Campionati Italiani di Corsa in Montagna – 2^ prova

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 0
  •  
  •  
  •  

Con una prova d’anticipo la bresciana Valentina Belotti ha chiuso il discorso per il tricolore 2009 di corsa in montagna. Lo ha fatto questa mattina, all’Alpe Motta, stazione sciistica di Madesimo e Campodolcino, sul tracciato che il prossimo 6 settembre diverrà iridato, con la disputa dell’attesso primo Campionato Mondiale individuale WMRA/IAAF.

Ad imitarla, anche lo juniores valdostano Xavier Chevrier (Pont Saint Martin), già vincitore ad inizio giugno a Tarvisio nella prima prova. Rimane invece aperto il discorso tra le juniores donne, con la piemontese Erika Forni (Gsa Valsesia), seconda nella prima prova, a precedere altre due piemontesi, Mina El Kannoussi e Cristina Mondino. Vittoria ruandese, invece, nella prova seniores maschile, con Jean Baptiste Simukeka (Orecchiella Garfagnana) a mettere in fila il meglio dell’Italia che corre in montagna, loro sì, in gara anche per il titolo individuale.

In quest’ottica il migliore è dunque Martin Dematteis (Valle Varaita), che nel finale stacca il valtellinese pluri iridato Marco De Gasperi (Forestale) e il gemello Bernard. Tornando alla prova femminile, alle spalle della Belotti, in corsa con la maglia del Runners Team Volpiano, l’argento premia la slovena Mateja Kosovelj (Brugnera), mentre il bronzo finisce al collo della rientrante Elisa Desco (Valle Brembana), oro europeo nel 2008. Sul podio degli juniores, infine, salgono anche l’agordino Luca Cagnati (Caprioli San Vito) e il trentno Kelemu Crippa (Valchiese). Verdetti finali per i titoli italiani, nella terza ed ultima e prova, in programma a Domodossola il prossimo 23 agosto. Là dove usciranno anche i nomi degli azzurri che a settembre torneranno in Valle Spluga a caccia dei titoli iridati.

 

Per info, classifiche e foto: www.corsainmontagna.it

Con una prova d’anticipo la bresciana Valentina Belotti ha chiuso il discorso per il tricolore 2009 di corsa in montagna. Lo ha fatto questa mattina, all’Alpe Motta, stazione sciistica di Madesimo e Campodolcino, sul tracciato che il prossimo 6 settembre diverrà iridato, con la disputa dell’attesso primo Campionato Mondiale individuale WMRA/IAAF. Ad imitarla, anche lo juniores valdostano Xavier Chevrier (Pont Saint Martin), già vincitore ad inizio giugno a Tarvisio nella prima prova. Rimane invece aperto il discorso tra le juniores donne, con la piemontese Erika Forni (Gsa Valsesia), seconda nella prima prova, a precedere altre due piemontesi, Mina El Kannoussi e Cristina Mondino. Vittoria ruandese, invece, nella prova seniores maschile, con Jean Baptiste Simukeka (Orecchiella Garfagnana) a mettere in fila il meglio dell’Italia che corre in montagna, loro sì, in gara anche per il titolo individuale. In quest’ottica il migliore è dunque Martin Dematteis (Valle Varaita), che nel finale stacca il valtellinese pluri iridato Marco De Gasperi (Forestale) e il gemello Bernard. Tornando alla prova femminile, alle spalle della Belotti, in corsa con la maglia del Runners Team Volpiano, l’argento premia la slovena Mateja Kosovelj (Brugnera), mentre il bronzo finisce al collo della rientrante Elisa Desco (Valle Brembana), oro europeo nel 2008. Sul podio degli juniores, infine, salgono anche l’agordino Luca Cagnati (Caprioli San Vito) e il trentno Kelemu Crippa (Valchiese). Verdetti finali per i titoli italiani, nella terza ed ultima e prova, in programma a Domodossola il prossimo 23 agosto. Là dove usciranno anche i nomi degli azzurri che a settembre torneranno in Valle Spluga a caccia dei titoli iridati.

 

Per info, classifiche e foto: www.corsainmontagna.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *