SHOW DI JESSICA ENNIS A GLASGOW

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

090816ennis--125040741449011200Si apre a Glagow la stagione europea indoor di alto livello con l’Aviva International Match, sfida a squadre tra nazioni o meglio tra rappresentative, dato che a Regno Unito, Svezia, USA e Germania si affianca una selezione del Commonwealth.

Grande protagonista di giornata è la campionessa del mondo di eptathlon in carica Jessica Ennis, che mette a segno una fantastica doppietta. Il suo primo trionfo arriva nei 60ostacoli dove, nonostante la sua prestazione non concorresse al punteggio di squadra, alla vittoria aggiunge il nuovo record britannico con 7.95. Grande sconfitta della gara la statunitense Lolo Jones, che arriva seconda con 7.97 e si giustifica poi con le difficoltà del viaggio e del correre “in trasferta” rispetto alla rivale, a cui comunque riconosce di aver disputato un’ottima gara.

Non è finita qui però: un’ora dopo per la Ennis arriva la doppietta personale, grazie all’1.94 che le consente di imporsi nella gara di salto in alto e di sfiorare un altro record britannico. A fine giornata verrà “premiata” consentendole di portarsi a casa la coppa riservata alla squadra vincitrice.

La vittoria a squadre del Regno Unito, detto della Ennis, arriva grazie alle importanti vittorie, tra le altre, di Pickering sui 60 metri, Baptiste sui 200 metri (delude Shawn Crawford, decisamente sottotono e solo quarto alla fine) e Tomlinson nel lungo. Secondi classificati a tre punti di distanza gli USA, per i quali fanno bene soprattutto Carmelita Jeter, facile vincitrice dei 60 piani con 7.19, e David Oliver, che rimedia ad una partenza orrida e si impone nei 60 ostacoli.

Terza la Germania davanti al Commonwealth, principalmente grazie alla sorprendente vittoria di Robin Schembera sugli 800 metri, che approfitta del ritmo lento per battere con un poderoso sprint finale Mbulaeni Mulaudzi. Ultimo posto per la Svezia, e poco altro da segnalare nella giornata di Glasgow, se non la prepotente candidatura della Ennis a recitare un ruolo da assoluta protagonista a Doha. Per le intanto si parla già della possibilità di battere il record mondiale indoor, e se lo stato di forma sarà sempre quello mostrato oggi tutto sembra possibile.

RISULTATI

fonte: iaaf.org – foto: thefirstpost.co.uk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *