WEEK-END DI CROSS COUNTRY INTERNAZIONALE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

340xWeek end di Cross Country Mondiale: dal Giappone al Lussemburgo antipasto iridato; test prima dei mondiali di fine marzo dove i “cannibali” africani lasceranno le briciole…

E’andata in scena nel week-end l’edizione numero 24 del cross di Fukuoka in terra giapponese, gli stessi prati dell’edizione iridata 2006, l’ultima che vide la prova del cross corto nel contesto mondiale. Sabato 27 invece i padroni di casa hanno fatto valere il fattore campo in quella che è stata la terz’ultima tappa degli Iaaf Cross Country Permit Meeting, che ci porteranno a fine marzo ai mondiali di Polonia.

Gara maschile, sulla distanza di 10km,  subito accesa da un mille in 2’49’’ con il drappello di orientali a imbrigliare sin da subito le ambizioni del keniano Joseph Birech, giapponesi galvanizzati da quelli che erano una sorta di veri e propri trials per guadagnarsi un posto in squadra. Ritmo che diventa forsennato dal settimo kilometro dove sono in sette a giocarsi la vittoria che và a Tetsuya Yoroizak (29’04’’) a precedere in volata Akinobu Murasawa di soli due secondi. Più staccato il duo composto da Hiroyoshi Umegae e Yuki Sato rispettivamente terzo e quarto, con Sato capitano della formazione nipponica che cercherà di far meglio del 93° posto iridato di Edimburgo 2008. Solo quinto il keniano Joseph Birech che era campione uscente dell’edizione 2009.

Al femminile, 6km di tracciato è la britannica Freya Murray ( classe 83, nona all’Eurocross di Dublino con sei caps iridate e 64^ a Fukuoka 2006 nel corto donne) a cercare di rovinare la festa nipponica. Non le riesce però nel finale di battere la giovane Kazue Kojima, (classe 87) che la spunta in volata (19’32’’ davanti di un solo secondo alla britannica). Gara caratterizzata da una partenza veloce ( 3’15’’ al mille) con la britannica a fare sul serio dal 4° km per scrollarsi di dosso le orientali ; terza Hitomi Niiya (19’40’’) davanti a Risa Takenaka quarta a precedere il drappello di connazionali. Disputatesi anche le gare juniores di selezione iridata; tra le donne la spunta Nakako Izawa (19’50’’ sui 6km ) , mentre tra i pari età maschi, non sono gli “occhi a mandorla” del keniano Steven Njeri ( studente in quel di Fukuoka) a vincere. E’ difatti secondo Kazuto Nishiike (23’23’’ sugli 8km del tracciato) preceduto di tre secondi dall’africano.

Risultati Uomini 10Km
1. Tetsuya Yoroizak  29:04
2. Akinobu Murasawa  29:06
3. Hiroyoshi Umegae  29:11
4. Yuki Sato  29:15
5. Joseph Birech (KEN)  29:18 
6. Kazuya Deguchi  29:24

Risultati Donne  6Km
1. Kazue Kojima 19:32
2. Freya Murray (GBR)  19:33
3. Hitomi Niiya  19:40
4. Risa Takenaka  19:45
5. Yuko Shimizu  19:46
6. Yuko Mizuguchi 19:47

Fonte: www.iaaf.org

Nella foto la vincitrice della prova femminile ( fonte www.daylife.com) in occasione della sua partecipazione iridata 2008.

Circuito di Cross IAAF che si sposta dall’oriente sino ai Paesi Bassi più precisamente in Lussemburgo per la penultima tappa, in occasione della 40^ edizione dell’Eurocross di Diekirch, domenica 28 febbraio, edizione senza particolari nomi di spicco.
10 Km maschili a pannaggio del burundiano Onesphore Nkuzimana vincitore in 27’17” davanti al duo francese  Najim El Qadi (27’22) e Irba Lakhal (27’33”) terzo a precedere il polacco Kamil Poczwardowski (27’35”) e il keniano Elisha Meli, quinto in 27’48”.
Sui 5,35 km del tracciato femminile bissa il successo della precedente edizione l’etiope Mimi Belete (17’03”) davanti alla francese Maryline Pellen (17’14”) che in volata supera l’altra portacolori dell’Etiopia Almenesh Belete (17’16”) a completare il podio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *