GP CAIXA/SESI DE ATLETISMO 2009 – GRAND PRIX SUDAMERICANO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Nel 3° appuntamento brasiliano rileviamo ancora buone prestazioni che ci giungono in prevalenza dalle pedane dei salti e dei lanci,dove si confermano diversi atleti già ammirati domenica a Rio.

Per questo penultimo appuntamento sudamericano, anch'esso valido per l'ottenimento dei punti per la IAAF World Athletic Final di settembre, il teatro era lo stadio Vila Olímpica do Sesi Gravatás sito nella città carioca di Uberlandia, dove nonostante una serata non molto calda (da 17 a 14 gradi nell'arco del meeting) sono giunti ben 8000 spettatori, cifra davvero importante.

Questa volta la miglior prestazione tecnica è forse da ricercare nel triplo maschile, dove ancora una volta si impone il cubano David Girat con un ottimo 17,43 m con addirittura -0,9 m/s di vento in faccia, seguito da un altro cubano Alexis Copello che plana a 17,20 m. Ancora terzo Nelson Evora che però a differenza di Rio rimane sotto i 17 metri con 16,92 m .

Anche al femminile una vittoria per Cuba con Yargelis Savigne che ripete la misura che la colloca al primo posto mondiale della stagione di 14,73 m che poteva anche essere migliorato se non ci fosse stato un netto vento contrario di 1,4 m/s. Seconda l'altra cubana Mabel Gay con 14,33 m e terza la brasiliana Gisele de Lima con lo stagionale a 14,10 m .

Era di nuovo in pedana e fresca del record continentale la pesista neozelandese Valerie Vili che stavolta però è stata per lo meno impensierita dalla bielorussa Natallia Mikhnevich che è stata temporaneamente in testa con la misura di 20,03 m. La Vili si è ripresa la vittoria lanciando a 20,40 m, sua quarta misura di sempre.

Ha "parlato cubano" anche il disco donne dove si è rivista alla vittoria l'argento olimpico di Pechino Yarelis Barrios con un buon 63,45 m che la colloca al quarto posto al mondo nel 2009; seconda e a soli 11 cm dal primo posto la rumena Nicoleta Grasu.

Sorpresa nel martello uomini dove il campione olimpico di Pechino Primoz Kozmus è stato sconfitto da Dilshod Nazarov atleta del Tagikistan lancia l'attrezzo a 79,28 m e stabilisce il record nazionale. Kozmus, che era in testa fino al quarto lancio, si è dovuto accontentare del secondo posto con 78,61 m. Ottimo terzo l'azzurro Marco Lingua con 77,59 m.

Sprint dominato da atleti a stelle e strisce, con vittorie nei 100 per Mike Rodgers con un "normale" 10.08 (+1.0) e Gloria Asumnu con 11.30, nei 200 si impone Monzavous Edwards con 20.59 al fotofinish su Rubin Williams, nel giro di pista femminile vince con  lo stagionale a 51.95 Debbie Dunn. Tra le barriere alte maschili taglia il traguardo per primo lo statunitense Ryan Wilson con 13.54, anticipando sul tuffo finale il connazionale Joel brown con 13.58.

Si è riproposto negli 800 metri il duello tutto brasiliano cui avevamo assistito a Rio tra Kleberson Davide e Fabiano Pecanha. Questa volta tattica di gara completamente stravolta con passaggio a i 400 molto controllato in 55.53 e finale in volata molto avvincente. L'ha spuntata ancora Kleberson Davide di soli 2/100 con un non molto significativo 1'47.44.

Buona prova dell'altista americano Keith Moffatt che valica la discreta quota di 2,28 m che significa stagionale così come il brasiliano Jesse de Lima che però perde a causa degli errori alle quote inferiori.

 

Nella foto il cubano David Girat

 

Risultati completi : http://www.cbat.org.br/competicoes/gp_sesi/resultado.asp

 

 

fonte: Iaaf.org
fonte foto: daylife.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *