A VOLPIANO DOMINANO LALLI ED EJJAFINI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Una mattinata praticamente perfetta, con temperatura superiore ai 10 gradi centigradi e terreno in ottime condizioni, ha accolto gli atleti pronti a darsi battaglia al Parco Smat di Volpiano per la quinta edizione del Cross della Volpe. Una gara che assumeva una certa importanza per gli italiani, dato che è la seconda di tre prove mediante le quali verranno selezionati i partecipanti alla spedizioni azzurra per gli Europei di Bruxelles. Un percorso che tra l’altro è molto simile a quello di Volpiano.

Tra gli uomini, non delude le attese Andrea Lalli. Il campione europeo under23 in carica se ne va poco prima del terzo dei nove chilometri di gara, e fa corsa di testa con andatura costante fino alla fine. 26:13 il suo tempo finale, alle sue spalle ad una trentina di secondi arriva Stefano La Rosa, reduce come il vincitore da un periodo di allenamento sugli altipiani del Kenia. Gabriele De Nard non riesce a ripetersi dopo la vittoria di Osimo e rimane abbastanza nascosto nel gruppetto degli inseguitori giungendo quinto in 27:03, battuto anche da Buttazzo e da Cannata che nel finale arriva quasi a minacciare il secondo posto di La Rosa.

Non c’è storia nemmeno nella prova femminile, dove l’atleta “di casa” (è infatti tesserata proprio per il Runner Team 99 organizzatore del cross) Nadia Ejjafini fa corsa solitaria di testa sin dall’inizio, cogliendo la seconda vittoria in una settimana dopo Osimo. Un bel modo per festeggiare il recente conseguimento della cittadinanza italiana, anche se le regole IAAF non gli consentono ancora di correre per la nostra nazionale. Dietro di lei non delude le attese nemmeno Elena Romagnolo, all’esordio stagionale, che tenta per un po’ di resistere poi si accontenta di un buon secondo posto. Un buon segnale per lei in vista degli Europei. Terza Fatna Maraoui, a poco di lei arriva Federica Dal Ri precedendo allo sprint Emma Quaglia.

Tra gli junior si impone nettamente Marouan Razine davanti a Michele Fontana. Da segnalare anche il terzo posto di Xavier Chevrier, recentemente campione mondiale di categoria nella corsa in montagna e all’esordio stagionale nella specialità. Nella prova femminile valori confermati rispetto ad Osimo, con il trionfo di Lucia Coli allo sprint su Federica Bevilacqua. Per entrambe a questo punto è ormai certa la presenza a Bruxelles. Tra le altre atlete di spicco sesta Valeria Roffino, mentre unica assente Veronica Inglese, dopo che ne era stata annunciata la partecipazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *