MARATONA DI ATENE – 8 NOVEMBRE 2008

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

C'erano le premesse per fare – ed in maniera giustificata – non più di una dignitosa figura: arrivato in ritardo solo il giorno prima per problemi di visto, un mal di testa atroce ed una sola maratona corsa in precedenza (Venezia, due anni fa), in una gara in cui l'esperienza di gestione della fatica e del gesto è essenziale. Eppure Paul Lekuraa ha superato il pensiero di ritirarsi, che – ha confessato dopo il traguardo – si era affacciato alla sua mente nella prima parte della gara, ha sentito le gambe girare sempre meglio e ci ha creduto fino “ad un metro dopo” il traguardo!

La gara è stata lanciata nella prima parte dal nostro Migidio Bourifa, che ha fatto da lepre fino al 24°. Bourifa ha infatti in programma una maratona nel prossimo mese ed ha condotto il grupppo dei più forti per quasi tutta la prima durissima parte della gara, in costante ascesa dal 10° al 31° km.

Quando Bourifa ha lasciato la comitiva, il gruppo di testa era costituito da 6 atleti, tra cui il più quotato era l'altro keniano Julius Kiprotich. Il gruppo si assottiglia a tre unità e quindi si accende il testa a testa finale fra i due keniani, che giungono al traguardo accreditati dello stesso tempo (2h12'42), mentre il terzo è Paul Kogo, ancora keniano, che giunge con un ritardo di 7″.

Tra le donne vittoria facile della giapponese Mai Tagami in 2h36'58″, dopo una seconda metà gara condotta in solitudine

fonte: IAAF
fonte foto: IAAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *