GIUSEPPE GRIMAUDO 1’02”8 RECORD 400M. M65PRE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Grimaudo__fotoIl 27 maggio 2009, in occasione di una manifestazione provinciale allo Stadio delle Palme di Palermo, Giuseppe GRIMAUDO (27/06/1944 – MM65, del CUS Palermo) ha ottenuto, sui 400 metri il tempo manuale di 1’02″8 che rappresenta la nuova migliore prestazione italiana “pre” della categoria MM65, precedente 1’03″29 del lombardo Roberto VAGHI (nel 2004) che al momento conserva il record ad età compiuta. E’ l’ennesima miglior prestazione master in questa specialità in cui sono stati riscritti i record di varie categorie in questo prima parte dell’anno.

Le migliori prestazioni italiane master sui 400 metri
Ass.: 45″19 Andrea BARBERI (15-01-1979) Rieti 27-08-2006
M30: 45″74 Marco VACCARI (17-07-1966) Bari 17-06-1997
M35: 46″86 Enrico SARACENI (19-05-1964) Bressanone 16-06-2001
M40: 47″82 Enrico SARACENI (19-05-1964) Aarhus (Dan) 28-07-2004
M45: 51″84 Enrico SARACENI (19-05-1964) S. Benedetto del T. 23-05-2009
M45pre: 50″34i Enrico SARACENI (19-05-1964) Ancona 11-02-2009
M50: 52″89 Vincenzo FELICETTI (18-02-1949) Bellinzona (Sui) 09-09-1999
M55: 54″57 Vincenzo FELICETTI (18-02-1949) Salerno 01-10-2005
M60: 57″49 Vincenzo FELICETTI (18-02-1949) S. Benedetto del T. 23-05-2009
M60: 57″37i Vincenzo FELICETTI (18-02-1949) Ancona 28-02-2009
M65: 1’03″29 Roberto VAGHI (30-04-1939) Caorle 19-06-2004
M65pre: 1’02″8m Giuseppe GRIMAUDO (27-06-1944) Palermo 27-05-2009
M70: 1’08″90 Lodovico BONVECCHIO (26-01-1930) Milano 08-05-2001
M70pre: 1’08″0m Ivano TOSATTI (14-09-1938) Novara 03-05-2008
M70pre: 1’06″16i Filippo TORRE (12-12-1939) Ancona 26-03-2009
M75: 1’10″8m Ugo SANSONETTI (10-01-1919) Caserta 07-06-1996
M75: 1’10″90i Giovanni DI GUARDO (24-11-1914) Torino 02-03-1990
M80: 1’19″13 Ugo SANSONETTI (10-01-1919) Gateshead (Gbr) 04-08-1999
M80pre: 1’15″98 Sergio PALMA (17-09-1925) S. Sebastian (Esp) 01-09-2005
M85: 1’28″05 Ugo SANSONETTI (10-01-1919) Caorle 19-06-2004
M90: 1’46″2m Ugo SANSONETTI (10-01-1919) Roma 10-05-2009

Tornando a GRIMAUDO siamo in grado di fornire una sua sintetica biografia atletica. E’ nato sull’isoòa di Favignana (Trapani) il 27 giugno 1944 e si è avvicinato all’atletica leggera da studente dell’I.T.A. di Marsala, divenendo campione provinciale allievi sugli ostacoli e nella staffetta 4×100. Quindi molla tutto e si dedica al calcio… per riprendere il suo personale discorso con l’atletica a 55 anni da master. A 57 anni (non ancora compiuti) partecipa agli italiani indoor di Napoli 2001: quarto nei 400m (1’05″80) e ottavo nei 200 (28″41). Sempre a Napoli agli indoor del 2002 vince il titolo italiano M55 nei 200m (27″26) e nella staffetta 4x1giro; ed è 2° pure nei 400m (1’02″40). All’aperto a Fiuggi 2002 vince il titolo italiano M55 nei 100m con 12″61 (primato regionale) ed in più conquista due argenti, uno nei 200m (26″05) e l’altro nei 400m (59″90). Fra un infortunio e l’altro nel 2007 all’Arena di Milano è campione italiano M60 nei 200m con 26″08 (terzo tempo di sempre) ed è secondo nei 400m (59″72). Partecipa ai Mondiali di Riccione 2007 da M60: 6° in semifinale nei 200m (27″43); medaglia di bronzo

La storia dei primati siciliani Amatori/Master
Per gli Amatori/Master siciliani le prime scaramucce del 2009 all’aperto in pista e pedane sono già iniziate. Ci avviamo adesso a contesti agonistici di più alto livello, il top si raggiungerà nel mese di giugno: il 6 e 7 i C.d.S. Master a Catania e dal 19 al 21 i Campionati Italiani individuali a Riccione. Pensiamo di fare una cosa gradita ai nostri pistaioli nel pubblicare i Primati Siciliani Amatori/Master aggiornati. I record sono appesi a rami sempre più alti e raggiungerli non è certo facile. Tutta la lunga storia di queste trentatré stagioni trascorse è racchiusa nell’Albo d’Oro dell’attività amatoriale che vi proponiamo. La prima riunione su pista si tenne alla Cittadella Universitaria di Catania il 4 aprile 1976 e da allora infiniti sono stati i limiti battuti da atleti di valore. Velocisti di spicco come il catanese Antonino Guzzetta, marciatori mitici come il taorminese Chico Scimone, nato a Boston, saltatori esemplari come il siracusano Silvio Lentini, personaggi imprevedibili come il santantonese Nino Maccarrone, gentiluomini come il catanese Alfio Tosto, tutti non più tra noi, luminari esempi per le future generazioni, hanno impresso un sigillo che non si può assolutamente cancellare dalla nostra memoria. Una menzione d’onore per i pluriprimatisti, coloro che più hanno inciso nell’evoluzione dei primati, il discobolo Giuseppe Distefano, il martellista Isidoro Mascali, il saltatore in alto Angelo Vecchio, l’astista Cosimo Fichera, il lunghista Giovanni Iucolano, tutti catanesi, i palermitani Domenico Lo Cascio, Salvatore Puccio, Francesco Paolo Di Domenico, Giuseppe Di Natale, l’ennese Salvatore Martinez, il marciatore siracusano Vincenzo Mincella, il milazzese Vittorio Giuliano, l’ostacolista messinese Domenico Farsaci. Tra le donne la taorminese Marta Roccamo, le catanesi Daniela Aliquò, Teresina Tonazzo, le pioniere Maria Teresa Villani e Grazia Caruso, Santa Sapienza, la palermitana Maria Tranchina. Ultimo il non ancora 65enne Giuseppe Grimaudo (Cus Palermo) che ha cancellato dall’Albo d’Oro un nome altisonante come quello di Nino Guzzetta, che a Catania il 4 ottobre 1986 aveva inanellato un giro di pista in 1’05″5. A conferma che la bella storia dei primati continua.

Di seguito alleghiamo anche la lista aggiornata dei records master siciliani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *