AL VIA I 4° CAMPIONATI MONDIALI INDOOR MASTER

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

logo_Kamloops2010Da domani a sabato prossimo la remota cittadina canadese di KAMPLOOPS (circa 90mila residenti) ospiterà la 4° edizione dei Campionati Mondiali Indoor Master, la prima nel continente nordamericano dopo le tre precedenti edizioni tutte disputate in Europa a: Sindelfingen 2004, Linz 2006, Clermont-Ferrand 2008.

Sarà una manifestazione che soffrirà una partecipazione al limite della decenza e forse oltre questo limite. Il segno di questo stato d’insufficienza lo si è avuto con la data limite d’iscrizione, posticipate prima al 23 gennaio e poi ancora al 9 febbraio. Si presume che a partecipare saranno poche centinaio di atleti, in misura preponderante statunitensi e canadesi, un centinaio scarso di tedeschi (mai così pochi) …e circa 25 azzurri. Comunque sarà una partecipazione selezionata da cui emergeranno atleti di grande valore ed anche diverse prestazioni record di notevole spessore.

Le riflessioni di solito si fanno a cose fatte, però in questo caso non ci si sbilancia troppo ad anticipare alcune questioni. La prima è sicuramente sul senso di sostenere una manifestazione come questa, con una presenza di atleti palesemente poco rappresentativa della qualifica di “campionato mondiale” e con l’assegnazione di titoli che vanno perdendo valore e prestigio. L’esperienza fin qui accumulata dimostra che una massa critica degna di un campionato internazionale la si raggiunge sicuramente solo quando queste manifestazioni sono programmate in Europa. Già la World Masters Athletics ha dovuto arrendersi all’evidenza di un Campionato Mondiale Non-Stadia privo di senso dopo l’esperienza in Nuova Zelanda nel 2004, tant’è che questo campionato al momento è sospeso dalla sua programmazione. Anche i Campionati Mondiali Indoor dopo Kamloops rischiano di finisce nello stesso cul-de-sac. La prossima edizione di questi campionati (nel 2012) è già stata assegnata alla località finlandese di Jyväskylä, ma è facile immaginare finirà per essere poco più che un campionato continentale, che seguirà i Campionati Europei Indoor di Gent in Belgio del 2011.

Insomma chi dirige la nostra Federazione Mondiale s’è illuso di poter inseguire (o scimiottare) la consorella I.A.A.F. senza averne la consistenza e le risorse economiche. Senza realismo e senso della misura. Sarebbe tempo di qualche ripensamento nel senso della sobrietà; ed invece assistiamo alla nascita di cloni, come i World Master Games e gli European Master Games che erodono partecipanti ai campionati mondiali ed europei. Come farglielo capire a questi maniaci della giacca blù o bordeau con bottoni dorati? Comunque per chi si sarà auguri di buone gare e fsorza azzurri!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *