ECCO TUTTI I CANDIDATI AL CONSIGLIO FEDERALE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

La commissione elettorale ha pubblicato l'elenco dei candidati ammessi e votabili il 30 di novembre per il rinnovo delle cariche federali. Molte conferme e qualche sorpresa, tra le quali la nostra voce

Chi è curioso può subito soddisfare occhi e mente e andarsi a leggere l'elenco all'indirizzo www.fidal.it/showquestion.php?fldAuto=9552&faq=54 per i meno frettolosi, qualche riflessione insieme man mano che scorriamo la lista dei candidati. Ma prima qualche nota di servizio: a norma dell'art. 12 dello statuto federale (a fine pagina è disponibile da scaricare), il consiglio federale è così composto 12 consiglieri in quota dirigenti, 4 in quota atleti e 2 in quota tecnici per un totale di 18 anime a cui verrà affidato il compito di guidare la Fidal per il prossimo quadriennio.
Bene, detto questo passiamo all'analisi dei nomi tenendo bene a mente il totoconsiglieri fatto a suo tempo e l'iniziativa “la vera voce della Fidal” attivita alcune settimane or sono da Atleticanet e da altri siti amici. Vediamo cosa è successo.

Consiglieri in quota dirigenti.
Qui c'è fondamentalmente una sola sorpresa, la presenza di Augusto D'Agostino che, salvo errori di battitura, si candida sia in quota tecnici che in quota dirigenti. A quanto pare il prossimo gruppo dirigente abruzzese non sembra essere particolarmente gradito ad alcuni che gli avrebbero già preferito altri nomi. Per questo motivo, sempre stando alle nostre fonti, D'Agostino ha giocato la carta della quota dirigenti sperando di trovare il giusto incastro per portare in consiglio federale un “nuovo Abruzzo”.
Scorrendo la lista vediamo anche il nome di Mauro Nasciuti, che nel precedente mandato sembra aver avuto poca fortuna (chiamiamola così) nella gestione del settore tecnico che da più parti è stato additato come il più deludente della passata dirigenza. La Liguria sembra aver già punito la sua linea politica mettendolo -ci viene detto- in larga minoranza in ambito regionale. Staremo a vedere cosa succederà a livello nazionale e se l'uomo forte dei Cus (insieme ad Adriano Rossi) avrà ancora frecce nel suo arco.
In riferimento al nostro articolo sui nomi dei candidati consiglieri, l'unico nominativo che non avevamo previsto oltre ad Ida Nicolini di cui parleremo nel paragrafo dedicato ai tecnici, è quello di Piero Biasi, già presidente del comitato Veneto nel passato e consigliere federale uscente. Il nostro totoconsiglieri si è dimostrato più che attendibile!
Per fare due conti, abbiamo 16 candidati per i 12 posti in quota dirigenti. Proporzione standard: tutti eletti tranne i sacrificabili e quelli troppo pieni di se per capire che non ce la faranno ad entrare nemmeno se li lanciano in via Flaminia Nuova con la fionda,

Consiglieri in quota tecnici.
Due i posti disponibili e quattro i nominativi che si candidano. Quello di Osvaldo Zucchetta e Augusto D'Agostino li avevamo già previsti. Sugli altri due ci spendiamo sopra due parole. Uno dei nominativi è dello scrivente, Diego Cacchiarelli. La mia è una delle candidature a sostengno della vera voce della Fidal. Se riceverò voti mi farà piacere, se sarò eletto onorerò al meglio il mandato e se riceverò zero voti avrò comunque svolto il mio servizio a favore della visibilità della base del nostro movimento. Ogni delgato, nel segreto dell'urna avrà modo di fare il proprio dovere secondo coscienza.
Ida Nicolini invece è una specie di sorpresa in concomitanza con l'assenza di Gabriella Dorio probabilmente fuori per mancanza di requisiti formali per la candidatura. E' ipotizzabile che il gruppo di lavoro che stava dietro alla candidatura Dorio abbia ripiegato su un nome comunque solido, affidabile e già ben inserito nelle cose di casa Fidal. Nonostante la stima per Ida Nicolini, dispiace comunque non trovare un nome come quello della Dorio tra i candidati al consiglio. Comunque per sintetizzare quattro candiati per due poltrone, una proporzione senz'altro equilibrata tra candidati e futuri eletti.

Consiglieri in quota atleti.
E' con particolare piacere ed orgoglio che mi sono letto la lista dei candidati atleti. Ben 21 nominativi per 4 soli stiminziti posti, qui la proporzione è saltata. La vera voce della Fidal si è fatta sentire. Al fianco di nomi più o meno noti come quello di Mei (con carte buone da giocarsi dopo le vicende liguri) o di Lauret Ottoz (consigliere uscente), troviamo illustri sconosciuti, i nostri sconosiuti, la base che per spirito di servizio ha sacrificato quel minimo di privacy e timore e ha aderito all'iniziativa inserendo il proprio nome in una lista importante come quella di un candidato consigliere federale. Come ho avuto modo di dire sono candidature di servizio ma non è detto che qualche nostro atleta come ad esempio Diego Avon, possa raggranellare voti e mettesi in evidenza facendo capire che questo metodo non-democratico di votazione dovrà essere modificato a breve.
Andando a scorrere la lista dei nomi noti, troviamo comunque i maratoneti Fogli e Leone, i consiglieri uscenti De Feo e Baraldo e il già citato Ottoz.

Per finire. I giochi in quota dirigenti sono quasi fatti, ci sarà il solito traffico di foglietti per far arrivare più o meno voti a quel candidato per dargli la poltronissima del vicepresidente ma in linea di massima non ci sarà niente di sconvolgente.
In quota tecnici a rigor di logica saranno eletti Zucchetta e Nicolini ma nel valzer delle preferenze non è detto che ci possa uscire la sorpresa con un D'Agostino che ce la metterà tutta e con la mia candiatura che fungerà da riferimento per chi vuole veramente dare voce alla base ma non può dirlo.
Tra gli atleti i giochi sono apertissimi. Tra illustri sconosciuti e nomi di rilievo, c'è solo l'imbarazzo della scelta. Molti finiranno a zero, qualcuno raccoglierà voti e quattro saranno gli eletti. Ovviamente noi facciamo il tifo per le nostre voci!

Ecco la lista completa dei candidati:

Presidente
Franco Arese

Consiglieri in quota dirigenti
Stefano Andreatta
Franco Angelotti
Pietro Biasi
Marcello Bindi
Giovanni Caruso
Alessandro Castelli
Augusto D'Agostino
Francesco De Feo
Pierluigi Migliorini
Andrea Milardi
Alberto Morini
Mauro Nasciuti
Fausto Riccardi
Adriano Rossi
Giuseppe Scorzoso
Rosolino Siculiana

Consiglieri in quota tecnici
Diego Cacchiarelli
Augusto D'Agostino
Ida Nicolini
Osvaldo Zucchetta

Consiglieri in quota atleti
Diego Avon
Luciano Baraldo
Paola Bettucci
Cristiana Cervigni
Werter Corbelli
Francesco De Feo
Roberto Di Luzio
Vincenzo Felicetti
Laura Fogli
Giacomo Leone
Stefano Mei
Antonio Montaruli
Bruno Gabriele Nicolosi
Laurent Ottoz
Cristiana Piangiarelli
Francesco Pignata
Simone Proietti
Francesca Ragnetti
Claudio Rapaccioni
Agostino Rossi
Claudio Ubaldi

fonte: Redazione

ALLEGATO: ANet_news_Lo_Statuto_Federale_11.11.2008.doc (238 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *