A MELBOURNE VINCE SOPRATTUTTO IL VENTO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Si è appena concluso il Melbourne Track Classic, ultimo vero grande appuntamento della stagione su pista oceanica, e a farla da padrone è stato il vento. Il tempo non ottimale ha impedito prestazioni di grande rilievo visti i calibri in gara ma non sono mancati importanti risultati, soprattutto in campo maschile, se si eccettua la solita Vili (NZL) oltre i 19m nel peso. Le migliori performances arrivano dai 5000m, dove incurante del vento il bianco 24enne Collis Birmingham (AUS) ha preceduto il miler inglese Baddeley a suon di primati personali: 13'16"26 contro 13'20"99. Dietro di loro il keniano Bernard Kiplagat in 13'25"64 e in ottava posizione lo junior Ryan Gregson che si porta a 13'56"83. Nei 1500m sorprende la sconfitta in volata di Kamel addirittura terzo dietro agli australiani Roff e Riseley, vincitore in 3'40"29. Negli 800m netta affermazione del 21enne Renshaw con 1'47"18.

Nelle gare veloci, disturbate dal vento contrario, si ferma a 10"23 Asafa Powell (JAM) mentre Xavier Carter fa suoi i 200m con 20"96. I 400m vanno ancora (dopo Sydney) a Sean Wroe (AUS), stavolta per distacco con un comunque buon 45"70. Altre vittorie anche per Oliver (USA) sugli ostacoli alti e per il tasmaniano Thomas su quelli bassi con rispettivamente 13"60 e 50"67. Eolo supporta i lunghisti, e la pedana contraria al retilineo finale permette a Lapierre di planare a 8.18m a un cm dal PB ma soprattutto al 20enne Watt di raggiungere un regolare 8.11m. Nell'asta è ancora Hooker (AUS) ad imporsi con 5.80 e stavolta distacca di soli 20cm Lukyanenko (RUS). In campo femminile, oltre alla anticipata vittoria della Vili (NZL) nel peso con 19.36, è da ricordare il nuovo successo nel disco della Samuels (AUS) con 62.69m davanti alla cinese Song (61.04m). 

Come per gli uomini, velocità con vento contro anche per le donne: nei 100m vince la McLellan (AUS) con 11"56, e la stessa australiana si concede il lusso di precedere Brigitte Foster-Hylton (JAM) nei 100hs con 13"06 contro il 13"11 della giamaicana. Nei 200m vince di poco Shericka Williams con 23"90 (-2.4) mentre i 400m sono della solita Tamsyn Lewis con 51"86; nel giro di pista in seconda posizione Monique Williams (NZL) con 52"20 e in terza l'ostacolista jamaicana Walker con 52"26.  Infine, vittoria in volata nei 1500m per Sarah Jamieson con 4'11"62 sulla connazionale 22enne McKnight (4'11"83).

fonte: iaaf.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *