IL PROBLEMATICO CALENDARIO MASTER 2010

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

SatdiodeiMarmiNon è stato ancora ufficializzato sul sito della F.I.D.A.L. il calendario della stagione agonistica 2010, ma ormai date e sedi di effettuazione sono circolati e appaiono certi. Come al solito per quanto riguarda i master le perplessità sono varie e di non poco conto. Su tutti spicca in senso negativo la collocazione della Finale dei Campionati di Società, il 2-3 ottobre a Cagliari. Inoltre esistono punti interrogativi non trascurabili sui Campionati Italiani Individuali all’aperto assegnati a Roma nella tre giorni 2-4 luglio. Ed altro ancora.

Calendario Master 2010 Pista + Corsa su Strada
19-21 febbraio: CAMPIONATI ITALIANI INDOOR (Ancona)
01-06 marzo: CAMPIONATI MONDIALI INDOOR (Kamloops-Canada)
07 marzo: CAMPIONATO ITALIANO MARATONA (Piacenza)
14 marzo: CAMPIONATO ITALIANO CROSS (Capua-Ce)
28 marzo: CAMPIONATO ITALIANO INVERNALE PENTATHLON LANCI (Bari)
02 maggio: CAMPIONATO ITALIANO 10 KM. su STRADA (Telese Terme-Bn)
22-23 maggio: MEETING dell’ADRIATICO (San Benedetto T.-As)
18-19 giugno: Fase Regionale CAMPIONATO di SOCIETA’ (sedi varie)
02-04 luglio: CAMPIONATI ITALIANI su PISTA (Roma)
15-24 luglio: CAMPIONATI EUROPEI STADIA (Nyìregyhàza-Hun)
02-03 ottobre: FINALE CAMPIONATI di SOCIETA’ (Cagliari)
09-10 ottobre: CAMPIONATO ITALIANO PENTATHLON LANCI (Macerata)
10 ottobre: CAMPIONATO ITALIANO MEZZAMARATONA (Agropoli-Sa)

La Finale dei Campionati di Società Master
E’ prioritario prendere in esame questa manifestazione che, come spieghiamo dal 2003 da questo sito informativo, nel mondo dell’atletica master italiana è un appuntamento molto sentito. E’ la seconda manifestazione per partecipazione, dopo i Campionati Italiani Individuali su Pista, ma molto più coinvolgente per chi ha la fortuna di partecipare con la propria società finalista. Negli anni passati sono state alternate organizzazioni di livello molto discontinuo. Ad esempio nel 2008 a Formia abbiamo assistito (subito) ad una “gestione parrocchiale” della Finale C.d.S. Master; davvero ingiustificabile. Per opposto nel 2009 quella di Firenze la potremmo definire una “gestione di lusso”; talmente ben riuscita da consigliarne la replicarla anche un altro anno, magari subito nel 2010. Riuscita per due ragioni in particolare: un impianto ottimale, come nessun altro in Italia; più un apparato di gestione delle gare finalmente (per i master) degno di un campionato italiano. Ora perché appare una scelta molto problematica quella di disputare dal 2 al 4 ottobre la finale C.d.S. Master a Cagliari? Il primo aspetto che salta subito alla mente sono i costi a carico delle società che lieviteranno per molte in misura insopportabile. E’ immaginabile che un numero non trascurabile di società che avranno acquisito il diritto di disputare la Finale Nazionale poi invece saranno costrette a disertare l’appuntamento. E non ci sono solo ragioni negative legate ai costi. Per molti atleti si porrà il problema di programmare una trasferta con tempi più lunghi che finirebbero per cozzare con gli impegni di lavoro e quindi con il forzato impedimento a partecipare. Inoltre si pongono in questa situazione di altre complicazioni non secondarie: a) i collegamenti tra alberghi, impianto delle gare e aeroporto, con prevedibili contrattempi; b) un apparato di giudici-gara e segreteria all’altezza, che è da escludere sia reperibile in ambito isolano. Insomma quello che viene avanti è un “disastro annunciato”. Pare che la manifestazione sia stata assegnata a Cagliari per mancanza di altre sedi candidate. Non è una ragione valida per giustificare una scelta sbagliata. Invece se ne trae di nuovo l’idea che chi opera queste scelte faccia conto su una inesauribile capacità di adattamento e di sopportazione da parte dei master. Sbagliato! Forse, presto, cominceranno ad arrivare lamentele da più parti; e forse la protesta potrebbe trovare anche forme organizzate collettive. Nella Federazione farebbero bene a esaminare il “caso” per tempo, valutando anche soluzioni alternative a Cagliari. Si può fare ed è ancora possibile. Di nuovo a Firenze, oppure a Cesenatico o qualcosa di simile. Sveglia!

I Campionati Italiani Individuali
Si sa per voce di popolo che questi Campionati sono stati assegnati all’organizzazione della società Romatletica e quindi da disputare tra il 2 e il 4 luglio a Roma. Tralasciamo il discorso sui costi individuali e quindi quello delle tariffe alberghiere della Capitale in alta stagione, qual è quella dei giorni previsti; tariffe assai elevate già normalmente; a meno di non voler pernottare molto decentrati. Il punto principale è che al momento non è dato sapere dove si gareggerà, in quale impianto. Se la cosa la si vuol vedere con occhi ottimistici allora possiamo credere a quanto ci viene promesso e cioè che per tutti ci sarà il “regalo” di competere nello Stadio Olimpico e/o nell’attiguo Stadio dei Marmi. Scenari inconsueti per i master; a meno di non essere stati tra quelli che hanno disputato i Campionati Mondiali Master del 1985. Purtroppo, così non è dato per certo. Anzi affatto. Si sta procedendo nella speranza fideistica che l’amministrazione comunale romana conceda l’uso di questi stadi gratuitamente, invece di pretendere tante decine di migliaia di euro giornalmente, come da tariffe ordinarie. Così si fa avanti un altro scenario, dalle sembianze totalmente opposte, dato che nella Capitale la situazione degli impianti di atletica leggera è prossima a quella che si suole definire da “terzo mondo”. E se alla fine dei giochi si finisse per gareggiare ad Ostia, tanto sempre comune di Roma è?! Insomma ci si chiede come sia possibile galleggiare in questa indeterminatezza; con quale credibilità e fiducia da parte di noi master. In Svizzera da ottobre già conoscono tutti i dettagli del “Calendario gare 2010”, compresi gli orari-gara. Va bene noi non siamo svizzeri, ma almeno un poco europei vogliamo sforzarci di esserlo?!

I Campionati di chi corre lungo
E’ singolare come i tre principali appuntamenti di campionato “non-stadia” per i fondisti siano tutte tre programmati nel 2010 in Campania: 1°) il 14 marzo il Campionato Italiano di Cross a Capua (Caserta): 2°) il 2 maggio il Campionato Italiano di Corsa su Strada 10 Km. a Telese Terme (Benevento); 3°) il 10 ottobre il Campionato Italiano di Mezzamaratona ad Agropoli (Salerno). Tra l’altro sono le tre tappe determinanti per la classifica della SuperCoppa Master. Sarà una casualità, ma è ben strano che il responsabile programmatore del calendario nazionale non se ne sia reso conto e quindi non abbia capito l’anomalia che rischia ancora una volta di penalizzare la partecipazione complessiva a questi appuntamenti di campionato federale. Non ci si dica che è un nostro vizio pensar male. Qui si persiste invece nel non voler tenere nella giusta considerazione le esigenze dei destinatari del calendario-gare: atleti e società. Ancora una volta prima sono venute altre logiche ed interessi. Così è stato negli anni passati e così si ripropone il danno anche nel 2010, non ostante da più parti (da società, da comitati regionali ed anche da siti internet indipendenti) questo tipo di osservazioni vengano sollevate da ormai troppi anni. Purtroppo per la F.I.D.A.L. continua a valere il detto: “non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *