BIG BANK Meet Tallinn (Estonia) 25-8-2009

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Robert_Harting_MedalPrivo di alcuni nomi attesi (come Mokoena e la Savigne) il meeting è vissuto sul rinnovato, attesissimo duello sulla pedana del disco. L’eroe di casa, Gerd Kanter, cercava la rivincita della gara di Berlino, ma non è andata così…

Nel primo meeting dopo la conclusione dei campionati mondiali, il neo-campione del mondo del disco, il tedesco Robert Harting (nella foto), una delle grandi sorprese del mondiale di Berlino, ha riconfermato la sua superiorità attuale, vincendo con un lancio di 66,49 m. davanti al pubblico estone, che aspettava il riscatto dell’atleta di casa, Gerd Kanter .

Interrotta a Berlino una striscia vincente di 28 vittorie, Kanter non è riuscito a trovare la coordinazione giusta neanche stavolta, fermandosi al 4° posto con un lancio di poco più di 64 m.
Secondo l’ungherese Zoltán Kõvágó con un lancio di 65,38 m. e terzo la medaglia d’argento a Berlino Piotr Malachowski con 65,13 m.

Prestazione confermata sulla pedana del peso, dove invece il campione olimpico e medaglia d’argento mondiale, il polacco Tomasz Majewski ha vinto comodamente con un lancio di 21,06. Il lettone Urtans Maris ha ritoccato il suo personale di 20,64 m. per finire secondo.

Dimostrazione di forma anche per  Sylwester Bednarek , un altro polacco che ha fatto molto bene al mondiale, giungendo a sorpresa al bronzo nel salto in alto. Il polacco, che era già campione europeo U23, ha vinto con un salto di 2,26m., davanti all’americano Andra Manson (2,23m) e al russo Andrey Tereshin (2,23m).

Rimane da citare la nuova convincente prova del velocista dell’Azerbaigian Ramil Guliyev . L’atleta azero, che ricordiamo settimo in finale nei 200 m., unico atleta bianco, ha vinto la gara ripetendo quasi esattamente il suo tempo di 5 giorni prima (20”60) , dando ulteriore prova che a 19 anni, è tra i velocisti più promettenti del continente.

fonte foto: Eckhard Pecher

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *