BRIXIA MEETING, BELLE GARE E PROVE GENERALI PER I MONDIALI U18

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

 

Si è concluso oggi il tradizionale Brixia Meeting giunto all’edizione numero 28. E’ uno dei meeting giovanili più interessanti che vede, come da tradizione, rappresentative regionali italiane competere con realtà internazionali. Diversi risultati di livello e vittoria finale nella classifica a squadre per la regione Lombardia davanti a Baden Württemberg e Baviera.
Quest’anno il Meeting ha avuto l’onore di inaugurare la pista che ospiterà i prossimi Mondiali Under 18 di Atletica Leggera di cui Bruno Cappello, patron del Brixia, è anche Direttore Tecnico.
Per gli atleti è stata una delle ultime occasioni per centrare il minimo per i mondiali mentre per la macchina organizzativa, alla presenza del consigliere nazionale Andreatta (event manager dei mondiali di Südtirol 2009), si è trattata di una sorta di prova generale per verificare una struttura che offre da sempre competenze e standard organizzativi elevatissimi. Un vero fiore all’occhiello dell’atletica nazionale.
Come dicevamo il meeting offre l’interessante formula della gara per rappresentative regionali italiane e non. Per la precisione, le squadre a contendersi la vittoria erano 17: Emilia Romagna, Marche, Veneto, Lombardia, Toscana, Trentino, Piemonte, Umbria, Friuli Venezia Giulia, Selezione italiana, Alto Adige Südtirol, Slovenia, Austria, Bayern, Türingen, Baden Württemberg, Ticino, Selezione austriaca.
Diversi risultati interessanti da evidenziare. Per gli uomini, nei 110hs il nostro Ivan Mach di Palmstein giunge secondo dietro al bravo atleta di Baden Württemberg, Gregor Traber che vince la gara in 13”94. Parla italiano invece la velocità in piano con la vittoria nei 100mt per Giovanni Galbieri del Veneto che si aggiudica la gara in 10”90. Bene anche i 400 con il piemontese Michele Tricca davanti a tutti (è ancora al primo anno di categoria) che chiude in 48”80. Si torna a parlare tedesco per segnalare la gara di giavellotto con tre atleti abbondantemente sopra i 60 metri e la vittoria a 64.79 per il portacolori di Baden/Württemberg, Florian Janischek. Discreto il 400hs del marchigiano Lorenzo Veroli che vince in 52”70 e piuttosto notevole il getto del peso che ha visto al primo posto Markus Richle (Baden/Württemberg) in 18.24, seguito da vicino da Martin Schynoll (Bayern) che ha lanciato fino a 18.04. Sempre nel peso, da rilevare il nuovo limite italiano di categoria siglato da Daniele Secci che ha scagliato l’attrezzo alla misura di 20.18 e cioè 4 cm in più del precedente limite risalente al 2004. Per la Lombardia, squadra che alla fine risulterà vincente, bell’800 per Mattia Moretti che arriva davanti a tutti col tempo di 1’53”83 e in chiusura la staffetta 4×100 con la vittoria -agevole- del team Baden/Württemberg nel tempo di 41”72.
In ambito femminile c’è la marcia di Francesca Cocchi (emiliana, al primo anno di categoria), che nei 5km fa segnare il buon tempo di 24’56”21, a quasi un minuto dalla seconda. Nei lanci, ancora Germania con Shanice Craft che si aggiudica la gara del disco con la misura di 48.75. Per i 100 metri, nonostante un vento contrario di 1.3, segnaliamo il terzo posto con un notevole 12”26 della friulana Sandra Cellamare che essendo classe 1994 è ancora della categoria cadette. Vince la gara l’emiliana Judy Udochi Ekeh con un più che discreto 12”15 ma non riesce a bissare il successo nei 200 dove invece giunge seconda in 23”89 dietro alla tedesca (Bayern) Martina Riedl vittoriosa in 23”84. A chiudere la 4×100 con la vittoria del Bayern in 46”27 davanti alle squadre di Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia.
Si chiude il sipario su una delle gare giovanili più interessanti e particolari del panorama atletico nazionale e non. Ottima organizzazione e notevoli stimoli per i tanti atleti che solo in una manifestazione di questo tipo riescono a fare l’esperienza internazionale senza dover affrontare pressioni particolari.
In allegato i risultati completi del meeting.

 

fonte: Redazione

ALLEGATO: ANet_news_I_risultati_31.5.2009.zip (40 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *