XIII CAMPIONATI MONDIALI JUNIORES MONCTON 2010: 2^ GIORNATA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mondiali Juniores entrati nel vivo con la seconda giornata ricca di gare: luci ed ombre per i colori azzurri, pronostici rispettati nelle finali.

Il preludio dei 3000 metri donne vanno all’Africa con Merci Cherono (8’55’’07) in volata sull’Etiope Anteneh. A sorpresa terzo gradino del podio per l’azerbaigiana Abdullayeva ad evitare un podio tutto africano.

Qualificazioni dei 100 maschili che sorridono agli azzurri con Delmas Obou a qualificarsi con 10’’65 alle semifinali, secondo nella sua batteria vinta dal britannico Tobais in 10’49’’.

400 donne con l’assenza di Valentina Zappa per infortunio vede protagonista Marta Maffioletti, capace di acciuffare con caparbietà la qualificazione diretta con 54’’98 che è anche l’ultimo tempo utile, il 24° per proseguire il cammino.

Nelle batterie dei 3000 siepi donne, nella prima serie è 11° ed eliminata Cristina Malugani di poco sotto gli 11’ (10’59’’73). Nella seconda autoritaria prova per Giulia Martinelli, qualificata con il 4° posto e un buon 10’12’’08 non lontano dal suo recente primato nazionale.

Asta Uomini con qualificazione diretta a 5,20 mt. All’azzurro Micheal Stecchi basta un 5,15 al primo salto, si va ai ripescaggi per una finale allargata a 14 atleti. E’ fuori dalla finale Marcello Palazzo con 4,75 e tre errori alla quota di 4,95.

Delusione nel peso donne con Francesca Stevanato fermatasi a 13,59 mt misura che le vale il 16° posto e la qualificazione alla finale lontana di oltre un metro (14,76) alla vigilia alla portata dell’atleta veneta.  In Finale oro alla brasiliana Arcanjo con 17,02 mt sulle cinesi Meng (16,94) e Cui (16,13).

Qualificazione dei 100 donne con Martina Amidei a staccare  il biglietto per il passaggio del turno diretto con il nuovo personal best a 11’86’’ terza nella sua serie, con il ripescaggio fissato a 12’07’’.

100 hs donne con Alessandra Feudatari al personale di 14’00’’ che non le basta per la qualificazione fissata a 13’81’’.

Nel disco donne sottotono anche Ilaria Marchetti; il suo 45,68 mt le vale complessivamente il 23° posto sulle 27 atlete presenti con qualificazione per ripescaggio a 49,37 mt.

Amare le  qualificazioni del lungo per Camillo Caborè, riesce a piazzare un 7,45 mt all’ultimo salto, ben al di sotto dei 7,70 per la qualificazione diretta saltata però solo da 5 atleti. Sfortunato nel computo dei due gruppi per i ripescaggi è il primo degli esclusi alla finale per soli 2 cm (13°) sui 37 atleti presenti.

FINALE 10000 metri che vedono la netta vittoria del keniano Dennis Masai  in 27’53’’88, con il primato mondiale stagionale di categoria, davanti all’etiope Abraha 28’03’’45 e al connazionale Lonyagata 28’14’55’’. Seguono atleti del Canada, Usa, Nuova Zelanda, Giappone, primo europeo 11° lo spagnolo Navarro.

Sito ufficiale dell’evento:  www.iaaf.org/wjc10/index.html

Nella foto (www.studcariri.it ) la siepista Giulia Martinelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *