36° ROMA – OSTIA, VINCONO KIMELI E TIMBILIL

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
RO1_copyTanto per cambiare dominio keniano alla XXXVI mezza maratona Roma – Ostia. Ad imporsi fra gli uomini è stato Peter Kimeli in 1h01’51”, mentre Alice Timbilil ha portato a casa la vittoria tra le donne coprendo i 21.095m in 1h10’34”. Non hanno sfigurato gli italiani, grazie a Rosalba Console delle Fiamme Gialle, giunta seconda sul traguardo a venti secondi dalla vincitrice e a Cosimo Caliandro (Fiamme Gialle) e Daniele Meucci (Esercito), giunti quarto e quinto in classifica ma con lo stesso tempo finale (1h02’41”).

Entrambe le gare si sono decise al 18° km. Sia la Timbilil che Kimeli hanno attaccato infatti ai 3km dall’arrivo, scrollandosi di dosso gli avversari che ancora erano riusciti a restargli in scia, rispettivamente la Console e l’altro keniano William Todoo Rotich (giunto sul traguardo in 1h02”53).

Fra le donne la gara è stata subito una questione a due. La possibile terza in comodo, la francese Christelle Daunay, si è staccata poco dopo la partenza, non riuscendo più a ricucire lo strappo. Stessa sorte sembrava sarebbe toccata alla finanziera poco prima del 9° km, quando ha dovuto fermarsi per allacciarsi una scarpa, ma già al passaggio del 10° km le due atlete di testa erano di nuovo insieme.
Più emozionante lo svolgimento fra gli uomini. Nelle prime fasi di gara a comporre il gruppo di testa c’era un nutrito drappello che comprendeva, tra gli altri, Daniele Meucci, l’etiope Tijuba Megersa (terzo alla fine) e Keitany Elijah (superato allo sprint sia da Caliandro che da Meucci). A dare il via ai contenziosi ci hanno pensato Megersa con l’altro etiope Mulatu Mengesha Hailemeskel e il vincitore finale, al 10° km. Gradualmente si sono poi allontanati tutti dalla testa della corsa, lasciando al comando il duo keniano che è poi arrivato in volata al traguardo.

La manifestazione è stata negativamente condizionata dalle condizioni atmosferiche. A far la da padrone sul percorso capitolino è stato infatti il vento, che ha soffiato incessantemente per tutta la durata della gara, infastidendo gli atleti particolarmente negli ultimi 2km, quelli percorsi sul litorale di Ostia. Il vento in quel tratto era infatti completamente contrario ed è stimata in 40/50” la perdita a livello cronometrico subita proprio nella parte finale della gara.

Ad Alice Timbilil è andato il bonus per avere concluso prima in assoluto la corsa. Le donne erano infatti partite 9 minuti prima degli uomini, per aggiungere del pepe alla manifestazione. Dato che nessuno della gara maschile è riuscito ad agguantare la 26enne keniana, il premio finale è andato alla vincitrice di quella femminile.

A livello organizzativo la manifestazione è stata comunque un grande successo. 8520 gli arrivati al traguardo, più di 500 in più rispetto all’anno scorso, tra i quali 1130 erano donne. Entrambi sono numeri da record per una mezza maratona in Italia.
Per chi si fosse perso al diretta, la replica della corsa andrà in onda domani (lunedì 1 marzo) alle 13.20 su RaiSport Più.

fonte foto: Simone Proietti per Atleticanet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *