DECIMATI GLI AZZURRI DEL MEZZOFONDO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Alla vigilia dell'euroindoor sono davvero poche le buone notizie che arrivano dal team azzurro. Dopo Bobbato e Meucci sembra che anche Elisa Cusma abbia qualche problema. Ecco i dettagli.

Partiamo dalla Cusma. La ragazza di Castelfranco Emilia ieri è partita con 38° di febbre. In una forma smagliante, fino a qualche giorno fa, Cusma aveva stabilito la migliore prestazione mondiale stagionale, lo scorso 15 Febbraio nel meeting tedesco di Karlsruhe, e si presenta a questi giochi europei al coperto come osservata speciale. Comunque nonostante le condizioni fisiche non ottimali l'atleta non sì è persa d'animo ed è partita lo stesso dopo aver subito l'ennesimo antidoping a sorpresa da parte della federazione internazionale di atletica, ormai i responsabili dell'antidoping sono di casa nella piccola frazione di Piumazzo.

Anche per Meucci e Bobbato problemi fisici ma il Gazzettino di Treviso di oggi mette un po' di pepe alla cosa apre gli spazi per un piccolo giallo su Bobbato. Infatti, mentre a livello ufficiale tutto sembra tranquillo, il quotidiano veneto offre una storia che ha dell'incredibile. Ecco qualche stralcio dell'articolo pubblicato oggi: “Ore 16 di ieri, uno scarno comunicato della Federazione italiana di atletica annuncia che il castellano Maurizio Bobbato rinuncia agli Europei indoor di Torino per un non meglio precisato infortunio. Un’ora dopo l’ottocentista trevigiano, bronzo due anni fa a Birmingham, è in macchina, assieme al tecnico veronese Gianni Ghidini, responsabile del mezzofondo azzurro. Sta andando verso Torino e, alla notizia che gli riferiamo, cade dalla nuvole. Nasce così un piccolo “giallo”. «Non ne so nulla – spiega il carabiniere di Treville -. Nessuno mi ha avvisato della decisione: non riesco a capire come possa essere stata data una comunicazione del genere. Il tecnico Ghidini, che è qui con me, me lo conferma: non ne sa niente neppure lui. Ho invece letto su un quotidiano che dovrei addirittura subire un intervento chirurgico: una pura invenzione. Ho invece una borsite al tendine d’Achille del piede sinistro, ma questo non basterà a farmi rinunciare agli Europei». E ancora “«Se il tendine fosse lesionato, sarei il primo a tirarmi indietro per non rischiare guai peggiori, ma il problema non sembra così grave: i medici mi hanno garantito che, alla peggio, con un’infiltrazione sarò in grado di gareggiare. Anche loro sono rimasti sorpresi dalla comunicazione della mia rinuncia». Nella tarda serata di ieri, Bobbato aveva in programma di farsi visitare dallo staff medico azzurro, in modo da avere un quadro completo della situazione del tendine. Domani pomeriggio sono intanto in programma le batterie degli 800. Ai medici, e poi al d.t. Francesco Uguagliati, spetterà l’ultima parola su una vicenda tutto sommato banale, ma che ieri ha assunto tratti surreali.”

La speranza di noi tifosi azzurri è che, pur tra mille difficoltà, gli atleti del mezzofondo come anche quelli degli altri settori sappiano dare il meglio di loro stessi per far sventolare alto qualche bel tricolore!

fonte: Il Gazzettino di Treviso – Gino Esposito
fonte foto: Gino Esposito – Atleticanet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *