LA SETTIMANA INDOOR 2-8 FEBBRAIO 2009

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Ancona (5 febbraio)
Nell’impianto marchigiano si è svolto un meeting infrasettimanale che come ci si può immaginare non ha avuto una gran partecipazione in termini numerici. Nonostante questo qualche risultato da segnalare c’è stato. I 3000 metri maschili sono stati vinti dall’under 23 delle Fiamme Gialle Simoni Alessandro D’Ascoli con il buon tempo di 8’19”95 che lo inserisce ai vertici della lista italiana stagionale indoor.
Nel peso donne vittoria per la promessa Julaika Nicoletti della Fondiaria SAI che conferma il costante miglioramento siglando il personale e sfiorando i 15 metri con 14.93, misura che la pone alle spalle delle sole Rosa e Legnante nella lista indoor 2009.

Firenze (6 febbraio)
Dalla Toscana riportiamo un paio di risultati di un altro meeting infrasettimanale che comunque non ha prodotto risultati eclatanti. Segnaliamo la vittoria nell’alto maschile dell’aviere Sandro Finesi che valica alla prima prova la misura di 2,20 m, e poi il discreto miglioramento dello stagionale di Giulia Scatena nei 1500 metri con 4’33”48.

Aosta (7 febbraio)
Secondo appuntamento in due settimane al Palaindoor di Aosta, dove segnaliamo alcuni buoni risultati. Nei 60 piani si impone lo specialista Massimiliano Dentali (finalista agli scorsi italiani indoor) dell’Atletica Riccardi con lo stagionale di 6.86 , tempo che migliora il 6.90 della batteria e che denota un crescendo di forma. Nella gara femminile primo posto per la trentina Doris Tomasini della Quercia Rovereto con 7.76 (7.71 in batteria) che però dimostra di non avere ancora raggiunto la forma migliore (ricordiamo che ha un personale di 11.57 sui 100 m).
Nei 60Hs maschili ancora una vittoria per il promettente under 23 Paolo Dal Molin dell’Atletica Alessandria che ancora una volta si ripete su tempi eccellenti con 8.04.

Padova (7 febbraio)
All’ex Foro Boario di Padova erano di scena i Campionati Regionali indoor del Veneto.La stella della manifestazione era senz’altro Chiara Rosa che sulla pedana del peso era alla ricerca di un miglioramento. Il suo miglior lancio è stato di 17.77 m che migliora il suo stagionale, ma rimane abbastanza distante dalle sue migliori misure. Dalle altre gare segnaliamo la conferma nei 60 piani della velocista Laura Strati della Atletica Industriali Conegliano che si conferma tra le migliori junior italiane con 7.71, nei 1500 metri donne il buon 4’31”00 di Michela Zanatta della Atletica ASI Veneto, nell’alto donne il discreto 1.78 m di Daniela Galeotti della Forestale e nei 60 piani uomini il 6.96 di Demis Roldo dell’Atletica Dolomiti Belluno.

Pergine (7 febbraio)
Vediamo ora qualche dettaglio del Trofeo Tecnoclima che si è tenuto a Pergine Valsugana. Negli ostacoli alti maschili discreto 8.05 del finanziere Stefano Petrolli; nei 60 piani si impone l’allievo Marsel Cavagna con il buon tempo di 7”12. Altro giovane in evidenza è stato lo junior Jeudi Brito che nel triplo atterra ad un notevole 15,32 m.
Tra le donne Elisa Zanei sfiora nuovamente i 6 metri nel lungo fermandosi a 5.96 m, Claudia Baggio migliora sensibilmente lo stagionale portandosi a 7.70 nei 60 piani, imitata dall’allieva Giada Busolli nei 60 Hs che si migliora notevolmente arrivando ad un buon 8.85 che la pone tra le migliori under 18 italiane.

Saronno, San Donato, Milano (7-8 febbraio)
Questa edizione dei Campionati Regionali Lombardi si è svolta in tre differenti sedi ed ovviamente si è contraddistinta per la sua particolarità data dal fatto che nessuno degli impianti possedeva l’anello classico da 200 metri ma soltanto il rettilineo per la velocità breve più le pedane per i salti in estensione (a Saronno), le pedane per i salti in elevazione (a San Donato), e le pedane per i lanci (al campo Saini di Milano). Quindi per questa edizione non si sono disputate le gare di corsa dai 400 metri in su che solitamente hanno fatto parte della rassegna regionale.
Venendo alla cronaca di quello che è accaduto partiamo dai salti in elevazione che hanno messo in evidenza l’allievo Alessandro Di Pasquali salito nell’alto fino a 2.04m confermando la sua leadership in Italia nella categoria. Proprio dai giovani sono arrivati i risultati migliori della giornata, infatti anche nell’asta sono stati gli under 18 Federica Cavalletti e Antonio Pagliari ad imporsi con delle misure di tutto rispetto : 3.30 m per l’allieva e addirittura 4.40 m per l’allievo.
Tra gli assoluti vincono Chiara Votobello con 1.80 m e Marco Gelati con 2.02 m nell’alto mentre nell’asta Elisa Pagnoncelli con 3,30 m e Nicolò Rumi con 4,30 m.
A Saronno si è aperto con i 60 Hs dove ci sono stati buoni risultati in quasi tutte le categorie. Tra le allieve vince Carol Boccardo con un buon 8.93, invece tra le assolute è la promessa della Italgest Athletic Club Sara Balduchelli ad imporsi con il buon tempo di 8.49 a 2/100 dal personale.
Tra gli allievi vince il titolo Fofana Hassane dell’Atletica Bergamo con il nuovo stagionale di 8.28, mentre tra i senior vince a sorpresa l’under 23 Carlo Giuseppe Redaelli con un ottimo 8.08 davanti al più esperto Davide Comencini con 8.13.
Nel lungo femminile gara serrata fra tre atlete che giungono racchiuse in 9 cm. La spunta Elena Solvetti che vince con 5,91 m precedendo la saronnese Ilaria Beltrami con 5,84 m e Francesca Cortelazzo con 5,82 m.
Anche al maschile bella sfida fra due compagni di squadra del Cus dei Laghi – Atletica varese.A vincere è lo junior Camillo Kaborè con la buona misura di 7,24 m, il compagno Davide Crosta giunge a soli 4 cm.
Nella giornata di domenica buoni lanci a Milano in una gara valida anche come Campionato Italiano invernale di lanci, dove nel giavellotto donne vince Giulia Paccagnan della Italgest con un buon 47,29 m; titolo uomini conquistato da Davide Bosani della ProSesto con un lancio a 63,23 m.
Nel martello era in gara l’azzurro Marco Lingua che non ha deluso le attese arrivando fino ad un ottimo 77,91 m. Il titolo regionale è stato vinto dal portacolori della Riccardi Alessandro Castelli con 57,03 m che doppia il titolo aggiudicandosi anche il getto del peso con 14,48m .
Tra le martelliste vince Alessandra Imbesi con la misura di 44,31m. Il peso donne viene vinto da Giulia Bernardi con 12,25 m. In gara anche i discoboli tra i quali ha prevalso Fabio Vian con 48,07m, nella gara al femminile vittoria per Valentina Berton con 41,45m.
Domenica pomeriggio al Paladozio di Saronno erano di scena gli sprinters e i triplisti.
Nei 60 piani bella vittoria di Andrea Luciani della EasySpeed Bergamo che con 6.80 si conferma tra i migliori in Italia, seconda piazza per il neo compagno di squadra Davide Pelizzoli che sigla il personale con 6.93 stesso tempo dello junior Matteo Fancellu.
Tra le donne titolo per l’under 23 Roberta Colombo della Fanfulla Lodigiana con un buon 7.65 che precede di un soffio Michela D’Angelo con 7.68. Degno di nota l’ottimo 7.00 dell’allievo bergamasco Alessandro Lanfranchi.
Nel triplo femminile vittoria per la promessa Francesca Cortelazzo al personale stagionale con 13,03m e tra gli uomini titolo a Giorgio Tresoldi con 14,55m.

Ancona (7-8 febbraio)
Week-end di gare anche ad Ancona dove segnaliamo un interessante 21.76 sui 200 metri della promessa Marco Perrone, buona prova anche per l’ostacolista Elton Bitincka con 8.03. Nell’alto era presente Giulio Ciotti che valica la discreta quota di 2,23m. Buone prove negli 800 femminili dove Chiara Nichetti e Marta Oliva vengono precedute di pochi centesimi da Yus Santuisti Caballero il cui crono è di 2’06”34. Nei 60Hs donne bella vittoria della promessa azzurra Veronica Borsi che migliora fino ad un buon 8.40. Doveroso segnalare tre record regionali per tre atlete marchigiane. Sui 200 metri Francesca Ramini con 24.48 nella categoria senior, imitata dalla junior Lara Corradini 24.73 e Paola Spina con l’ottimo 7.89 sui 60 piani cadette.
Nella seconda giornata del meeting vittoria nei 60 piani per Massimiliano Donati che, autore di un buon 6.78, pare stia ritornando ai livelli di qualche tempo fa quando fu campione italiano indoor.Secondo Marco Torrieri con 6.84. Tra le donne esordio in sordina per Vincenza Calì che in solitaria vince con il tempo di 7.46. Il doppio giro di pista se lo aggiudica Alessandro Cavallaro che si sta scoprendo buon quattrocentista con un discreto 47.68, precedendo Isalbet Juarez con 48.13. Non male anche il 3’55”07 della promessa Stefano Guidotti nei 1500 metri che si migliora e rimane ai vertici italiani stagionali. Nel lungo il Campione Italiano indoor in carica Fernando Iucolano (7.51 m) viene superato all’ultimo salto da Emanuele Formichetti con 7.56 m. Tra le tripliste Simona La Mantia rinuncia a saltare dopo la seconda prova ma ottiene la vittoria grazie ad un primo salto a 13,46 m.

Modena (7-8 febbraio)
Anche a Modena si è disputato un week-end di gare valide come Campionato Regionale dell’Emilia Romagna. Partiamo con i 60 piani dove il Carabiniere Alessandro Rocco con 6.93 non ha avuto particolari problemi nell’aggiudicarsi la gara. Tra le donne l’esperta Manuela Grillo migliora lo stagionale e si porta a 7.52.
Nei 60 con barriere alte ottima prova della promessa Stefano Tedesco autore di un 7.92 che lo pone nelle primissime posizioni in Italia. Al femminile vince la promessa Giulia Pennella con un buon 8.47. L’asta maschile ha visto il miglioramento di Davide Bressan che arriva a valicare 5,10 m , mentre la gara femminile vede la vittoria di Gloria Gazzotti con 3,90m.

Rieti (8 febbraio)
Nell’impianto Indoor Raul Guidobaldi si è tenuto un meeting giovanile dal quale emergono in particolare due risultati molto interessanti. Il primo è stato ottenuto dall’allieva Francesca Cattaneo che ha vinto senza avversarie i 60 piani con l’ottimo tempo di livello assoluto di 7.69. Il secondo risultato da segnalare è il 4,60 m ottenuto dall’under 18 Simone Fusiani nel salto con l’asta.

Udine (7-8 febbraio)
Dal Friuli segnaliamo il bel salto di Riccardo Cecolin che valica i 2,20 m nell’alto, il discreto 7,09 m di Alberto Giacomini nel lungo e i 4,00 m superati dalla promessa Giulia Cargnelli nell’asta donne.

fonte: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *