GLI ITALIANI U23 A FIAMME GIALLE SIMONI E ITALGEST ATHLETIC CLUB

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Quello di Modena è stato un campionato che sì è risolto al fotofinish. Dopo la prima giornata di gare la società padrona di casa La Fratellanza 1874 teneva la classifica provvisoria ma in casa modenese si sapeva che sarebbe stato difficile mantenere la prima posizione anche nella giornata conclusiva di gare.

E’ il miracolo è quasi andato in porto con La Fratellanza Modena a 146 punti a soli sette punti dalla prima società classificata Le Fiamme Gialle Simoni Roma prima classificata con 153 punti, terza a solo un punto di distacco dalla Fratellanza, la Riccardi Milano. In campo femminile ha dominato l’Italgest Athletic Club con 175 punti seguita dall’Atl Brescia 1950 Ispa Group con 161 punti.

La prima giornata di gare era stata aperta con un minuto di silenzio in cui sono stati ricordati gli alpini italiani caduti in Afghanistan, più di un migliaio tra atleti tecnici e accompagnatori, uniti agli spettatori assiepati sulla nuova tribuna, hanno salutato con cordiglio il sacrificio dei nostri soldati morti.

La seconda giornata di gare è stata aperta dalla cerimonia d’inaugurazione della nuova tribuna alla presenza del Sindaco Giorgio Pighi e dell’Assessore allo sport Antonino Marino.

Le gare non sono mancate di valore tecnico. Nella seconda giornata i 200 metri sono andati a Diego Marani dell’Atl. Riccardi Milano vincitore con il crono di 21.71. Nel doppio giro di pista arrivo al cardiopalma con l’atleta senegalese Mustafa Tounkara (Atl  Pro Sesto) che ha avuto la meglio sul rappresentante marocchino dell’atletica Brugnera Friuntagli Mohamed Mouaouia, entrambi con lo stesso tempo 1:57.36, alle loro spalle il portacolori della Fratellanza Abebe Gasparini a due decimi con 1:57.56.

Nei 5000 metri piani detta legge il keniano della Riccardi Milano Joel Kemboi Kimurer con il crono di 13:48.06 un risultato di valore internazionale che ha strapazzato gli avversari tra questi, il marocchino del Cus Torino Marouan Razine secondo con 14.05. 96 doppiati i primi italiani con Manuel Cominotto Atl Vicentina 14:48.14.

Il salto in alto maschile è stato appannaggio di Lorenzo Biaggi Riccardi Milano autore di 2 metri e 12, alle sue spalle Marco Gelati, Pro Sesto Atl. 2.09, terzo Riccardo Cimmino Cento Torri Pavia 2.03, quarto Luca Morandi Fratellanza 2.03. Il salto in lungo è andato al portacolori delle Fiamme Gialle Emanuele Catania che son un salto ottenuto al suo secondo tentativo, ha archiviato la medaglia d’oro, secondo Bianco Gregory Pro Sesto Atl con 7.24 ottenuto al quinto tentativo dei sei previsti. Il peso è andato a Daniele Secci Fiamme Gialle con 17 metri e 44. Il martello maschile è andato a Simone Falloni Studentesca Cariri con 61.13 secondo Maurizio Martoni La Fratellanza con 55.46.

Le donne si sono messe in luce con Marta Maffioletti, Italgest Athletic Club, che dopo aver vinto i 400 metri della prima giornata sì, è imposta anche nei 200 con il crono di 24.90. Nel mezzofondo un’altra dominatrice della prima giornata di gare sì è imposta anche nella seconda, è il caso di Giulia Martinelli Studentesca Cariri, vincitrice dei 3000 piani (9:41.04) dopo aver dominato la prova dei 3000 siepi di Sabato con il crono di 10:11.91. Nei 400 ostacoli Anna Laura Martone, Cus Torino, è andata anch’essa vicina al bis vincendo con il tempo di 1:01.38, dopo essermi piazzata al secondo posto nei 100 ostacoli dietro a Sara Zaniboni (Brescia 1950 Ispa Group). Asta donne a Giorgia Benecchi del Cus parma con la misura di 3 metri e 90, salto in lungo a Teresa Di Loreto vincitrice con la misura di 6.02, nel disco Tamara Apostolico, Italgest Athletic Club, ha piazzato il suo lancio vincente al primo tentativo con la misura di 45.96, mentre è toccato a Ilaria Marchetti, Cus Torino,  inseguire finendo al secondo posto con la misura di 45.41, sempre nei lanci nel giavellotto primo posto per Giulia Paccagnan Italgest Athletic Club 49.04.

Italiani-under-23-2-giornata2-214_copy

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *