MONDIALI DI MEZZA MARATONA: DOMINIO DI TADESE E KEITANY

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Birmingham in terra britannica scenario della prova iridata su strada sui 21,097 Km.
Copione rispettato; nell’egemonia africana sorpresa a stelle e strisce oltre ad un segnale d’azzurro targato Meucci.
fodipe_it_tadesse

Edizione dagli esiti scontati la numero 18 dei mondiali di corsa su strada, andata in scena oggi sulle strade di Birmingham in quella che è la tipica giornata britannica della stagione; pioggia e temperatura intorno ai 10 gradi, temperatura che però non ha minimamente influito sulle prestazioni degli atleti, al limite dei record, su di un percorso tecnico, con salite lunghe e reso insidioso dall’asfalto bagnato.

E’ la keniana Mary Keitany, già argento nell’edizione italiana del 2007 di Udine  a dominare la prova femminile ( 59 le atlete al via)  e  portare in trionfo il team keniano. Per lei una gara a staccare progressivamente le avversarie con passaggi regolari ma velocissimi (46’51’’ ai 15 km) che la portano a soli 11 secondi dal record del mondo di Lornah Kiplagat, oggi assente illustre insieme alla padrona di casa Paula Radcliffe . Il crono di 1h06’36’’ oltre alla vittoria le vale anche  il record dei campionati. L’argento, ad oltre un minuto di distacco è a pannaggio del Kenia con Philes Moora Ongori a vincere in volata sull’etiope Aberu Kebede (1h07’39’’) di un solo secondo. Quarta la keniana Caroline Cheptanui (1h08’16’’) davanti all’etiope Tufa, quinta con 1h09’11’’.

Per ciò che non è Africa da segnalare il 7° posto della neozelandese  Smith  al record nazionale in 1h09’35’’ e il nono della prima europea la russa Inga Abitova (1h09’53’’). Le azzurre, orfane di Elisa Desco recentemente sospesa dalla Iaaf per la vicenda doping e di fatto senza la formazione per la classifica a squadre, vedono il 36° posto di Emma Quaglia (1h14’11’’) e il 43° di Ivana Iozzia (1h14’52’’).

Tra i team, la somma delle migliori prestazioni di tre atlete vede il Kenia (3h22’30’’) davanti a Etiopia (3h26’14’’) e Russia (3h21’23’’) di appena 8 secondi a salvare il bronzo dalle nipponiche giunte quarte.

Poker mondiale per l’eritreo Zerzenay Tadese, che “on the road”, si toglie lo scomodo ruolo di comprimario recitato nei cross e in pista e porta a casa il successo di fila numero quattro, inziato a Debrecen nel 2006 passando per Udine e Rio de Janeiro.
99 gli atleti al via, dopo le prime rappresaglie è già solo ai 15 km (42’20’’) e si invola in solitaria chiudendo in 59’35’’ record dei campionati. Spettacolare duello per l’argento che vede il keniano Bernard Kiprop Kipyego (59’59’’) avere la meglio sull’americano Dathan Ritzenhein (1h00’00’’ personal best per lui) al bronzo, la vera sorpresa di questo finale di stagione; dopo l’ottima prova a Berlino sui  10000 mt un bianco in luce fa notizia. Quarto l’altro keniano Kipsang (1h00’08’’) davanti all’eritreo Tzegay quinto in (1h00’17’’).

Al maschile capitolo non Africa che oltre al già citato bronzo dello statunitense vede  il 9° posto del messicano Romero (1h01’48’’) e il 17° del dominatore di New York, il brasiliano Marlison dos Santos (1h02’41’’). 18° e primo degli europei l’azzurro Daniele Meucci, autore di una prova in gran rimonta e giunto al personale di 1h02’43’’. Il toscano è capofila del team azzurro che vede il 48° posto di Giovanni Ruggero (1h04’24’’) il 52° di Denis Curzi (1h04’51’’) il 56° di Francesco Bona (1h05’01’’) e il 62° del veterano Daniele Caimmi (1h05’23’’) alla sesta partecipazione della prova iridata.

Azzurri giunti 11esimi a squadre (3h11’58’’) nella prova che vede podio Africano con oro del Kenia (3h01’06’’) davanti all’Eritrea ( che mancava del terzo elemento di spicco 3h02’39’’). Bronzo, e anche qui per soli 8 secondi dell’Etiopia (3h06’42’’) davanti agli Stati Uniti  (3h06’’50).

 Nella foto: il vincitore della prova maschile ( fonte foto www.fodipe.it)

Risultati completi: http://www.iaaf.org/whm09/index.html

Fonte: www.iaaf.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *