C.D.S. Fase Regionale – 2a giornata

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

In arrivo i risultati della seconda giornata dei C.d.S. 2010. Tempo leggermente migliore in alcune regioni e risultati interessanti.

LAZIO (Simone Proietti): Nei 200 donne Giulia Arcioni (Forestale) vince in 23”51 davanti a Jessica Paoletta e la Spacca con un vento a favore molto forte (+3.6). Un po’ meno vento ma sempre fuori norma (+2.9) per la gara maschile vinta da Alessandro Guazzi (Cariri) che corre in 21”37 davanti a Basciani e Rosichini con un Di Gregorio seduto in tribuna ad assistere alla corsa dei suoi colleghi avversari. Nella serie extra dei 200 uomini segnaliamo un probante 21”18 di Manenti che però corre aiutato da un vento largamente oltre il consentito (+4.1). Uno dei migliori risultati di giornata arriva dalla buca del lungo, grazie ad un ottimo 7.75 di Emanuele Catania (Fiamme Gialle), ottenuto con vento nella norma (+1.9), prestazione di livello che raccoglie gli applausi anche di Fabrizio Donato seduto in tribuna. Nel lungo femminile la vittoria va invece a Laura Gatto con 6.02, in una gara che ha fatto registrare anche la presenza di Veronica Borsi, tornata alla specialità di un tempo, terza con 5.86. Buone prestazioni sono arrivate dai 5000 femminili, grazie alla giovane Veronica Inglese (Acsi Palatino Campidoglio/ Esercito) prima in 16:46.64 sulla compagna Martina Celi e sull’allieva Valentine Marchese, terza in 17:41.74. Tra gli uomini vittoria scontata per Erastus Chirchir (Atl. Futura) con 14:23.38,  sulla promessa Alessandro Brancato (Running Club Futura), in una gara che ha visto all’opera anche l’inossidabile Angelo Carosi (Asi Atletica Latina 80), quinto al traguardo.
La carabiniera umbra Benedetta Ceccarelli si aggiudica il 400hs in 57”79 mentre la fiamma azzurra Laura Bordignon lancia il martello fino a 54.28. Nel peso Daniele Secci per le Fiamme Gialle lancia a 16.26 mettendo a segno un unico lancio valido sui sei a disposizione.

ABRUZZO: Tanti i risultati da segnalare grazie alla Bruni pubblicità Atletica Vomano accende la fase abruzzese dei CdS monopolizzando la totalità delle vittorie nelle specialità maschili. Andrea Carpene vince con 59.51 il martello mentre il figlio d’arte, lo juniores Gianmarco Tamberi salta in alto fino alla quota di 2.08. Ancora Vomano nei 400hs con Aramis Diaz Martinez (51”47) e Fabiano Carrozza negli 800 che chiude in 1’52”92. Il triplista Greco corre i 200 fermando le lancette dei cronometri a 21”48 mentre Lorenzo Crosio salta fino a 7.31 nel salto in lungo. Chiude la giornata per gli uomini la staffetta del miglio con relativa vittoria della Bruni pubblicità Atletica Vomano col tempo di 3’16”84. Risultati di tutt’altro spessore nel settore femminile dove segnaliamo solamente la vittoria della Proietti Pannunzi per l’Atletica Gran Sasso che lancia il disco alla misura di 44.56.

LOMBARDIA UOMINI: Doppia sede per uomini e donne in questa regione. Negli uomini Diego Mariani (Atl. Riccardi Milano) vince i 200 in 21”20 in una gara particolarmente qualificata (10 atleti sotto i 22”) e affollatissima, ben 21 serie! Negli 800, al termine delle 8 serie, vince per l’atletica Bergamo 1959 Creberg, Mamadou Gueye che col tempo di 1’49”27 precede di pochi decimi il compagno di squadra Michele Oberti. Giacomo Panizza vince invece i 400hs con l’ottimo tempo di 50”96 portando punti preziosi alla sua Atletica Lecco Colombo Costruzioni. Nel salto in alto ha la meglio Silvano Chesani che sale molto in alto, fino alla misura di 2.25 che gli valgono 1022 punti da portare in dote alla Cento Torri Pavia. Di buon livello anche il salto in lungo con Camillo Kabore’ (Cus dei Laghi Atl Varese) che chiude la gara a 7.58. Bei risultati anche dai lanci dove nel martello Lorenzo Rocchi per la Cento Torri Pavia, vince con la misura di 67.62. Gli risponde nel peso la prestazione di Marco Govoni della Pro Sesto Atletica che lancia a 16.06. Finale con una 4×400 appassionante che vede l’atletica Bergamo 1959 Creberg prevalere in 3’16”30 sulla Cento Torri Pavia e Bergamo (squadra B), tutte racchiuse in poco più di un secondo.

LOMBARDIA DONNE: Bel 200 anche se condizionato da un vento fuori norma (+3.5); vince Michela D’angelo (Italgest) in 23”97 davanti a Marta Milani e Marta Maffioletti. Ancora Italgest negli 800 con Marina Mambretti che chiude la gara in 2’09”98 davanti a Serena Monachino. Doppietta di vittorie anche per l’Atletica Brescia 1950 Ispa Group: nei 5000 vince Silvia Casella in 16’36”88 mentre nei 400hs vittoria per Gaia Biella in 1’00”06. La giornata si chiude con la tradizionale 4×400 che viene vinta dall’Italgest in 3’49”36 davanti a Atletica Lecco Colombo Costruzioni e Atletica Brescia 1950 Ispa Group.

TOSCANA (Gustavo Pallicca): Con una rimonta veramente eccezionale l’Atletica Firenze Marathon si è portata in testa ad entrambe le classifiche al termine della prima giornata della fase regionale del Campionato di Società Assoluto su pista. Fra gli uomini la società gigliata ha totalizzato 22.015 punti superando di stretta misura la compagine della Atletica Virtus CR Lucca (21.852) e più nettamente la squadra della Toscana Atletica Caripit (20.308). Anche fra le donne il distacco è stato molto contenuto. Ai 20.157 punti della società fiorentina ha risposto la Toscana Atletica Empoli Nissan con 19.874 punti.
Sul piano dei risultati individuali fa spicco la bella gara dei 5.000 metri nella quale il nostro Daniele Meucci (Pol. Corso Italia Pisa) ha cercato di contenere la supremazia dei due keniani di turno. Ha vinto, come ieri nella prova sui 1.500 metri, il portacolori dell’Atl. Virtus CR Lucca Ezekiel Kiprotich Meli, che ha concluso i dodici giri della gara in 13:40.37, staccando nettamente il connazionale Julius Too Kipkurgat (14:01.63) ed ancor più Daniele Meucci che ha chiuso la gara al terzo posto in 14:15.36.
Gran bella gara anche quella dei 200 piani donne dove Chiara Bazzoni (Esercito/Toscana Atl. Empoli Nissan) ha vinto la serie delle atlete accreditate dei migliori tempi in 24.04 (vento nullo), migliorando lo stagionale di 24.14, battendo l’allieva pisana Anna Bongiorni (24.41) e l’azzurra Audrey Alloh (24.67).
Nei 200 piani uomini il grossetano Stefano Teglielli ha bissato il successo di ieri sui 100 metri, regolando con un perentorio 21.62 Giacomo Angeli dell’Atletica Prato (22.17) e il lucchese Manura Kuranage Pereira, che a suo tempo vestì la maglia nazionale dello Srilanka.
Altro atleta molto atteso ad una prova probante era Andrea Lemmi (FF.GG./Atletica Livorno) nel salto in alto. Ma il ragazzo non si è presentato al meglio della condizione e si è fermato alla misura per lui consueta di m. 2.14. Bella la lotta nel lancio del peso fra i due colossi della Atletica Firenze Marathon (Federico Apolloni) e dell’Atletica Virtus CR Lucca (Salvatore Iaropoli). Ha vinto il primo sfiorando i 15.00 metri (14.99).
Nel lancio del martello era iscritto Nicola Vizzoni. Una febbre improvvisa ha impedito al lanciatore versiliese di essere presente in pedana e la vittoria è andata a Dario Ceccarini (Atletica Firenze Marathon) con la misura di m.60.52. Altro duello che ha tenuto gli spettatori col fiato sospeso è stato quello combattuto da Fabio Crispino (Atletica Firenze Marathon) contro Tommaso Lisa (Assi Giglio Rosso). Ha vinto Crispino in 1:51.70 al termine di una gara molto tirata, mentre Lisa ha ceduto nel finale chiudendo in 1:53.27. Bella infine la vittoria del quartetto lucchese della 4×400 (Niccoli, Nocerino, Amato, Kuranage Pereira) nel tempo di 3:17.90 davanti alla Atletica Firenze Marathon (Cappetti, Crispino, Mattei, Fedele) che ha concluso in 3:18.90. Ottima l’organizzazione dell’Atletica Firenze Marathon e efficace, come sempre, l’operato dei G.G.G. Toscano che ha fornito anche il cronometraggio automatico.

MARCHE – UMBRIA: Nel raggruppamento dei Cds di Marche e Umbria per la seconda giornata si mette in evidenza il velocista Alessandro Berdini (Aereonautica – Avis Mc) che si impone con 21”48 (vento nullo) distaccando di quasi un secondo Julius Kyambadde. Ottocento di livello non eccelso che segnaliamo però per la presenza di tre junior nelle prime tre posizioni, segno di un qualche fermento proveniente dalle categorie giovanili; 1’54”88 il miglior tempo per Leonardo Zucchini del Track Club di Civitanova. Ottimo il 52”74 di Loddo (Sport Atl. Fermo) nei 400hs davanti allo junores Veroli (Atletica Montecassiano) che corre in 53”48. Nei 5000 bel risultato sotto i 14′ messo a segno da Mourad Haibel dell’Atletica Libertas Orvieto che vince in 13’58”94 davanti all’ascolano Mauro Marselletti che chiude in 15’07”36.
Nel martello il forte carabiniere Massimo Marussi (Asa Ascoli) scaglia l’attrezzo a 65.17 lasciando al secondo oltre venti metri. Ancora lanci e nel peso Carlini dell’Avis Mc vince in 17.26 davanti al poliziotto Paolo Capponi che termina la gara con 16.62. Gara finale, la 4×400 a favore dell’Avis Mc che vince in 3’23″89.
In campo femminile per la velocità Lara Corradini (Atl Montecassiano) chiude in 24”99; particolarmente qualificato l’800 dove vince Sara degli Esposti in 2’14”33 (Sport Atl. Fermo) davanti a Marchesini e Zucchini. Tutte e tre le atlete sotto i 2’18. Senza rivali Erica Cipolloni della Tecno Adriatletica Marche che vince l’alto a 1.80 a 20 centimetri dalla seconda e ottimo il 3.90 di Alessandra Lazzari del Cus Perugia che vince la gara di asta davanti a Nadia Caporaletti (Atl. Montecassiano) che chiude in 3.60. La staffetta del miglio è per lo Sport Atletica Fermo che vince nell’ottimo 3’53”02 davanti al Cus Perugia.

PIEMONTE – VALLE D’AOSTA: Nei 200 Fabio Squillace (Cus Torino) corre in 21”64 con -1.2 di vento mentre nei 400hs si impone Josè Bencosme (cat. Juniores) per l’Atletica Cuneo con l’ottimo 52”61. Bene nei 5000 per l’Atletica Sandro Calvesi di Aosta Benazzouz Slimani che vince in 14’26”67. Nella staffetta 4×400 il Cus Torino batte se stesso piazzando due team nei primi due posti. Vince la squadra formata da Abrate-Fornara-Putero-De Leo col tempo di 3’21”01 infliggendo ai colleghi di squadra un distacco di 98 centesimi.

SARDEGNA: Con vento superiore alla norma (+3.1) Nicola Amici (Amiscora) vince i 200 in 21”68 mentre nei 400hs Giovanni Luigi Becca per il Cus Sassari vince la gara col tempo di 55”34. Ancora Cus ma questa volta è quello di Cagliari ad aggiudicarsi la gara dell’alto maschile con Eugenio Meloni (categoria allievi) che salta fino alla quota di 2.01. Francesco Fedeli per l’atletica Oristano si impone nel lancio del peso con un buon lancio a 16.05 mentre l’ultima gara del programma, la 4×400 se la aggiudica l’Amiscora col tempo di 3’36”77.
In campo femminile, bella lotta tra Emma Ania e Marzia Caravelli nei 200 che sono appannaggio di quest’ultima col tempo di 24”37 (+3.6). Ancora battaglie di gara nei 5000 tra la juniores Jessica Pulina e Claudia Pinna (Cus Cagliari) che alla fine prevarrà col tempo di 16’44”28. Nel lungo, complice anche una folata di vento a +5.1, l’atleta dell’Atletica Oristano, Silvia Seoni, vince la gara con la misura di 5.95. Ultima segnalazione dedicata alla giavellottista Zahra Bani che vince per il Cus Cagliari la gara di giavellotto infilando un lancio a 55.04 che gli valgono 1041 utilissimi punti.

VENETO (Mauro Ferraro): Dalla marcia il miglior risultato della prima fase veneta dei Societari assoluti, andata in scena nel weekend a Marcon (Venezia). L’ha siglato, nella serata di sabato, in chiusura della prima giornata di gare, Sibilla Di Vincenzo, abruzzese dell’Assindustria Padova, autrice di un 21’33”28 sui 5 km che vale la nona prestazione italiana di tutti i tempi. E’ stato il principale acuto di una “due giorni” che nel pomeriggio ha offerto il 5.10 di Marco Boni nell’asta (gara sospesa ieri per il maltempo), il 7.50 di Michele Boni nel lungo e il 48.89 della giovane Maddalena Purgato nel giavellotto. Tra le società, doppia leadership per l’Assindustria Padova, ma per la qualificazione alle finali sarà decisiva la seconda fase, in programma nella Città del Santo il 12 e 13 giugno.

FRIULI V.G.: Bene lo juniores Alessandro Predazzoli (Atl. Udinese Malignani) nei 200 vinti in 21”90 (-1.1) e ottimo il 69.12 del carabinire Lorenzo Povegliano (Atl. Udinese Malignani) nel lancio del martello. Sempre nei lanci e sempre per l’udinese Malignani Fabio Cuberli lancia il peso fino a 14.31 vincendo la sua gara. Nella pedana dell’alto svetta Alessandro Talotti (Atl. Udinese Malignani – Carabinieri) che salta fino a 2.24 mentre l’atletica Alto Friuli si aggiudica la 4×400 con il tempo di 3’28”57.
In campo femminile l’azzurra Alessia Trost (Atl. Brugnera Friulintagli) dopo l’alto di ieri, si presta per il lungo dove vince con 5.78 aiutata da 2.1 metri di vento a favore; nell’asta Camilla Murtas vince la gara con 3.70 per l’Atletica udinese Malignani. Buono il disco di Biserka Cesar del Cus Trieste che atterra a 46.48. e brava Lara Zulian sempre Cus Trieste che chiude l’800 in 2’14”96. Ancora mezzofondo per il Cus Trieste che domina anche la prova dei 5000 con la junior Federica Bevilacqua che chiude la gara in 16’53”63.

SICILIA: Buon 200 per Lia Iuvara del Cus Catania che vince in 24”97 mentre nella gara maschile, spinto da un vento a +1.2 vince per la Polisportiva A.P.B. Deji Musa in 21”54; discreto il 5000 vinto da Davide Ragusa per lo Sport Club Catania in 14’51”2.
Dopo il triplo di ieri, ottimo balzo a 6.31 per Simona La Mantia (Cus Palermo – Fiamme Gialle) nel salto in lungo a cui fa eco il 7.35 nella gara maschile ad opera dello juniores Nikita Pankins dello Sport Club Catania. La Libertas Catania si prende la rivincita sui 400hs dove Federico Rubeca (Lib. Catania – Fiamme Gialle) vince in 53”07 davanti al concittadino Francesco Filipponi. Non c’è storia nella gara femminile degli ostacoli bassi dove Manuela Gentili (Cus Palermo) vince con 5 secondi di distacco facendo fermare i cronometri a 57”47.
Nel martello l’eclettico Marco Lingua (Libertas Catania – Fiamme Gialle) spara l’attrezzo a 70.78 vincendo la gara con grande facilità. Ancora Catania ma questa volta Sport Club per una notevole doppietta nel lancio del peso dove vince la gara Maris Urtans in 18.66 seguito da compagno di club Andrea Ricci che chiude con un lancio a 17.14.

TRENTINO: Gara dei 200 femminili spumeggiante con 5 atlete sotto i 25” aiutate da un tornado da +5.6. Vince Martina Giovannetti per l’U.S. Quercia Trentingrana – G.S. Forestale in 24”16 davanti alla compagna di squadra Doris Tomasini che chiude in 24”18. Ottimo risultato nei 5000 dove Federica Dal Ri si deve arrendere a Zakia Mohamed Mrisho che chiude con grande tempo di 15’16”96 regalando al GS Valsugana Trentino qualcosa come 1100 punti tondi tondi. La stessa squadra vince poi a fine giornata la staffetta 4×400 col buon tempo di 3’55”74.
Al maschile vittoria nei 200 (vento non indicato) per Davide Deimichei dell’U.S. Quercia Trentingrana in 21”43. Distanza diversa ma stessa società e nei 5000 Wilson Busienei chiude la gara in 13’55”98.

PUGLIA – BASILICATA: In campo femminile segnaliamo il 5000 di Soumiya Labani per il G.S. Matera che vince la prova in 16’48”88 e, sempre per la stessa squadra, il primo posto di Maria Danzi nel martello che lancia a 46.30. Interessante anche se di livello medio, la vittoria di Federica Fanelli in quanto appartenente ancora alla categoria allieve; vince la gara di salto in lungo per l’Alteratletica Locorotondo con la misura di 5.20.
Per gli uomini la Polisportiva Rocco Scotellaro Matera vince nei 5000 con Issam Zaid col tempo di 14’20”91, nel salto in alto vittoria per Luca Pontone del Cus Foggia che sale fino alla misura di 2.03 mentre nel salto in lungo Alessandro Altamura dell’Atletica Aden Exprivia Molfetta vince con la misura di 7.34 (+1.1). L’ultima gara in programma, la 4×400, viene vinta dalla Polisportiva Rocco Scotellaro Matera in 3’22”57.

CAMPANIA (Vincenzo Miceli): Nel settore Assoluti maschile, il team della Lib. Benevento si è assicurato i primi posti sul podio di ben 11 gare del programma tecnico: Luigi Bocola nei 100m(11″28); Ciro Riccardi nei 200m(22″20; nella doppia vittoria di Mirko Masullo nei 110hs(15″44) e Alto(1,90; nell’Asta con Giacomo Canderolo(3,30); nel Lungo con Stefano Tremigliozzi(7,76); nei 10Km di Marcia con Teodorico Caporaso(43’21″9); nel Peso con Massimiliano Ciannarella(15,41);nel Giavellotto con Saverio Amoroso(43,94); nella 4×100(Tremigliozzi S.-Tremigliozzi M.-Iorio-Riccardi) con 42″71 e nella 4x 400(Giglio-Carotenuto-Iorio .Nacca) con il tempo di 3’25″60. Al primo posto nei 400m si è classificato Francesco D’Anisi(Astro 2000) con 52″11 e negli 800m il napoletano Giovanni Albano(Partenope) con 1’59″33. Nei 1500m ha primeggiato Natale Napoli(Isaura) con 4’05″98 e nei 5000m Ivan Felaco(Atl. Marano) con 15’55″45. Al primo posto nei 3000siepi si è classificato il torrese Pasquale Cirillo(Agg. Hinna) con 9’39″09 e nei 400hs il suo compagno di team Marco Perna con 56’13”. Nel Triplo ha conseguito il primo posto il partenopeo Danilio Pagliano(CSAIN Atl Campania )con 14,16; nel Disco ha vinto Nicola Di Nardo(Atl. Marano) con 37,75 e nel Martello Raffaele Zanobio(Astro 2000) con l’attrezzo a 52,49. Nel settore Assoluti femminile il miglior risultato tecnico è arrivato da Alessia Amore(Isaura) che ha vinto nei 3000siepi migliorando il record Regionale Juniores con il tempo di 11’48″73. La mezzofondista salernitana si è aggiudicato anche il primo posto negli 800m segnando il tempo di 2’23″66. In evidenza ancora una volta Daria Derkach(Vis Nova)con il doppio primo posto nel Lungo(6,04) e nel Triplo con l’ottima misura di 13,04. Al termine delle 2 giornate di gara della 1^ Prova del CdS Assoluti femminile, il Centro Ester si è aggiudicato ben 9 gare individuali sul programma tecnico. Il team di Barra si è affermato con la doppietta di Yarina Vasylynyn nei 100hs(16″15) e 400hs(1’05″09); nei 200m con Martina Mariniello(25″78); nei 5000m con Annamaria Vanacore(18’37″21); con Roberta Sorbino nell’Asta(3,20);nel Peso con Maria Luisa Piccolo(10,28); nel Disco con Anna Piemonte(31,27); nella 4×100(D’Angiò-Sprbino-Mariniello-Virenti) con 52,33 e nella 4×400(Perrella-Sorbino-Piepoli-Wasylynyn) con il tempo di 4’13″04. Nelle altre gare del programma tecnico si sono registrate le vittorie: nei 100m di Federica Falchetti(Lib. Benevento) con 12″92; l’Astro 2000 si è aggiudicato le vittorie nei 400m con Maria Grazia D’Amore(Astro 2000)con 1’02″64; nei 1500m con Carmela Arundine(5’27″35); nell’Alto con Rosa Guida(1,40)e nel Martello con Deborah Paone con l’attrezzo a 38,67. Infine da segnalare la vittoria nei 5Km di Marcia di Carolina De Rosa(Agg. Hinna) con il tempo di 25’12″4 e il primo posto nel Giavellotto di Sara Zappullo(Ideatletica) con un lancio di 32,59.

 

Tutti i risultati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *