAPPO (1946, Masteratletica Vicenza) 1° nei 1500mt. con 4'39″83 (1044pt.) e 1° nei 3000mt. con 9'55″88 (988pt.). Nella gara novità dei 200 ostacoli s'è imposto Antonio MONTARULI (MM60, Atl. Ambrosiana) con il tempo di 30″61 (852pt.), ma i tempi in assoluto migliori sono stati quelli dell'ex-azzurro dell'asta Alberto GIACCHETTO (1973-MM35, Athlon Padova) con 26″01 e di Roberto AMERIO (1965-MM40, V. Alfieri Asti) con 26″72 che sono le migliori prestazioni italiane delle rispettive categoria di appartenenza.

Nei salti c'è stato il dominio assoluto e indiscusso degli atleti dell'OLIMPIA AMATORI RIMINI. Nel salto in alto Marco SEGATEL (1962-MM45) ha regalato un'ultima splendida esibizione stagionale sorvolando la misura di 1,99 (1081pt.) e rinunciando a proseguire alla misura superiore per partecipare alla staffetta 4×100. Nel lungo e nel triplo scontata doppietta di Lamberto BORANGA (1942-MM65) rispettivamente con 4,97 (1000pt.) e con 10,90 (1039pt.), anche se nel lungo Bruno SOBRERO a quasi 88 anni (11/11/1920-MM85) lo ha avvicinato saltando 3,22 (974pt.).

L'ORGANIZZAZIONE DI FORMIA
Dispiace scriverlo, ma i giudizi sull'organizzazione di questo Campionato di Società Master non possono essere positivi, a dispetto dell'aura che aleggia sul Centro C.O.N.I. L'impianto ha un fascino sportivo indiscutibile, in un contesto paesaggistico non da meno. Però durante la manifestazione sono diventati evidenti i limiti strutturali rappresentati dalle sole sei corsie in anello (in rettilineo sono otto) e dalla mancanza dell'impianto di illuminazione. Quest'ultima carenza ha costretto a correre le staffette praticamente al buio impedendo ai concorrenti di avere la giusta visuale sui segni di cambio; ed ha portato ad effettuare il quarto lancio del giavellotto di alcuni concorrenti la mattina successiva perchè il misuratore laser era inutilizzabile. In parte si sarebbe potuto sopperire al problema semplicemente con una diversa previsione dell'orario-gare anticipando l'inizio. Immaginare che all'ora delle staffette sarebbe stato buio non è stata una sorpresa dell'ultima ora…
Questo inconveniente si inserisce in una gestione della manifestazione improntata in larga parte all'improvvisazione e all'approssimazione. La riprova la s'è avuta subito nella riunione tecnica che ha preceduto l'inizio Campionati, dove ha regnato la confusione più dilettantesca su come affrontare tanti ma scontati problemi di gestione delle singole gare master. Poi durante lo svolgimento dei Campionati s'è riscontrato un colpevole sottodimensionamento dell'organico dei giudici impiegati. Fino a casi di autentico analfabetismo da manuale dei G.G.G. per misurazioni nel salto in alto o nel salto in lungo. Insomma, il solito trattamento da masters.

Classifica Finale Maschile
01° OLIMPIA AMATORI RIMINI p.406
02° ATL. AMBROSIANA MI p.402
03° SEF MACERATA p.389
04° ATHLON BASTIA p.358
05° MERAN FORST VB p.350
06° LA FRATELLANZA MO p.347,5
07° ATL. S. CALVESI AO p.345,5
08° ACSI CAMPIDOGLIO-PALATINO p.343
09° VITTORIO ALFIERI ASTI p.337,5
10° CUS PALERMO p.335,5
11° VOLTAN MARTELLAGO VE p.321,5
12° MASTERATLETICA VC p.318,5
13° DAINI CARATE BRIANZA p.312
14° LIBERATLETICA ARIS ROMA p.300,5
15° PONTEDERA ATLETICA p.298,5
16° ATLETICA IMOLA SACMI AVIS p.296,5
17° VIRTUS ESTE VALBONA p.293,5
18° ATLETICA SELARGIUS p.288,5
19° ROAD RUNNERS CLUB MI p.288
20° G. SCAVO 2000 ATL. p.287
21° AMICI DEL TRAM DEOPCINA p.263
22° CUS MASTER TORINO p.251
23° ATL. ATHLON PADOVA p.248
24° ASD ALTO LAZIO p.237
25° ATL. ROMA ACQUACETOSA p.233,5
26° ASD ATL ARCAVERSA p.224,5
27° ATL. PISTOIA BBC/SPV p.215,5
28° AMATORI MASTER NOVARA p.215
29° ATLETICA RIGOLETTO p.210
30° ATLETICA COGNE p.195,5

I podi delle gare individuali

100mt.
1° Bruno SOBRERO (Atl Calvesi) (MM85) 17″03 (887)
2° Antonio ROSSI (Athlon Bastia) (MM55) 12″20 (877)
3° Giancarlo D'ORO (Atl. Ambrosiana) (MM45) 11″78 (858)

200mt.
1° Vincenzo FELICETTI (Sef Macerata) (MM55) 25″04 (1012)
2° Mauro GRAZIANO (V. Alfieri Asti) (MM40) 22″81 (969)
3° Fausto BIANCHI (Atl. Pontedera) (MM45) 23″71 (965)

400mt.
1° Vincenzo FELICETTI (Sef Macerata) (MM55) 56″26 (955)
2° Aldo DEL RIO (Road Runners Milano) (MM60) 58″09 (955) m.p.i.
3° Fausto BIANCHI (Atl. Pontedera) (MM45) 52″87 (939)

800mt.
1° Konrad GEISER (Meran Forst) (MM60) 2'17″75 (918)
2° Fabio BIFERALI (Alto Lazio) (MM45) 2'03″99 (858)
3° Aldo MICHELON (Atl. Ambrosiana) (MM65) 2'27″27 (836)

1500mt.
1° Dario RAPPO (Masteratletica VC) (MM60) 4'39″83 (1044)
2° Konrad GEISER (Meran Forst) (MM60) 4'44″56 (995)
3° Aldo MICHELON (Atl. Ambrosiana) (MM65) 5'01″97 (942)

3000mt.
1° Dario RAPPO (Masteratletica VC) (MM60) 9'55″88 (988)
2° Giovanni PEDRINI (Cus Torino) (MM50) 9'35″12 (875)
3° Bruno MANZETTI (Athlon Bastia) (MM65) 11'09″31 (821)

200 ostacoli
1° Antonio MONTARULI (Atl. Ambrosiana) (MM60) 30″61 (852)
2° Roberto AMERIO (V. Alfieri Asti) (MM40) 26″72 (851) m.p.i.
3° Alberto GIACCHETTO (Athlon Padova) (MM35) 26″01 (827) m.p.i.

Salto in Alto
1° Marco SEGATEL (Olimpia Rimini) (MM45) 1,99 (1081)
2° Giuseppe DI NATALE (Cus Palermo) (MM60) 1,54 (923)
3° Silvano PIERUCCI (sef Macerata) (MM80) 1,15 (902)

Salto in Lungo
1° Lamberto BORANGA (Olimpia Rimini) (MM65) 4,97 (1000)
2° Bruno SOBRERO (Atl. Calvesi) (MM85) 3,22 (974)
3° Piercarlo MOLINARIS (V. Alfieri Asti) (MM55) 5,27 (884)

Salto Triplo
1° Lamberto BORANGA (Olimpia Rimini) (MM65) 10,90 (1039)
2° Ignazio MANFRE' (Cus Palermo) (MM55) 10,91 (796)
3° Paul ZIPPERLE (Meran Forst) (MM40) 13,09 (779)

Getto del Peso
1° Mario RIBONI (Olimpia Rimini) (MM95) 5,81 (1100)
2° Giuseppe ROVELLI (Daini Carate Brianza) (MM90) 7,21 (989)
3° Giuseppe FRANCO (Athlon Padova) (MM65) 11,97 (986)

Lancio del Disco
1° Carmelo RADO (olimpia Rimini) (MM65) 46,30 (1326)
2° Giuseppe ROVELLI (Daini Carate Brianza) (MM90) 18,26 (929)
3° Virgilio COLOMBO (Road Runners Milano) (MM80) 26,29 (881)

Lancio del Giavellotto
1° Virgilio COLOMBO (Road Runners Milano) (MM80) 38,23 (1085)
2° Carmelo RADO (Olimpia Rimini) (MM65) 35,60 (1000)
3° Mauricio SILVA (Masteratletica VC) (MM40) 57,20 (912)

Staffetta 4×100
1° ATLETICA AMBROSIANA (MM55) 49″18 (890)
2° AMATORI MASTER NOVARA (MM60) 52″53 (813)
3° VITTORIO ALFIERI ASTI (MM40) 46″15 (806)

Staffetta 4×400
1° VOLTAN MARTELLAGO (MM55) 4'02″39 (820)
2° LA FRATELLANZA MODENA (MM45) 3'46″20 (807)
3° G. SCAVO 2000 ATL. (MM40) 3'41″25 (780)

fonte: Fidal
fonte foto: W. Corbelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *