Matviychuk, l’Europa torna in vetta alla Maratona d’Italia dopo 12 anni

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

maratona-dItalia-2009-044
L’ucraino trionfa con 2h11’44”: l’ultima vittoria di un bianco risaliva al 1997 con Ingrami.

Tra le donne si impone la keniana Cheptanui in 2h32’03”.  Seconda l’azzurra Mancini.
Carpi, 11 ottobre 2009 – Il 27enne ucraino Vasyl Matviychuk ha vinto la XXII Maratona d’Italia memorial Enzo Ferrari, che si è corsa questa mattina da Maranello a Carpi, con il tempo di 2h11’44”.

Dopo un avvio a ritmo sostenuto (passaggio alla mezza maratona: 1h05’27”), Matviychuk si è involato da solo al 30° km, quando si è ritirata la seconda lepre Wilfred Taragon.
L’ultima vittoria di un atleta europeo e bianco era stata nel 1997, quando si era imposto l’italiano Massimiliano Ingrami.Al secondo posto si è piazzato il keniano Willy Korir Kimutai, che ha tagliato il traguardo in 2h15’18”.
Terzo l’australiano Lee Troop, l’altro atleta pronosticato per la vittoria, che però nel finale ha sofferto e ha chiuso in 2h16’13”.Tra le donne si è invece imposta la keniana Anne Cheptanui Bererwe, che non ha pagato lo scotto dell’esordio e ha fermato il cronometro su un discreto 2h32’03”.

La favorita azzurra Marcella Mancini invece è transitata a metà gara in 1h16’07”, un ritmo ampiamente sotto il suo primato personale, e nel finale ha ceduto vistosamente, tagliando il traguardo in 2h36’53”. Terza la russa Natalia Sergeva in 2h38’35”.

Arrivo Maschile – Primi 10
1. Vasyl Matviychuk (Ukr) 2h11’44”
2. Willy Korir Kimutai (Ken) 2h15’18”
3. Lee Troop (Aus) 2h16’13”
4. Oleg Gur (Blr) 2h20’31”
5. Abdelhadi El Hachimi (Mar) 2h20’52”
6. Hannes Rungger (Ita) 2h21’02”
7. Filippo Lo Piccolo (Ita) 2h22’41”
8. Andrea Silicani (Ita) 2h26’01”
9. Marcello Capotosti (Ita) 2h26’41”
10. Francesco Duca (Ita) 2h28’42”

Arrivo Femminile – Prime 3
1. Anne Cheptanui Bererwe (Ken) 2h32’03”
2. Marcella Mancini (Ita) 2h36’53”
3. Natalia Sergeva (Rus) 2h38’35”

Nella Foto il passaggio al 20 km a Modena del vincitore Matviychk, Kimutai e l’australiano Troop- Foto Gino Esposito per Atleticanet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *