NEL QUADRANGOLARE GIOVANILE DI LANCI LUNGHI ITALIA SECONDA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

In attesa del sole delle Canarie del prossimo weekend antipasto con il quadrangolare di lanci lunghi a Vénissieux, vicino a Lione, a livello promesse e juniores tra Germania-Italia-Francia-Spagna. Formula con due atleti per squadra a livello junior ed uno solo a livello promesse. Vittoria, come era nelle facili previsioni, per la Germania con 16.539 punti davanti all’Italia con 15.073, ai padroni di casa francesi con 15.021 ed alla Spagna con 14.558.  Vedremo se andrà meglio a Los Realejos. A livello individuale, in assenza di prestazioni eclatanti, nessuna vittoria e molti secondi posti per gli atleti azzurri. Nel martello maschile promesse Lorenzo Rocchi (Assi Banca Toscana) ha concluso con 63,90 dietro il tedesco Benjamin Hedermann vincitore con 65,20. Tra gli juniores con l’attrezzo da 6 kg, quarto  Simone Falloni (Studentesca Cariri) con 63,83 m con la vittoria andata col miglior risultato tecnico di giornata, 76,51, allo spagnolo Javier Cienfuegos. Nel martello femminile promesse Ludovica Fogliani (Cus Ripresa BO) con 55,85 ha chiuso quarta anch’essa con vittoria della spagnola Laura Ridondo con 59,83, davanti a lei anche Valentina Leomanni (Atl. Vedano) che con un buon 56,24  al terzo lancio ha chiuso seconda tra le junior dietro il 58,90 della tedesca Carolin Paesler.  Penultima e settima l’allieva Francesca Massobrio con 49,62.

Nel disco maschile promesse sui suoi livelli Federico Apolloni (Atl. Firenze Marathon), secondo con 54,34 dietro al tedesco Roman Stoutjesdijk, mentre nella categoria juniores il fresco recordman italiano primo anno Eduardo Albertazzi, classe 1991 dell’Asa Ascoli Piceno, è giunto pure secondo con l’attrezzo da kg 1,750 ma con 56,36, lontano 3 metri dal suo recentissimo record di 58,59 m che pure non gli sarebbe bastato contro il tedesco Gordon Wolf, primo con 59,97. Tra le promesse femminili Tamara Apostolico (Italgest Milano) è giunta terza con 49,52, nella gara vinta dalla francese Coralie Glatre con 51,63. Meglio di tutte ha però fatto la junior tedesca Julia Fischer, campionessa mondiale allievi in carica, con un lancio di 54,80, dove la nostra allieva Carolina Vita (Atl. Massa Carrara) con 42,85 ha chiuso quinta, meglio della junior Ilaria Marchetti (Cus Torino), settima con 40,13.

Infine nel giavellotto, assente Emanuele Sabbio (FFGG) che lo scorso weekend con 70,20 ha vinto anche il titolo assoluto, quarto con 64,30 Antonio Fent nella gara vinta dal francese Alì Fahdedine Madi con 70,05. Meglio però la misura del tedesco Till Woschler con 70,25 tra gli junior, dove i nostri Damiano Coassin e Gianluca Tamberi (figlio dell'altista anni '70 e '80 Marco) hanno chiuso quarto e quinto rispettivamente con 60,91 e 60,41. A livello femminile la promessa Maddalena Purgato è giunta seconda con 46 m precisi, 90 cm dietro la spagnola Elia Pascual, ma ancora meglio le prime due delle categorie giovanili, con vittoria della junior tedesca Sarah Maier con 52,68, terza l'allieva Roberta Molardi (Cremona Sport. Atl. Arvedi) con 45,60, settima la junior Martina Clean con 40,82.

 

fonte: Federation Française d’Athletisme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *