NAZIONALI DI CROSS UISP UN AUTENTICO SUCCESSO.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Nello splendido scenario del Parco Enzo Ferrari di Modena sì è svolto il 55° Campionato Nazionale Uisp di Corsa Campestre.
Oltre millecinquecento atleti, da ogni parte di Italia si sono sfidati sui percorsi tracciati all'interno del parco Ferrari.
La manifestazione è stata un autentico successo, sia per il livello tecnico delle gare, che per l'alto numero di partecipanti.

Le gare sono state aperte dalla partenza dei non competitivi che sono sfilati nel tracciato, anticipando la bagarre che si sarebbe creata con la partenza della gara della categoria assoluta pochi minuti dopo. I primi atleti a tagliare il traguardo della non competitiva sono stati, (per la cronaca) due allievi dell'Accademia militare di Modena, che ha preso parte alle gare con un drappello di atleti del gruppo sportivo.
L'inno di Mameli, suonato dalla Banda Comunale di Modena, ha salutato la discesa dei parà della scuola paracadutisti di Modena (guidata da Franco Zavatti), mentre da tremila metri portavano giù il tricolore italiano.

Appena i parà sono scesi dal cielo è stato dato il via alle gare con gli atleti della categoria assoluta che hanno preso il largo guidati dall'atleta della Verzari Atletica Trevi, Zenucchi Emanuele, il forte maratoneta che all'attivo ha più di trenta trentatre maratone vinte nel suo palmares. L'atleta bergamasco ha dominato la prova di 7.500 metri sin dalle prime battute mettendo alle sue spalle i suoi avversari, e arrivando in solitario al traguardo.

All'arrivo degli assoluti maschili, sono partiti pochi minuti dopo, su un percorso tracciato in un anello, le categorie giovanili. I primi sono stati gli atleti della categoria primi passi di sei anni di età. In questa categoria, nella gara femminile, la gara è andata alle atlete bolognesi  della Victoria Sant'Agata, Lisa Benazzi e Iole Pizzi, terza classificata Anna Esposito della Pol Nonantola.
Dopo queste due gare sono sfilati sul percorso tutte le altre gare che comprendevano il campionato nazionale Uisp, che nelle sole categorie giovanili aveva più di 500 iscritti.

Nella gara Juniores la vittoria è andata a Yassine El Houdni della Pol Arceto, tra le donne della stessa categoria la vittoria ha arriso all'atleta del pentathlon Modena, Charlotte Basile, che è riuscita ad avere la meglio sulla bolognese della Victoria Sant'Agata, Rita Rubini.

Nei cadetti, la vittoria e andata ad Aboubakr Rafiq, ma il titolo di campione italiano è stato conquistato da Guido Lo Giudice dell'Atl. Sestese, terzo classificato e bronzo al carpigiano della Patria 1879 Francesco Grazian. nella gara femminile la vittoria è andata ad un'atleta di casa, Natasa Vidic della Pol. Nonantola che ha battuto le due atlete della Pol Arceto (Scandiano) Elisa Sacchetti e Yasmine Toury, quarta classificata l'atleta Toscana di Campi di Bisenzio Silvia Toscani a seguire le due modenesi del Pentatlon Modena, Greta Barbieri e Costanza Santunione.

Tra i cadetti vittoria degli atleti siciliani Andrea Bonacasa e Matteo Criscenti, idem tra le donne con Floriana Fileccia, seconda la bolognese Maria Vittoria Bulferi (Lolli Auto) terza dalla Valle Samoggia Sofia Baldini e quarta l'atleta di Castelfranco Emilia Greta Simonini della Pol Castelfranco.

Tra le autorità presenti alle premiazioni, il professor Olimpico Luciano Gigliotti, che ha premiato le categorie assolute dopo aver parlato ai vari atleti delle categorie giovanili, ai baby atleti, Gigliotti ha lanciato un invito a fare atletica e a non smettere di sognare. Il presidente di Uisp Modena, Andrea Covi, ha evidenziato le enormi potenzialità che possiede l'atletica leggera. Mentre l'ingegner Cristian Fabbri di Hera Comm ha sottolineato che iniziative come quella degli italiani di Cross Uisp sono un importante veicolo sia di idee che di valori sportivi.
 

fonte: Gino Esposito
fonte foto: Gino Esposito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *