IL CUS PALERMO tra le prime dieci società ai C.d.S. Master Femminili

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il_podio_dei_200_FLa squadra femminile del Cus Palermo si è piazzata con brillantezza in decima posizione alla Finale Nazionale dei societari Master a Firenze.

Le cussine, alla loro prima partecipazione in questa rassegna ventennale hanno avuto l’ardire di superare i colleghi maschi, classificatisi al 12° posto. Da notare che nel 2008 a Formia le donne, pur qualificate come dodicesime al termine della fase regionale, erano state costrette a dare forfait, annullando la trasferta, mentre gli uomini erano arrivati proprio decimi. Allo Stadio “Luigi Ridolfi” si sono dipanati due giorni intensi di buona atletica con la partecipazione di 32 società maschili e 25 femminili, un totale strabocchevole di 861 atleti gara, ottima l’organizzazione della F.A.E. (Firenze per l’Atletica Europea) e Fidal Toscana che hanno rispettato a tutto tondo il “senso” dei Master.

Ben cinque sono stati i podi delle donne, tutte ex azzurre: due ciascuno la quarantenne Maria Ruggeri e Maria Tranchina, 41 anni, uno Carla Barbarino. La Ruggeri, allenata da sempre da Francesco Ripa, in grande spolvero è stata nettamente prima con il miglior tempo e punteggio nei 200, 26”44 e 903 punti. Terza invece nei 100 che ha corso in 13”06, vincendo la quinta serie davanti a Rosa Marchi (F45) 13”67. Le tabelle Master hanno decretato la vittoria a Giusy Sangermano (F60), 15”91 e 861 punti e il secondo posto alla veneta Marchi, 859 punti, ventisei in più della messinese. La Barbarino, 42 anni, è balzata a 5,00 nel lungo, nuovo primato siciliano, seconda dietro la coetanea Barbara Ferrarini (5,16), l’atleta di Desenzano primatista italiana F40 della specialità con 5,48. La lodigiana si rivelò da cadetta nel 1981, seconda alla corsa campestre “Cinque Mulini” e vanta due titoli italiani nei 400 ostacoli (1996 e 1997). Unica palermitana doc tra le prime tre Maria Tranchina, regina conclamata dell’atletica siciliana, una carriera lunga ventinove anni, che ha svettato nel peso con la miglior misura di 12,92 e 958 punti. La tabella favorisce però le più anziane, così prima è stata la quasi centenaria aostana Gabre Gabric (F95), classe 1914, che ha ottenuto un punteggio stratosferico di 1503 con un lancio di 4,56, naturalmente il più alto score dell’intera manifestazione. Seconda l’altra aostana Maria Luisa Finazzi (F65) arrivata a 8,68 e 1018 punti. Stesso discorso nel disco dove la Gabric ha raggranellato (per modo di dire) 1207 punti con 11,60, Maria Luisa Fancello (F65) 858 con 25,06 e la nostra atleta 740 con l’attrezzo volato il più lontano a 34,85. Stoica l’agrigentina Monica Accardi che, dolorante ai tendini, ha raggiunto il sesto posto in assoluto sia nei 400 (1’03”10) che negli 800 (2’28”45), dove guida la lista stagionale italiana F40 con 2’17”42.

Assenti come nel 2008 i catanesi dell’Amatori Santantonese, diciottesimi dopo la fase regionale, il Cus Palermo maschile si è ben difeso. La squadra palermitana, nona nel 2006 a Ostia, sesta nel 2007 a Macerata, decima lo scorso anno, ha perso ora due posizioni a Firenze. Gli atleti si sono trovati un po’ scarichi a fine stagione e ha influito l’assenza in pedana del capitano Giuseppe Di Natale, in quest’occasione non giocatore perché infortunato. Pensate che Di Natale è stato nell’alto primo nel 2002, secondo per quattro anni e terzo nel 2007. I palermitani in passato avevano partecipato come Marathon Club Palermo cinque volte a questi societari: noni ad Avellino 1998, sesti a Borgo a Buggiano 1999, undicesimi a Ostia 2001, ancora noni a Cesenatico 2002, decimi a Cesenatico 2003. Nessuno è salito sul podio e tra i primi dieci si sono piazzati il veterano di questi C.d.S. Bruno Nicolosi, 60 anni, settimo in assoluto nei 200 (27”18) e tredicesimo nei 100. Poi noni Vincenzo Azzarello nei 1500 (4’54”01) e la staffetta 4×100 composta da Domenico lo Cascio, Filippo Albamonte, Giuseppe Grimaudo, Dario Buontempo, 49”65 il tempo, decimo il triplista Ignazio Manfrè (10,29).

Nella foto il podio dei 200 F (Maria Ruggeri, Giusy Sangermano e Rosa Marchi)

 

CUS PALERMO

Class.

DONNE – 10a (punti 1160)

Tab.

Punti

1

Ruggeri Maria

F40

200

26”44

903

100,0

2

Barbarino Carla

F40

Lungo

5,00*

801

99,0

3

Ruggeri Maria

F40

100

13”06

833

98,0

3

Tranchina Maria

F40

Peso

12,92

958

98,0

3

Tranchina Maria

F40

Disco

34,85

740

98,0

6

Accardi Monica

F40

400

1’03”10

867

95,0

6

Accardi Monica

F40

800

2’28”45

736

95,0

13

Orlando Maria, Gioia Caterina, Accardi Monica, Ruggeri Maria

F40

4×100

57”80

626

88,0

15

Gioia Caterina

F45

200 H

46”62

218

86,0

23

Lo Meo Domenica

F50

Alto

1,00**

419

78,0

24

La Bara Felicia

F45

1500

5’59”03

582

77,0

25

Orlando Maria

F45

400

1’16”07

570

76,0

27

La Bara Felicia

F45

3000

13’08”43

567

74,0

27

Lo Meo Domenica

F50

Giavellotto

12,25

258

74,0

27

Orlando Maria

F45

800

3’02”74

425

74,0


Class.

UOMINI – 12a (punti 1121)

Tab.

Punti

7

Nicolosi Bruno Gabriele

M60

200

27”18

873

94,0

9

Azzarello Vincenzo

M55

1500

4’54”01

793

92,0

9

Lo Cascio Domenico, Albamonte Filippo, Grimaudo Giuseppe, Buontempo Dario

M50

4×100

49”65

797

92,0

10

Manfrè Ignazio

M55

Triplo

10,29

710

91,0

11

Di Domenico Francesco Paolo

M60

1500

5’09”09

772

90,0

12

D’Ambra Giuseppe

M35

200 H

28”89

581

89,0

13

Nicolosi Bruno Gabriele

M60

100

13”56

733

88,0

14

Bertolino Andrea

M60

Triplo

9,32

675

86,5

14

Buontempo Dario

M35

100

11”49

728

86,5

15

Albamonte Filippo

M35

400

53”04

726

86,0

16

Azzarello Vincenzo

M55

3000

10’44”41

710

85,0

18

Bertolino Andrea

M60

Lungo

4,28

712

83,0

18

Lizio Virgilio

M60

Giavellotto

33,23

688

83,0

20

Amato Angelo

M60

Disco

35,08

699

81,0

21

Albamonte Filippo

M35

200

24”07

708

80,0

22

Di Domenico Francesco Paolo

M60

800

2’34”72

592

79,0

23

Amato Angelo

M60

Peso

10,30

748

78,0

24

Spedalieri Maurizio

M50

Alto

1,51

730

76,5

28

Manfrè Ignazio

M55

Lungo

4,30

632

73,0

37

Dainotti Giovanni

M45

800

2’22”29

483

64,0

39

Tortorici Emanuele

M40

Peso

11,24

644

62,0

41

Tortorici Emanuele

M40

Disco

30,58

523

60,0

rit.

Terrana Dario

M35

3000

rit.

0

0


* PR

** PR eg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *