Golden Gala, il 10 giugno sarà edizione speciale

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Si avvicina il gran giorno per il tradizionale meeting romano, l’occasione per celebrare i 30 anni di una manifestazione che ha portato a Roma i più grandi campioni dell’atletica mondiale. Nella sala stampa dello Stadio Olimpico sono stati svelati tutti i dettagli dell’importante tappa di Diamond League.

Trent’anni son passati dalla felice intuizione di Primo Nebiolo, con il Golden Gala consacrato come uno dei meeting più fascinosi al mondo e divenuto un fiore all’occhiello per l’atletica italiana. Il Presidente del Coni Gianni Petrucci, il Presidente Fidal Franco Arese, il Segretario generale Coni Raffaele Pagnozzi e il delegato allo sport del Comune di Roma Alessandro Cochi, alla presenza del meeting director Anna Riccardi e del Direttore Generale Diego Nepi Molineris, hanno presentato l’imminente edizione di un Golden Gala rinnovato rispetto al passato per una serie di ragioni. A cominciare dalla formula del circuito, sviluppato non più sui sei meeting europei di Golden League, ma sui 14 della Diamond League, distribuiti in tutto il mondo. Poi la data, anticipata di circa un mese “per cercare di coinvolgere di più le scuole” come ha dichiarato il Presidente Arese, e di giovedì per non sovrapporsi con le partenze del weekend.

Ma una delle novità maggiori risiede nella nuova partnership fra Fidal e Coni Servizi per l’allestimento dell’evento. Come sottolinea il Presidente Coni Gianni Petrucci “il 10 giugno sarà una data felice perché il Coni organizzerà il Golden Gala insieme alla Fidal, la federazione regina di tutti gli sport…la scommessa è di riempire lo Stadio Olimpico non solo con il calcio”. A tal proposito le tribune dello Stadio Olimpico saranno rese accessibili solo per i settori più bassi ad eccezione della Monte Mario, al fine di concentrare il pubblico e migliorare il colpo d’occhio.

Sono onorato della partnership con Coni Servizi” risponde il presidente Arese “il Golden Gala è una delle rare manifestazioni di sport ad andare in onda in prima serata sulla Rai, volevamo rimanere in Diamond League e l’abbiamo spuntata”.

Altre novità di quest’anno riguarderanno la settimana dedicata all’atletica, con Giochi studenteschi e Italiani master che orbiteranno proprio attorno al meeting, per consentire a tutte le fasce di età che praticano l’atletica leggera di assaporare l’atmosfera del meeting, di calcare le piste dei campioni e portare per una settimana l’atletica al centro dell’attenzione.

Dal punto di vista tecnico si preannuncia ancora un grande meeting con parecchie presenze di lusso: Kenenisa Bekele, Blanka Vlasic, Asafa Powell, Jeremy Wariner, Barbora Spotakova, Shelly Ann Fraser, Melaine Walker, Gerd Kanter, Christian Cantwell, sono solo alcuni degli assi che si esibiranno a Roma.

Il Golden Gala rappresenterà anche una tappa importante di avvicinamento agli Europei di Barcellona. Molti azzurri scenderanno in pista per testare lo stato di forma, tra questi i due testimonial del meeting, Andrew Howe e Antonietta Di Martino. Il saltatore reatino tornerà a far girare i motori sul rettilineo dei 100 metri, ancora non al massimo per saltare in lungo. L’operazione al tendine di Achille richiede pazienza, gli sforzi vanno calibrati. “Per arrivare all’alba non c’è altra via che la notte, e quest’anno sarà l’anno dell’alba” dice Andrew, carico quanto basta per tornare alle gare.

La Di Martino proverà a ripetere il successo di un anno fa, nonostante il periodo di stop invernale che le ha fatto perdere quasi un mese e mezzo di preparazione. “Ho avuto la mononucleosi, mi sentivo spesso stanca in allenamento, pensavo fosse solo stress invece poi le analisi hanno confermato la malattia. Ora sto bene, spero di recuperare rapidamente la condizione per trovare il massimo della forma agli Europei di Barcellona. Mi mancano le gare”.

Per concludere Il Segretario del Coni Raffaele Pagnozzi ha documentato il budget del Golden Gala, pari a circa 1.844.000 Euro. Tante saranno le iniziative parallele che coinvolgeranno enti locali e associazioni, con la Fidal a seguire più la parte tecnica mentre Coni Servizi si occuperà dei settori commerciali e di marketing. I biglietti sono acquistabili sul sito www.ticketone.it, per vivere le straordinarie emozioni dello Stadio Olimpico e celebrare al meglio i 30 anni di grande atletica a Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *