WEEK-END DI MARATONA EUROPEA: ASSOLI AFRICANI E SORPRESE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

MARATONA DI LONDRA
La Flora London Marathon edizione 2009 vede il successo del campione olimpico in carica, il keniano Samuel Wanjiru che trionfa siglando il record della gara 2h05’10’’; dopo aver sfatato il tabù Kenia a Pechino, la riconferma per il maratoneta del momento; complice l’assenza di Martin Lel ( vittorioso tre volte nella capitale londinese, messo ko da un dolore all’anca) capace di sconfiggere l’etiope Tsegaye Kebede 2h05’20’’ e l’inossidabile marocchino, Jaouad Gharib (iridato a Parigi 2003 Helsinki 2005 e argento di Pechino) giunto terzo in 2h05’27’’ alla veneranda età di 37 anni. Tre grandi prestazioni sul piede delle 2h05 per la maratona facente parte del World Marathon Major, il circuito delle più prestigiose maratone mondiali.
Posizioni di rincalzo con validi crono; si rivede il sudafricano Ramaala, quinto in 2h07’44’’, delude l’altro marocchino Goumri all’ennesima delusione dopo la recente a New York. Primo atleta non africano il giapponese Sato ottavo in 2h09’16’’ a precedere l’argento di Atene l’americano Keflezighi, nono in 2h09’21’’.
Passaggio velocissimo e proibitivo alla mezza maratona, 1h01’35’’ che ha visto transitare il gruppetto tra cui vi era l’eritreo Tadesse, al debutto sulla distanza dopo l’alloro iridato di Udine in mezza ma vittima dell’esordio pagato con un mesto ritiro al 35° kilometro.

Al femminile rivincita europea con la tedesca di origini russe Irina Mikitenko a bissare il successo dello scorso anno; per lei vittoria in solitaria in 2h22’11’’ a precedere la britannica Mara Yamauchi, seconda in 2h23’12’’ e terza sul podio la russa Liliya Shobukova in 2h24’24’’. Deludono le africane con la keniana Ndereba settima in 2h26’22’’ e l’etiope Gete Wami, favorita della vigilia fermatasi a 2h26’54’’ che le è valso il 9° posto.

 
MARATONA DI MADRID
Quest'anno, i 42.195 metri del tragitto hanno subito una variazione rispetto al passato, rendendo la Maratona della capitale spagnola un evento dinamico, in grado di ascoltare i suggerimenti dei maratoneti e metterli in pratica. Edizione numero 32 che ha toccato vari punti del centro della capitale iberica, edizione che ha regalato soprese e discrete prestazioni tecniche.
Al maschile vittoria per il portacolori delle Bahamas, Khalid Yassen primo in 2h14’31’’ a beffare un drappello di atleti keniani guidati da Kosgei Kirwa secondo in 2h16’17’’ a precedere il connazionale Daniel Nderitu 2h16’42’’. Alla fine saranno 8 nei primi dieci gli atleti degli altipiani e nessuna traccia di atleti iberici sotto le 2h30. Al femminile vittoria per la turca Methap Sizmas (2h32’04’’), capace di avere la meglio nel duello con l’etiope Seid Amane Chewo (2h33’00’’) a precedere la russa Galina Alexandrova, staccata di oltre quattro minuti (2h36’02’’). Prima atleta europea, l’iberica padrona di casa Dolores Pulido Fernandez, finita quarta in 2h40’48’’.
 
MARATONA DI AMBURGO
La Mobel Kraft Marathon di Amburgo ha visto il successo dell’etiope Solomon Tside in 2h11’47’’ davanti al keniano Charles Ngolepus, secondo in 2h13’25’’ e al brasiliano Jose Telles des Souza al terzo gradino del podio in 2h14’46’’. Primo atleta europeo Jose Moreira, quarto in 2h14’57’’. Per l'etiope grande progressione finale negli ultimi 2 km a surclassare il keniano.
Al femminile netta vittoria della spagnola Alessandra Aguilar dominatrice della prova per distacco, 2h29’01’’ per lei con 5 minuti di margine sull’etiope Abdi Sheni (2h34’01’’) e sulla padrona di casa Ulrike Maisch terza in 2h34’29’’ che ricordiamo vincitrice a sopresa l’edizione dei campionati d’Europa 2006 di Goteborg.

fonte: london-marathon.co.uk – maratonmadrid.org – marathon-hamburg.de
fonte foto: www.daylife.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *