FINE SETTIMANA NEL SEGNO DELL’ASTA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Quello che si è appena concluso è stato un fine settimana molto avvincente per quanto riguarda l’atletica al coperto, soprattutto nel salto con l’asta, dove, Elena Scarpellini e Anna Giordano Bruno si sono sfidate a distanza a suon di primati italiani.

Partiamo da Ancona, dove già da ieri si è respirata aria di grandi prestazioni. Nella gara di salto con l’asta la bergamasca Elena Scarpellini dell’Aeronautica è riuscita a salire a quota 4.40m senza compiere errori, uguagliando così il primato italiano della Giordano Bruno. Ed è stata la stessa Anna Giordano Bruno qualche ora dopo a scalzare la compagna dalla vetta, innalzando il record italiano a 4.50m al termine di una gara spettacolare. Un’altra protagonista del sabato pomeriggio è stata la friulana Marzia Caravelli in forza al Cus Cagliari, che ha vinto sia la gara dei 60hs in 8.27, nuovo record personale, sia quella dei 200m in 24.77.

Per la giornata di oggi era in progamma il Klass Meeting, che non ha certo tradito le attese. Il miglior risultato è stato quello di Maria Aurora Salvagno dell’Aeronautica che nei 60m si è imposta in 7.43 sulla velocista dell’Esercito Ilenia Draisci, segnando così la nuova migliore prestazione italiana dell’anno. Da segnalare anche nella gara maschile il buon 6.73 fatto segnare da Giovanni Tomasicchio dell’Atletica Riccardi Milano. Buone prestazioni sono state fatte segnare anche da Lorenzo Catasta delle Fiamme Gialle, che nell’asta ha vinto la gara salendo a quota 5.20, da Chiara Bazzoni dell’Esercito che ha corso i 400m in 54.03 e dal serbo Goran Nava della Pro Patria Milano che nei 1500m ha chiuso la gara in un eccellente 3:40.65.

Passiamo ad Udine dove, oltre alla grande prestazione della Giordano Bruno già descritta in precedenza, va segnalato anche l’ottimo 6.68 nei 60m del velocista dell’Aeronautica Jacques Riparelli, che così stacca il biglietto per i prossimi mondiali indoor di Doha. Non da meno è stata la giovanissima Alessia Trost della Brugnera Friulintagli che nel salto in alto ha esordito in categoria assoluta con un buon 1,75, mentre nella gara maschile Nicola e Giulio Ciotti hanno superato con successo i 2.20m ma alla fine è stato Giulio ad aggiudicarsi la vittoria.

A Modena, invece, buon esordio stagionale nel salto triplo per il carabiniere Fabrizio Schembri che salta a 16,22m. Nel salto con l’asta Matteo Rubbiani dell’Aeronautica sale a quota 5.20m , mentre nell’alto Elena Brambilla delle Fiamme Azzurre salta 1.87m. Nelle gare di velocità, invece, da segnalare solo il 6.87 del velocista dei Carabinieri Alessandro Guazzi ed il 7.56 di Udochi Judy Ekeh della Reggio Events nella gara femminile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *