MEETING DI ATENE: UKHOV VOLA A 2.40

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Il concorso di salto in alto era annunciato come evento centrale e non ha deluso le attese. Il russo Ivan Ukhov ha migliorato la miglior prestazione mondiale stagionale dell’alto, superando i 2,40 al termine di una gara condotta con sicurezza. Ukhov si è anche concesso un tentativo di record del mondo a 2,44 ma la stanchezza era evidente. Con questo risultato entra comunque tra i 4 migliori saltatori indoor all-time, evoluzione notevole per un atleta che fino al 2004 gareggiava nel lancio del disco! Quinto posto per Filippo Campioli (2,20), che non era l’unico italiano in gara. La pedana dell’asta ha visto infatti impegnato anche Giuseppe Gibilisco, sesto con la misura di 5,40 nel concorso vinto da Victor Chistyakov con 5,70.

Sesta anche Magdeline Martinez nel triplo, tornando sopra i 14 metri anche se di solo un centimetro. La gara è stata vinta dalla russa Anastasiya Potapova con 14,31. L’atleta, reduce dall’importante 14,67 del gennaio scorso, dimostra di essere la più informa delmomento, anche se Yamile Aldama le ha dato battaglia fno all’ultimo, finendo seconda per soli 4 centimetri.

Degno di attenzione anche il 1500 m. femminile, in cui Ana Alminova ha siglato la seconda miglior prestazione stagionale con 4’02”23. Resta da dire delle gare di velocità: i 60 m. sono stati regolati dalla campionessa mondiale indoor Angela Williams, con un ottimo 7”13, mentre il connazionale Mark Jelks ha vinto al millesimo con un più normale 6”57 sull’inglese Simeon Williamson.

fonte: IAAF
fonte foto: www.peoples.ru

ALLEGATO: ANet_news_risultati_completi_26.2.2009.txt (4 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *