XIII CAMPIONATI MONDIALI JUNIORES MONCTON 2010: 5^ GIORNATA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Giornata ricca di turni e qualificazioni; azzurrini decimati  complice anche un pizzico di sfortuna, ottime notizie dal salto in alto femminile

Giornata numero 5 della rassegna iridata juniores che inizia amaramente per i colori azzurri. Giulia Viola Alessandra è la prima delle escluse nelle batterie dei 1500 metri donne, il suo 4’19’’37 non le basta per il ripescaggio per soli 47 centesimi; finale a 12 che l’azzurrina avrebbe meritato, finale che vede favorite la keniana Chepkwemoi ( 4’11’’42 in batteria) e l’etiope Bogale.

Nel disco maschile, facile qualificazione per Eduardo Albertazzi che con 58,36 mt è quinto nel suo gruppo ( nono complessivo) a giocarsi le proprie carte per la finale a 12 prevista domani.

Nell’asta donne sfortunata anche Alessandra Lazzari; il suo 3,85 saltato da altre due atlete qualificate non le vale la finale per l’errore alla misura d’ingresso di 3,65. Rammarico

Nulla da fare nemmeno per l’ostacolista Claudio Delli Carpini fuori nei 110 hs con 14’12’’ e quarto della sua serie. A suo discapito una stagione minata da un infortunio muscolare; peccato poiché per la qualificazione sarebbe bastato un 14’02’’ alla portata dell’azzurrino. Eliminato nel martello maschile Simone Falloni; il suo 64,49 mt è lontano dal 71,50 mt richiesto per la qualificazione e il 66,82 del ripescaggio.

Notizie brillanti dall’alto donne con Elena Vallortigara a saltare un 1,81 mt per lei  di ordinaria ammistrazione. Sulla sua scia, bravissima anche Chiara Vitobello: 1,81 fa volare le due azzurre direttamente in finale dove non si nascondo le ambizioni di medaglia per i nostri colori.

3000 siepi maschili con Francois Marzetta qualificato per la finale: 8’51’’43 per lui con qualificazione diretta in virtù del 5° posto; non ce la fa in prima serie Giuseppe Gerratana oltre i 9 minuti è eliminato.

La 10 km di marcia maschile, vede due azzurri in gara,  al 13° posto Massimo Stano al personale (43’03’’58), 16° Giovanni Renò (44’11’’14). La gara, e non poteva essere altrimenti, dominata dalla scuola dell’est con il russo Filipchuk a siglare la miglior prestazione mondiale stagionale con 40’43’’17, in volata sul cinese Cai, battuto di 42 centesimi. Bronzo ancora Russia  con Bogatryev.

Pomeriggio canadese ricco di finali; Italia presente solo nell’alto maschile con  l’azzurro Giuseppe Carollo, decimo due anni fa in Polonia, non fa valere l’esperienza e chiude 12° con 2,13 mt lontano dal personale. Oro per il qatariano Barshim con un notevole 2,30 mt.

Nel lungo donne oro alla cubana Herrera con 6,41 mt, nei 400 ostacoli maschili l’atleta di Trininad Jehue Gordon  vince in 49’’30 ( singolare l’ottavo posto del keniano  Mucheru). Giavellotto maschile dominato da tedesco Till Woschler con 82,52 mt staccando di oltre 6 metri il secondo classificato. 200 donne vinti dall’americana Stormy Kendrick  (22’’99). Singolare la finale dei 200 maschili senza atleti statunitensi: a vincere è il giapponese Shota Iizuka con 20’’67.

Domani il resoconto della sesta giornata.

Nella foto,la saltatrice azzurra, atleta di Assindustria sport Padova ,Elena Vallortigara ( tratta dal suo fan club su facebook).

Sito ufficiale dell’evento: www.iaaf.org/wjc10/index.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *