Usain Bolt fenomenale a Kingston (video)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il giamaicano esordisce alla grande sui 200 metri, davanti alla sua gente, nel tradizionale Jamaica Invitational a Kingston. Una volata strepitosa da 19.56, mai così forte in questo periodo di stagione.

Una partenza bruciante, per far capire che anche quest’anno lo sprint sarà suo regno incontrastato. Bolt sorprende tutti a Kingston con un 19.56 sui 200 che si colloca come quarto tempo di sempre sulla distanza, una prestazione incredibile, considerando che arriva al debutto di una stagione di “riposo” per il fenomeno delle piste. Queste almeno erano le intenzioni a detta dello stesso Bolt, niente grandi manifestazioni e quindi velocità più contenute per riposarsi un po’ e prepararsi all’accoppiata Mondiali di Daegu e Olimpiadi di Londra.

Per ora l’accelerazione in curva ed il lanciato irrefrenabile in rettilineo sembrano smentire tutto ciò, Bolt ha remato forte, lasciando gli avversari a distanze siderali. Compreso un ottimo Wallace Spearmon, secondo in 19.98, ma divorato già all’uscita della curva dall’amico giamaicano. Nel 2009 di Bolt, per trovare una prestazione paragonabile al 19.56 di questo esordio stagionale bisogna arrivare al 7 luglio, quando a Losanna corse in 19.59, come dire che il giamaicano si trova avanti di almeno un paio di mesi rispetto allo scorso anno.

Se poi si considera che non c’è stato neanche l’aiuto del vento, misurato a -0,8 m/s, ben si può comprendere il valore dell’impresa di Kingston. Una progressione tirata, quasi fino alla fine, perché negli ultimi appoggi il giamaicano si è lasciato andare per accogliere gli applausi della sua gente, di uno stadio tutto per lui. Insomma si prospetta un 2010 ancora nel segno di Usain Bolt e delle sue imprese. Probabilmente se ne dovrà far una ragione anche lo  statunitense Tyson Gay, amico-rivale del giamaicano, impegnato a Kingston sui 400 metri, dopo la bella uscita under 45” di qualche settimana fa. Stavolta Gay ha corso in 45.05, prestazione che comunque consolida il valore dell’americano sulla distanza.

Ancora Giamaica nel giro di pista femminile, con il successo di Novlene Williams in 50.32, mentre sui 200 è Veronica Campbell a vincere in un tranquillo 22.60. Ritmi più elevati sui 100 femminili, con la sfida Jeter-Stewart vinta dalla prima in 10.94 contro 10.96 della giamaicana. Tra gli uomini è invece Nesta Carter a fare il vuoto in 10.09, con Darvis Patton e Richard Thompson a seguire con 10.23 e 10.25.

Sugli ostacoli bei successi di Ginnie Powell prima sui 100 in 12.72, e Dwight Thomas, vincitore dei 110 in 13.33. Kerron Clement e Josanne Lucas si aggiudicano invece il giro di pista, grazie ad un buon 48.55 per l’americano e ad un più normale 54.96 per la ragazza di Trinidad.

Ottima condizione di forma poi per Chaunte Howard, prima nell’alto con 2 metri e vittoriosa anche nel salto in lungo con 6.61. Da segnalare infine nel peso l’ottimo 21.50 del solito gigante statunitense Christian Cantwell.

 

TUTTI I RISULTATI

Foto: Usain Bolt dopo l’oro e record mondiale sui 100 metri ai Mondiali di Berlino (Simone Proietti per Atleticanet)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *