MARIO LONGO 6″97 SUBITO MONDIALE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

LongoLa stagione indoor master parte subito con il gran botto di Mario LONGO (21/08/1964 – MM45, Atletica Marano) che da Napoli s’è presentato ieri in gara ad Ancona nei 60 metri. Prima ha corso la batteria in 7″02 (eguagliando il vecchio record mondiale M45). Poi in finale ha sbaragliato tutti (quanti ragazzini castigati!) per fermare il cronometro sul tempo di 6″97, cioè cinque centesimi meglio del tempo che Stan WHITLEY ottenne nel 1991. Grande Mario!!! E’ stata una sorpresa per tutti, amici in particolare, perché il velocista partenopeo aveva fissato pubblicamente l’appuntamento con il record il prossimo 7 febbraio a Ponticelli. Se questo è l’inizio non osiamo pensare cosa saprà fare più avanti LONGO.

Sul piano statistico ora ci troviamo però nella solita confusione italica, perché qui celebriamo il nuovo record mondiale M45 di 6″97, ma nella lista dei record master riconosciuti dalla F.I.D.A.L. il record MM45 resta il crono di 6″94 corso da LONGO il 7 febbraio 2009, quando però non aveva ancora compiuto i 45 anni. Evidentemente noi apparteniamo ad un altro pianeta in atletica e non solo. Ricordiamo che Atleticanet definisce quella prestazione del 2009 “miglior prestazione italiana pre”, per distinguere le situazioni e non fare torto a nessuno. Passando invece alla valutazione della sua nuova prestazione va detto che le attuali tabelle di comparazione in uso alla W.M.A. equiparano il 6″97 ad un tempo di 6″391 in valore assoluto. Il tempo di 6″94 dello scorso anno valeva invece 6″412. Come dire che ieri ad Ancona Mario LONGO ha stabilito la “miglior prestazione comparata” sui 60 metri indoor di tutte le categorie dell’atletica italiana. Vogliamo inoltre aggiungere questa annotazione: il vecchio record era stato stabilito nel lontano 1991 (19 anni fa) da Stan WHITLEY, che è ancor oggi ben presente sulla scena dell’atletica master mondiale: 2° ai Mondiali del 2007 a Riccione sui 100 metri e nel 2009 ancora capace di 12″60 a quasi 63 anni. Come dire che per LONGO esistono anche grandi prospettive di longevità atletica. Del resto la sua corsa è un esemplare mix di agilità ed elasticità, niente affatto il prodotto di ipermuscolarità.

Ad Ancona però c’è stato altro di significativo in chiave master. Nel salto con l’asta Giacomo BEFANI (08/01/1970 – SM/M40, Atletica Libertas Orvieto) è decollato fin oltre quota 4,80mt. andando così a pigliarsi la nuova miglior prestazione italiana indoor MM40, precedente 4,60mt. di Fulvio ANDREINI nel 2007.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *