SPAGNA, RUSSIA, FRANCIA, GERMANIA: L’ATLETICA VIAGGIA IN EUROPA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 0
  •  
  •  
  •  

Mokoena_by_spikesmag.comMeeting de Madrid 2009 (4 luglio): Il grande risultato del meeting e senza dubbio il nuovo record africano di Godfrey Mokoena (nella foto) che ha saltato un bellissimo 8,50 (+1.3) migliorandosi di più di 10 cm. La serie di salti di altissimo livello del sudafricano: 8,24m; 8,46m; 8,46m; 8,47m(ventoso); 8,50m; 8,45m, non lo porta, però, alla vittoria. Più in lungo di lui, con l’aiuto del vento, ha saltato l’australiano Fabrice Lapierre, 8,57m con ben 3,7 di vento a favore che ha siglato anche nuovo primato personale con un 8,35m con questa volta il vento entro i limiti. Saladino è solo terzo con un ventoso 8,47m.

Nel giro di pista vittoria e record nazionale per l’irlandese David Gillick, fortissimo soprattutto al coperto, 44.77 che lo porta per la prima volta sotto il muro dei 45 secondi e gli vale la leadership europea stagionale.
Grande prestazione anche sui 400 ostacoli dell’altissimo giamaicano Isa Phillips, che con 48.09 sfiora il proprio primato personale e la miglior prestazione mondiale dell’anno. Al secondo posto si piazza l’intramontabile Danny McFarlane con 48.53 anche lui “made in Giamaica”.

Il vento è protagonista anche nel triplo femminile e da una grossa spinta di 4.5m/s alla russa Lebedeva 15.01 è sì ventoso ma è tutto buono per vincere la gara. Lebedeva cauta nel saltare a causa di un fastidio nell’ultimo salto a Mosca a 6.93 la scorsa settimana.

Ma è il mezzofondo la specialità che più entusiasma il pubblico spagnolo, e quando la sfida è fra atleti di casa non si fa fatica ad immaginare il tifo sfegatato del pubblico. Natalia Rodriguez contro la veterana (di gare più lunghe però) Marta Dominguez, la Rodriguez ai 1200 conduceva con la Dominguez dietro che cercato inutilmente di passarla sull’interno in curva alla fine il duello si è risolto con il fotofinish: prima Rodriguez 4:04.82, 2 centesimi dopo la Dominguez al nuovo primato personale sui 1500.

Due italiani in gara: Clarissa Claretti con il suo martello è finita quarta con la misura di 69.24, mentre Simone Collio dopo aver superato la batteria del 100 ed essere andato in finale non ha terminato la gara a causa di un fastidio ad una coscia.

Campionati nazionali tedeschi – Germania, 4-5 luglio
Sebastian Bayer ritorna a spiccare il volo anche all’aperto! Dopo il grande salto di qualità nella stagione indoor culminato con uno stratosferico 8,71m a Torino, lo abbiamo visto nella stagione all’aperto sempre settimo, ottavo su misure che solo sfioravano gli 8 metri. Ma ora ai campionati nazionali ha ritrovato la magia dei mesi passati con un salto a 8,49m che lo rimette di forza fra i migliori in questo spumeggiante salto in lungo.

Meeting Moselle Metz – Francia, 3 luglio
Il miglior risultato del meeting arriva dalla gara dei 3000 siepi, dove il trentenne francese Bob Tahri va al nuovo record europeo 8:02.19 frantumando così il proprio personale che risaliva al 2003.


Moscow Open – Mosca, 1 luglio
Come sempre le gare a Mosca portano ottimi tempi dal mezzofondo femminile, non è sorprendente che la nuova migliora prestazione dell’anno sugli 800 metri provenga proprio da Mosca e appartenga ad una russa. La russa di turno è Mariya Savinova (vincitrice agli indoor di Torino) 1.57.90, seconda al primato personale la giovane russa Yelena Kofanova, terza e quarta le più conosciute Klyuka e Andrianova. Da notare la Krevsun, solo settima in questa occasione.
Ukhov ha saltato alla prima prova 2.34 aggiudicandosi la gara sul compatriota Rybakov con egual misura ma saltata al terzo tentativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *