Criterium Cadetti e CdS Under 23 chiudono la stagione 2009

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

AnnaClemente_by_ParlanteUltimi sussulti di una stagione outdoor lunga e articolata. A guadagnare la copertina di questo weekend è la pugliese Anna Clemente (in foto) che nei 3km di marcia cadette sigla il nuovo limite italiano in 14’14”03.

Desenzano ha ospitato la rassegna Kinder + Sport Cup, versione sponsorizzata del già esistente criterium nazionale cadetti per rappresentative regionali.
Vince il criterium il Veneto che anche in questa occasione si mette in evidenza come regione dinamica e in forte crescita. La Lombardia, regione padrona di casa, nonché campione dello scorso anno, si piazza al secondo posto seguita dal Friuli Venezia Giulia che conferma, qualora ce ne fosse bisogno la grande vitalità del movimento atletico del nord-est. Fanalini di coda, purtroppo le regioni del sud che piazzano solo due rappresentative tra le prime dieci.

Torniamo ad Anna Clemente. La forte ragazza dell’A.S.D. Atletica Don Milani col suo tempo vince e lima altri quattro secondi al suo primato italiano fatto registrare a Molfetta nel luglio di quest’anno. A dimostrazione del grande valore dell’atleta va segnalata la poliedricità delle sue prestazioni che spaziano dalla corsa alla marcia con risultati sempre di livello assoluto. Sono davvero rari gli atleti capaci di andare forte sia nella corsa che nella marcia, a memoria, in questi ultimi anni ricordiamo la sola Sibilla Di Vincenzo che  successivamente, in età adulta si è dedicata esclusivamente alla marcia. Chissà cosa sceglierà Anna Clemente.

Come risultati interessanti segnaliamo anche il 60.13 nel giavellotto uomini del marchigiano Davide Montanari, i quasi 7 metri di lungo del veneto Pagan, il 39”07 del laziale Mirko Romano nei 300hs, i 46.40mt di disco per Martin Pilato dell’Emila Romagna, il 62.16 del friulano Mortolato col martello da 4kg, il buon 3.30 nell’asta femminile per Roberta Bruni del Lazio e il 12.01 nel triplo al primo anno di categoria di Ottavia Cestonaro per il veneto.

I risultati completi sono consultabili al seguente indirizzo: http://www.fidal.it/2009/COD1980/Index.htm

 

Dai cadetti alle società under 23 che nelle due sedi di Caravaggio e Viterbo si sono date battaglia con le poche energie rimaste nel finale di stagione per aggiudicarsi lo scudetto di campione d’Italia di categoria. Negli uomini vince la Riccardi Milano mentre la Fondiaria Sai vince il titolo nella categoria donne. Due società di grande valore, la Riccardi in piena crescita e la Fondiaria Sai all’ennesima conferma; due club dai quali imparare e cogliere idee e spunti per l’attività sociale di ogni squadra sul territorio.

La finale argento di Viterbo incorona invece il Cus Palermo in ambito maschile, primo di un soffio sulla E Servizi Atletica Futura Roma e il Mollificio Modenese Cittadella che la spunta sull’Atletica Lecco Colombo Costruzioni.

A livello di risultati, interessante il 5000 di Joel Kimurer Kemboi (Riccardi) che corre in 14’02”58 e il 17.46 di Stefano Vetere (Libertas Amatori Benevento) che scaglia l’attrezzo alla misura di 17,46 che gli vale anche la miglior prestazione italiana dell’anno. Bene anche Marco Fassinotti (Atl. Mizuno Piemonte) a 2.20 nell’alto e Simone Falloni (Studentesca Ca.Ri.Ri) a 65.63 nel martello.

I risultati di Caravaggio sono alla seguente pagina: http://www.fidal.it/2009/COD1981/Index.htm

I risultati di Vitervo sono alla pagina: http://www.fidal.it/2009/COD1982/Index.htm

 

Nella foto di Alessandro Parlante per Atleticanet, la marciatrice Anna Clemente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *