L’athlon è seconda a San Benedetto

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’ATHLON Bastia è tornata crescere nei suoi risultati e soprattutto nel suo “spirito sportivo” il risultato ottenuto a San Benedetto in questo fine settimana la pone ancora una volta ai vertici dell’atletica master italiana. Solo per un “misero” punticino la squadra di Roma e sottolineo Roma ha battuto gli indomiti dell’Athlon Bastia, 277 a 276 .

Grande è stata tutta la squadra ma bravissimi tutti i mezzofondisti:

da sinistra Cogliati Paolo MM 45 impegnato nei 1500 ritiratosi per un problema fisico, Polticchia Roberto (MM45) ottimo nei 1500; si intravede Bruno Manzetti (MM65) che si piazza secondo nei 1500; Luca Uccellini (MM50) ottimo secondo nei 5000 e buona anche la prova di Oriano Testa (MM50) che nei 5000 si piazza quarto; strepitoso invece Franco Napolini (MM45) che nei 5000 vince piazzando il suo “personal best” accompagnato dal suo padre Caterino Napolini (MM75) che nei 5000 vince, Mauro Bazzucchi (MM45) che ha vinto nei 1500 porta alla squadra il massimo dei punti.

 

AthlonBastia2

da sinistra Antonio Rossi, Luigi Luccioli, Carlo Possati, Roberto Baldoni, Luca Santucci, Mauro Bazzucchi, Roberto Polticchia, Sandro Marchesini, Minelli Michele. Molto importante il contributo che hanno offerto alla causa i velocisti: nei 100m il “sempre verde” Antonio Rossi che vincendo nella categoria MM60 ha realizzato un ottimo 12″77 nonostante il fortissimo vento contrario che spirava in senso contrario nel rettilineo di arrivo, Ottima anche la prova di Luca Santucci e di David Sisani rispettivamente 1° e 3° nella categoria MM35; nei 200m sempre Antonio Rossi a vinto con l’ottimo tempo di 26″26, bene anche Fabio Saioni che prevale su più quotato Max Poeta campione europeo indoor ad Ancona 2009 e terzo giunge Michele Minelli. Nei 400 m si impone all’attenzione le prestazioni del quartetto dell’Athlon bastia MM35 2° Luigi Luccioli che si impone su Michele Minelli seguiti dal sontuoso Luca Santucci che realizza il suo “personal best” con un inaspettato 54″89, su una distanza, da lui, praticata raramente, ottimo rientro anche di Roberto Baldoni che giunge 4° in classifica e fornisce un importante contributo alla società. Negli 800 metri si sono distinti Luigi Luccioli che vincendo nella categoria MM35 si dimostra uomo squadra e anche il contributo di David Sisani, giunto 3° nella categoria MM35 e di Carlo Albero Andreoli che nella MM55 è giunto 4° sono stati utilissimi al fine del raggiungimento del risultato di squadra. Nei 200Hs si fanno largo Luca Casagrande che vince la categoria MM35 seguito da Carlo Possati che è sfortunato a metà gara quando impatta su una barriera pregiudicando la gara, partita benissimo, in modo irrecuperabile, comunque piazza d’onore dietro al forte Luca, ottima prova del rientrante Stefano Caligiana che con l’ottimo crono di 30″98 conquista la piazza d’onore nella categoria MM45.

Nei concorsi nonostante alcune assenze importanti si sono distinti: nel lancio del Martello Fabrizio Bratti che nella sua categoria MM45 è giunto 3°, mentre l’indomito Silvio Macelli MM60 è giunto 1° nella classifica a punti, mentre nel salto in Alto Sandro Marchesini ha vinto la categoria MM70 e Massimo Buratta MM50,che merita una speciale menzione in quanto proprio un anno fa durante questo Meeting dell’Adriatico aveva subito un bruttissimo infortunio alla caviglia durante la gare del salto in lungo, come segno importante per se e per tutti lui era presente anche se non ancora al meglio ha realizzato nell’alto una buona misura giungendo 3° e contribuendo in modo importante alla squadra, un esempio! Nella gara del lancio del giavellotto ottimo Claudio Neroni che realizzando il suo “personal best” di 35m 86 vince la categoria MM35, Carlo Possati da il suo contributo giungendo secondo nella stessa categoria, bella prova del marscianese Maurizio Pini che vince la categoria MM45 con la bella misura di 43m59.
Nella gara del getto del peso si confermano forti: Massimo Buratta che nella categoria MM50 giunge 3° della classifica a punti e di Claudio Neroni che vince ancora nella categoria MM35. Nella Gara del lancio del disco si difende anzi “morde” vincendo la classifica a punti della categoria MM60 Silvio Marcelli.

AthlonBastia3

I protagonisti della staffetta 100-200-300-400 svedese: da sinistra Fabio Saioni (Athlon); Massimo Morbello (Fabriano), Luigi Luccioli (Athlon), Max Poeta (Fabriano), Antonio Rossi e Stefano Caligiana (Athlon), Enrico Ghidetti e Giovanni Feliciani (Fabriano).
In ultimo, ma per prima come valore del risultato la staffetta svedese che ha portato l’Athlon Bastia ad abbattere il record Italiano di categoria MM45 della prova, correndo 2’10″35: Antonio Rossi MM60, Stefano Caligiana MM45, Fabio Saioni MM35, Luigi Luccioli MM35, hanno raggiunto un grosso risultato, purtoppo per loro si sono trovati di fronte, meglio a fianco, almeno fino agli ultimi 100m della gara, una formazione fortissima che li ha battuti facendo ancora meglio del loro record, portandolo a 2’09″04, per inciso diciamo che in questa formazione dell’Atletica Fabriano ha corso la frazione del 300 Massimo Morbello atleta perugino noto nel mondo dell’atletica master umbra, e che per avere nuovi stimoli ha preferito prendere la via di Fabriano, complimento comunque a queste due staffette che si sono rese protagoniste di una gara di staffetta svedese di rara bellezza e qualità nel mondo dell’atletica master in pista.

Ora l’Athlon Bastia si prepara ad affrontare i prossimi impegni che la vedranno sicuramente protagonista dell’atletica master in pista in Italia, a cominciare dalle prossime qualificazioni alla finale dei CdS Master in programma a Terni il prossimo 26-27 Giugno 2010, per conquistare ancora una volta la finale che la vedrà protagonista in quel di Cagliari il 2-3 Ottobre prossimi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *