A Nicolosi il 34° Campionato Regionale Amatori/Master di cross

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

SoffiettoLa Pineta dei Monti Rossi a Nicolosi come il «Giardino dell’Eden», un paesaggio paradisiaco con l’Etna sornione avvolto in un manto di neve e il pennacchio bianco su in cima. Nell’equinozio di primavera uno splendido sole fin dal primo mattino ha salutato tutti partecipanti al 4° EtnaCross, valido come 34° Campionato Regionale Amatori/Master di corsa campestre. L’ennesima perla organizzativa dell’Unione Sportiva “Monti Rossi” Nicolosi, punte di diamante le due Finali Nazionali dei Giochi della Gioventù (1985 e 1995) e il 7° Campionato Italiano Amatori/Veterani (1989). Gli artefici di questo pieno successo sono stati il presidente della società Salvatore Guglielmino, i consiglieri Giuseppe Di Mauro, Assessore allo Sport del Comune di Nicolosi, il veterano Domenico Rizzo, Alfio Di Stefano, Francesco Aiello, Salvatore La Penta.


Il vicepresidente della Fidal Sicilia Nuccio Leonardi, intervistato dall’attento speaker Giuseppe Marcellino nelle battute iniziali della manifestazione, ha voluto esprimere la sua soddisfazione per l’attività amatoriale, lo zoccolo duro e fiore all’occhiello dell’atletica siciliana. Leonardi ha messo in luce anche il lavoro appassionato di Pino Giordano, responsabile Fidal del settore Amatori/Master e ideatore di questo circuito nel 1995. La seconda prova del 16° Grand Prix Sicilia Amatori/Master di corsa ha dato spettacolo sul tracciato di sabbia vulcanica con più di 400 atleti al via, divisi in tre serie, per la contesa dei titoli regionali di cross in nove categorie femminili e dieci maschili. Le donne e i veterani da 60 anni e oltre hanno aperto le tenzoni e Antonina Lo Presti (Pod. Messina) ha sbaragliato il campo dei concorrenti sui km 4,100, pari a tre giri del percorso. La 34enne messinese è partita in testa sin dal primo metro e non è stata più impensierita da nessuno, neanche dai maschi, 16’57” il suo tempo al traguardo, ammirata da tutti gli spettatori. Distanziato di 19” lo sciclitano Giovanni Finielli (Castello Città di Modica), campione siciliano di cross M60 davanti a Giuseppe Ruggeri (Marathon Club Taormina) 17’25” e Gaetano Reale (Nuova Atl. Niscemi) 17’33”. Quinto Giuseppe Turco (Pietro Guarino Rosolini) 17’56”, seguito dalla brava Irene Susino (Road Runner Gela), prima F35 in 17’57”. Finielli, 60 anni a luglio, aveva conquistato un mese prima ai Campionati italiani indoor Master di Ancona l’oro negli 800 e l’argento nei 1500. Qui i catanesi hanno vinto cinque titoli con l’immarcescibile Ciccio Sabatino (M65), l’atleta calatino campione italiano juniores dei 3000 metri il 13 giugno 1964 a Bologna, Daniela Aliquò (F45), terza donna, Maria Cristina Pantò (F55), Teresina Tonazzo (F75) che ha preceduto la più giovane Adele Ardizzone (F65), rispettivamente 75 e 66 anni.

Un altro protagonista nella seconda serie sui km 6,050 (cinque giri), riservata alle categorie M45, M50 e M55, Carmelo Cannì (Pod. Road Runner Gela), già in vantaggio di otto secondi nella prima tornata su Gaetano Immesi (Universitas Palermo) e Filippo Di Natale (Atl. Misterbianco), costui ritornato quasi ai livelli di un tempo. Per Cannì titolo M45 in 23’35”, ai posti d’onore Immesi (23’45”) e il piazzese Ettore Rivoli (Lib. Atl. Bellia Piazza Armerina) 23’55”, primo M50. Campione M55 e quarto arrivato Giuseppe Pollicino (Pol. Milazzo) in 24’06”, bronzo ai Campionati italiani di cross a Capua la settimana precedente. Nell’ordine poi Antonino Mannino (Universitas Palermo) 24’10”, l’altra vecchia gloria Raffaele Santoddì (Atl. Caltagirone), 57 anni, 24’14” e Di Natale (24’20”). Combattuta l’ultima serie, sempre sui km 6,050, per i TM, M35 e M40, in quattro si sono dati aspra battaglia, Giovanni Soffietto e Dario Nicchitta dell’Universitas Palermo, Geri Interrante (Avis Castell’Umberto), Alfio Scalisi (Atl. Sant’Anastasia). Al terzo passaggio si è staccato Nicchitta e al quarto Scalisi di Belpasso. Tra i due atleti rimasti in testa, alla fine il partinicese Soffietto ha prevalso su Interrante, 21’46” contro 21’52”, vincitori delle rispettive categorie M35 e M40. Scalisi, 36 anni, sul terreno di casa ha chiuso al terzo posto in 22’00” e Nicchitta al quarto in 22’13”. Il titolo TM è andato a Filippo Arena della Lib. Atl. Bellia (22’17”). Soffietto, nato a Partinico il 16 giugno 1973, corre dall’età di 13 anni, scoperto dal prof. Leonardo D’Orio. Il più forte dei nostri è stato Alfio Luca Messina (Pol. Tremestieri Etneo), quindicesimo assoluto in 23’23”.

Nella foto Giovanni Soffietto, vincitore della terza serie.

TUTTI I CAMPIONI SICILIANI AMATORI/MASTER 2010 di corsa campestre

DONNE

TF

Antonina Lo Presti

Pod. Messina

16’57”

km 4,100

F35

Irene Susino

Pod. Road Runner Gela Cl

17’57”

km 4,100

F40

Monica Accardi

Cus Palermo

18’47”

km 4,100

F45

Daniela Aliquò

Scuola di Atl. Leggera Catania

18’46”

km 4,100

F50

Rosa Maurici

Pol. Athlon Ribera Ag

20’51”

km 4,100

F55

Maria Cristina Pantò

Pol. Tremestieri Etneo Ct

21’56”

km 4,100

F60

Rosaria Lanza

Atl. Lentini Sr

25’03”

km 4,100

F65

Adele Ardizzone

Pod. Jonia Giarre Ct

38’02”

km 4,100

F75

Teresina Tonazzo

Unvs Fontanarosa Catania

36’49”

km 4,100

UOMINI

TM

Filippo Arena

Lib. Atl. Bellia P. Armerina En

22’17”

km 6,050

M35

Giovanni Soffietto

Universitas Palermo

21’46”

km 6,050

M40

Geri Interrante

Avis Castell’Umberto Me

21’52”

km 6,050

M45

Carmelo Cannì

Pod. Road Runner Gela Cl

23’35”

km 6,050

M50

Ettore Rivoli

Lib. Atl. Bellia P. Armerina En

23’55”

km 6,050

M55

Giuseppe Pollicino

Pol. Milazzo Me

24’06”

km 6,050

M60

Giovanni Finielli

Castello Città di Modica Rg

17’16”

km 4,100

M65

Ciccio Sabatino

Atl. Caltagirone Ct

18’27”

km 4,100

M70

Domenico Barone

Cinque Torri Trapani

20’59”

km 4,100

M75

Francesco De Trovato

Amatori Palermo

25’24”

km 4,100

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *