SÜDTIROL 2009 – 30 GIORNI AI MONDIALI U-18 DI ATLETICA LEGGERA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 0
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Il conto alla rovescia che ci avvicina ai Mondiali, sta varcando un’altra soglia fatidica: quella del meno trenta! Manca un solo mese all’avvenimento principe dell’estate sportiva altoatesina: i Campionati Mondiali U-18 di atletica leggera. Manifestazione che porterà in Alto Adige la meglio gioventù del pianeta e, per queste contrade, non sarà certo la prima occasione in cui si troverà gli occhi del mondo puntati addosso – visto che di appuntamenti iridati ne ospita sistematicamente ma, si badi, solo nell’ambito degli sport invernali (leggi: Coppa del Mondo di sci alpino in Val Gardena e in Val Badia e Coppa del Mondo di biathlon, nello scrigno alpino di Anterselva, il rifugio segreto di Enrico Mattei) – ma mai era accaduto che ospitasse qualcosa come 1500 atleti di 178 Nazioni.
 

E, tra questi, potrebbe esserci un altro Usain Bolt, il giamaicano che ha stregato miliardi di appassionati alle Olimpiadi di Pechino conquistando tutti gli ori della velocità (100-200 e staffetta 4×100) e stabilendo altrettanti record mondiali. Complessivamente, sono 2150 gli accreditati a “Südtirol 2009” (di cui 1500 atleti) e quello che stupisce è che siano rappresentate, come dicevamo, 178 Nazioni di tutti e cinque i continenti. Una cifra che è anche il nuovo record assoluto per questa manifestazione. Le statistiche dicono pure che sono già stati prenotati 2160 letti, in 31 esercizi alberghieri di vari tipo e livello, trasformando, di fatto, la conca di Bressanone in un incomparabile villaggio degli atleti.

“Il clima di vigilia è palpitante e il mondo economico altoatesino, nonostante la crisi, non ha fatto mancare il suo sostegno – ha tenuto a sottolineare il presidente del Comitato organizzatore, Rudi Rienzner – così come è enorme la soddisfazione per come i volontari hanno risposto all’appello lanciato, rispondendo addirittura in 500”. La febbre per l’avvenimento non ha risparmiato neppure giovani e giovanissimi che, tramite il concorso “A scuola di Mondiali”, sono ormai da mesi direttamente coinvolti. Ed i loro bellissimi lavori saranno esposti a giorni nelle vetrine e negli uffici pubblici cittadini per contribuire, se possibile, ad un ulteriore coinvolgimento della popolazione.
“A livello di logistica – ha raccontato Stefano Andreatta, l’event manager – ci stiamo confrontando con una marea di richieste che ci arrivano dalle 178 Nazioni partecipanti”. Senza dimenticarci della sfida che sarà realizzare, ogni giorno, in cinque diverse mense, 5000 pasti che garantiscano non solo un’alimentazione corretta, ma che siano capaci di tener conto di usanze e credo religiosi profondamente diversi.

Sul fronte degli impianti sportivi, c’è da segnalare come il collaudo di pista e pedane, avvenuto in occasione del 28. Brixia Meeting, non abbia riservato sorprese. Anche se, è chiaro, dati gli standard che gli organizzatori si sono imposti, c’è ancora molto da fare per raggiungere la perfezione. “Ormai ci mancano solo piccoli lavori – ha detto Andreatta – e per metà giugno sarà sistemata la zona di riscaldamento che, come è noto, sarà ricavata sul campo sintetico dedicato allo scomparso sindaco Klaus Seebacher. Inoltre, saranno installate una serie di tribune mobili che porteranno la capacità complessiva degli spettatori a quota 5000. Eppoi, dall’8 al 12 luglio, giornalisti di tutto il mondo racconteranno di questi sesti Mondiali U-18, che vedranno assegnare quaranta terne di medaglie iridate a quelli che saranno i campioni assoluti del futuro. Non a caso Usain Bolt e Jelena Isinbajewa li troviamo nell’albo d’oro della manifestazione.
Quanto agli altoatesini che potrebbero vestire la maglia azzurra, le maggiori possibilità le hanno Matteo Didioni, Giada Busolli e Marion Kastl ma bisognerà attendere il 22 giugno per averne certezza. Rai Sport Più trasmetterà ogni giorno quattro ore di questo attesissimo Mondiale U18 siglato "Südtirol 2009".

fonte: Fidal Bolzano – Markus Kaserer – Luigino Scaggiante
fonte foto: Fidal Bolzano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *