ITALIA-FINLANDIA, BUONE NOTIZIE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

E’ una squadra italiana ottimista quella che torna da Tampere alla conclusione dell’incontro vincente con la Finlandia. Su tutte risplendono le buone prestazioni di Matteo Galvan, Emanuele Di Gregorio e Daniela Reina.

Era scontento dopo l’esordio ad Ancona di qualche settimana fa. Tanto allenamento sui 400 per non migliorare nulla rispetto allo scorso anno, 47.37 era un crono che non lo soddisfaceva completamente. Così Matteo Galvan ha approfittato dell’impegno con la Nazionale per provare a tradurre in prestazione cronometrica tutto il lavoro messo su con la preparazione invernale. Una gara interpretata con decisione e con la gran voglia di scendere sotto quel tempo di Ancona, si trasforma in quattro cifre strepitose: 46.49, quasi un secondo buttato giù in poco più di 10 giorni! E’ questo il vero Galvan, ragazzo tra i migliori al mondo sui 200 qualche anno fa e da un anno a questa parte con il pallino del giro di pista. Ora finalmente sembra aver fatto propria la distanza, il finanziere va che è una bellezza.
Con il compagno di squadra Claudio Licciardello attendiamo grandi sfide nelle prossime settimane e magari la rincorsa a quel record italiano di Ashraf Saber targato 45.99.

Nello sprint ancora ottime impressioni le ha destate Emanuele Di Gregorio. L’aviere ha messo le ali ai piedi sui 60 per chiudere in un probante 6.63, davanti ad un ottimo Roberto Donati, miglioratosi anche lui fino a 6.64. Giornata un po’ scarica per Riparelli che chiude non meglio di 6.73.

Tra le ragazze bel successo di Maria Aurora Salvagno che ottiene il personale con 7.38, davanti a Martina Giovanetti che con 7.43 peggiora leggermente rispetto a qualche settimana fa.

Continua ad insistere con gli 800 l’ex primatista italiana dei 400 Daniela Reina. La portacolori dell’Aeronautica si è migliorata sensibilmente vincendo la gara con 2:03.72, crono che la lancia sulla distanza anche in vista della stagione all’aperto.

Nell’alto al maschile Nicola Ciotti si ferma al solito 2.25, mentre tra le donne, assente Antonietta Di Martino, torna al successo Elena Meuti con 1.84.

Sugli 800 maschili Maurizio Bobbato e Mario Scapini riprendono confidenza con i palcoscenici europei dopo il lungo periodo di allenamenti in Sudafrica. Tutto sommato buoni esordi al limite degli 1:49.

Scoppiettanti anche gli ostacolisti con Andrea Alterio che trova il personale sui 60 hs con 7.76 davanti a Emanuele Abate, anch’egli al pb con 7.79. Buona anche Micol Cattaneo, prima con un pimpante 8.19.
Positiva la prima uscita della Nazionale dunque, ora l’attesa sarà tutta per l’appuntamento che conta, a Torino bisognerà dare il massimo.

Tutti i risultati al seguente link: live.time4results.com/yu/2009/tahtienkisat/

fonte: Redazione
fonte foto: Simone Proietti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *