LA GAZZELLA LINET MASAI E ABEBE DINKESA SONO I PADRONI DEL CROSS DI EDINBURGO.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Edinburgo, Regno Unito – I forti venti che hanno battuto il percorso dell'Holyrood Park, teatro più volte dei campionati europei, non hanno impedito all'etiope Abebe Dinkesa di cogliere una vittoria inaspettata nella gara maschile e continuare la tradizione degli ultimi anni, che ha visto il connazionale Bekele aggiudicarsi le ultime tre edizioni.
La keniana detentrice del record mondiale junior sui 10.000, Linet Masai, ha invece interrotto la striscia di 5 successi etiopi delle ultime 5 edizioni.

cross maschile, 8,9km
Dinkesa, al rientro da un infortunio al tendine d'Achille che lo ha tenuto ai box nelle ultime due stagioni, ha messo in fila un manipolo di avversari di tutto rispetto ed ha dichiarato addirittura di aver ottenuto la vittoria in modo più facile del previsto.
L'ugandese Boniface Kiprop ha guidato la gara per i primi due giri del percorso, mentre lo scozzese Andrew Lemoncello (di chiare origini italiane) spinto dal tifo locale e l'ucraino Lebid, si muovevano bene anch'essi nelle prime posizioni.
Dinkesa però, che stazionava nella testa del gruppo, prima del penultimo passaggio sulla Haggis Knowe, la salita che caratterizza il percorso, ha incominciato l'azione che gli ha permesso di guadagnare terreno e vincere la gara.
La lotta per il podio, ed in generale per le prime posizioni, è stata molto serrata, con i keniani Ndiwa e Kipchoge che hanno provato ad inseguire Dinkesa sull'ultima salita.
L'eritreo Tadesse ne ha approfittato inserendosi tra loro e conquistando il terzo posto, mentre Kiprop, che aveva guidato a lungo, è finito solo quinto e Lebid deludente decimo.

cross femminile, 5,6km
Linet Masai, ha vinto la prova femminile e lo ha fatto dominandola.
La diciannovenne ha preso il largo a metà del primo dei giri lunghi del percorso (che ne prevedeva alcuni più corti iniziali) galoppando verso la vittoria finale indisturbata.
Alle sue spalle l'etiope Mestawet Tufa ha preceduto l'altra keniana Viola Kibiwott per un solo secondo, ed entrambe hano dovuto gurdarsi le spalle dalla giovane inglese Stephanie Twell, finita a pochi metri, dopo essere stata protagonista indiscussa della prova junior ai recenti campionati europei.

La gara. La portoghese, recente argento europeo di cross Jessica Augusto ha guidato un gruppo di 6 atlete dal via e per i primi due giri corti, con Tufa, Masai, Kibiwott, Twell e Gezahegn (argento mondiale junior nei 1500).Al primo dei giri lunghi, come detto, Linet Masai se n'è andata prendendo subito una quindicina di metri sulla Kibiwott, che a sua volta risultava in vantaggio di una decina su Twell e Gezahegn. Mentre la Masai, con la sua corsa graziosa come quella di una gazzella, ha stroncato le resistenze delle avversarie, Mestawet Tufa ha rimontato e si è inserita al secondo posto.

Men's 8.9km race
1 Abebe Dinkesa (ETH) 26:51
2 Mang'ata Ndiwa (KEN) 26:54
3 Zersenay Tadese (ERI) 26:55
4 Eliud Kipchoge (KEN) 26:58
5 Boniface Kiprop (UGA) 26:59
6 Mike Kipyego (KEN) 27:06

Women's 5.6km race
1 Linet Masai (KEN) 19:02
2 Mestawet Tufa (ETH) 19:13
3 Viola Kibiwott (KEN) 19:14
4 Stephanie Twell (GBR) 19:16

fonte: www.iaaf.org
fonte foto: www.iaaf.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *