VIVICITTA’ 2009, IN CORSA PER LA SOLIDARIETÀ’ CON L’ABRUZZO DOMENICA 19 APRILE CI SARANNO 34 CITTA’

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Manifestazione nata nel 1984 per riappropriarsi dei centri storici di 20 città italiane, ViviCittà è cresciuta fino a divenire una delle gare più ambiziose del mondo. Nel 2009 partecipano quasi in contemporanea, per problemi tecnici legati al fuso orario o alle diverse realtà locali,  34 Città italiane e 25 nel mondo.

Il filo rosso della solidarietà legherà insieme tutti i valori e i significati che Vivicittà, giunta alla XXVI edizione, ha acquisito negli anni: una corsa podistica messaggera di ambiente, pace, inclusione e interculturalità nel mondo. Il via verrà dato alle 10.30 di domenica 19 Aprile in diretta dai microfoni del GR1 Rai. Contemporaneamente, alle 34 partenze italiane ci saranno anche quelle di Viana e Belem, nella foresta Amazzonica per la dignità degli Indios, e di altre città nel mondo. Poi il 25 aprile si correrà a Makeni, in Sierra Leone, e il 10 maggio a Bucarest, gemellata con Roma.

Saranno coinvolti anche 20 carceri e istituti minorili italiani, da Opera (Milano) a Rebibbia (Roma).

Primo l'ambiente! L'impegno centrale di Vivicittà rimane quello dell'ambiente: da tre anni vengono sperimentate modalità organizzative "verdi" che prevedono l'utilizzo di materiali ecologici, la distribuzione di acqua di rete, l'incentivazione del trasporto pubblico o su due ruote per i partecipanti e la raccolta differenziata. E' stato calcolato che questi accorgimenti, per una manifestazione così complessa e partecipata, consentiranno una riduzione di 83,3 tonnellate di C02.

Nel suo sforzo organizzativo l'Uisp è affiancata quest'anno dal Segretariato sociale RAI, dai Ministeri degli Affari Esteri, della Giustizia, del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, dal Ministro della Gioventù, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, e gode dell'alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Le aziende che sostengono l'iniziativa sono Sport & Sicurezza-Carige Assicurazioni, Monte dei Paschi di Siena e IQ Toyota, l'auto più rispettosa dell'ambiente, che aprirà le corse podistiche nelle città.

Le 34 Citta italiane diVivicittà 2009:

Aosta, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Caltanissetta, Campobasso, Civitavecchia, Crotone, Ferrara, Gorizia – Nova Gorica, La Spezia, Latina, Lecce, Livorno, Matera, Milazzo, Modena, Palermo, Parma, Pescara, Reggio Emilia, Riccione, Roma, Rovereto, Siena, Taranto, Terni, Trapani, Trieste, Urbino, Venezia, Viareggio.

Vivicittà 2009 nel mondo si corre in 20 città:

19 Aprile: Belem (Brasile), Bron (Francia), Budapest (Ungheria), Gomel (Bielorussia), Kinshasa (Congo), Marajo (Brasile), Marseille (Francia), Nova Gorica – Gorizia (Slovenia), Pola (Croazia), Prijedor (Bosnia-Herzegovina), St Etienne Du Rouvray (Francia), Sarajevo (Bosnia-Erzegovina), Setubal (Portogallo), Tuzla (Bosnia-Herzigovina), Varna (Bulgaria), Viana (Brasile),

25 Aprile: Makeni (Sierra Leone),

10 Maggio: Bucarest (Romania),

Maggio: Beirut (Libano), Dakar (Senegal).

Vivicittà 2009 negli Istituti penitenziari e minorili si corre a:

Bari, Biella, Brescia, Cagliari, Civitavecchia, Cremona, Crotone, Eboli, Ferrara, Livorno, Milano, Parma, Pavia, Reggio Emilia, Roma, Siena, Terni, Treviso, Varese e Voghera.

fonte: Gino Esposito
fonte foto: Gino Esposito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *