GRAZIE FIDAL !

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Allora tutto è andato come da copione, anzi, anche peggio. Ieri il Consiglio Federale s’è riunito per approvare il pentolone dell’Attività 2011 e così ci siamo trovati in prima serata un comunicato sul sito delle F.I.D.A.L. in cui c’hanno informato che il Campionato Italiano di Cross Master è stato fissato il 27 marzo ad Ugento (“Tacco d’Italia); mentre i Campionati Italiani Individuali Master su Pista sono stati imposti di forza a Cosenza nei giorni 29-30-31 luglio. E la Finale Nazionale del Campionato di Società Master su Pista? Sparita nell’iperspazio!

IL CONSIGLIO FEDERALE
E’ importante capire il contesto in cui sono state prese le decisioni per il 2011 che toccano anche il mondo master italiano. Il Consiglio Federale di ieri aveva di fronte un massa di questioni di grande importanza; che avrebbero meritato più riunioni per dedicare attenzione, per valutare e per  decidere secondo raziocinio e lungimiranza. Non è stato così perché il metodo è fin troppo chiaro: temporeggiare per creare l’urgenza e quindi, data la fretta, offrire scelte già fatte al posto del normale confronto tipico delle vere assemblee democratiche. Nel nostro mondo si ha sempre di più l’impressione che atleti e società siano trattati da sottoposti. Troppo spesso e fino troppo evidente che le manifestazioni hanno sedi più politiche che funzionali. Così quando s’è trattato di votare le proposte scellerate che toccavano l’attività master 2011 nel Consiglio Federale pare che solo una mano si sia alzata per opporsi, quella di Laurent OTTOZ. E gli altri consiglieri? Evidentemente, ancora una volta, avranno avuto i loro buoni motivi per approvare ordinatamente e diligentemente tutto quanto scelto dai capi della Fidal. Stiamo esagerando? Decidete voi.

I MANOVRATORI
Se i mali di fondo della Federazione sono quelli appena descritti, però qualche paternità (o la maternità) più precisa la si può identificare. Da questo sito già avevamo messo in allerta i masters che qualcuno stava covando nuovi disastri. Puntuali si sono avverati. Il consigliere Pier Luigi MIGLIORINI con delega al settore master (ha senz’altro l’età giusta per il settore di riferimento) già a Cagliari alla Finale dei C.d.S. aveva pubblicamente fatto intravedere cosa ci stavano cucinando. L’altro consigliere Francesco DE FEO (con delega di secondo livello, più bassa) vagamente abbozzava ipotesi che dicevano e non dicevano. Anche all’UFFICIO MASTER, seppur abbottonati, sembra fossero ben consapevoli dei pateracchi da servirci in tavola. Quindi ognuno può farsi una propria idea di come e in quale misura i personaggi sopra citati abbiano la paternità (o la maternità) delle assurdità ad uso master per il 2011.

LE MIGLIORI ASSURDITA’ 2011
La trave nell’occhio delle assurdità, la più evidente, è la sede e la data dei Campionati Italiani Individuali Master su Pista, dal 29 al 31 luglio a Cosenza. Scelta inadeguata da ogni punto di vista. Sembra fatta apposta per dimezzare la partecipazione degli atleti masters. Vedrete che qualcuno tra i manovratori avrà il coraggio di sostenere che c’era un’unica sede che si era candidata e che il calendario non permetteva altre date. Argomenti validi per i babbei, categoria alla quale non apparteniamo. Bastava preventivamente allargare la consultazione tra le società masters e tra i Comitati Regionali e sarebbero spuntate fuori 3-4 sedi alternative con tutte la caratteristiche adeguate. E sarebbe saltata fuori anche una data appropriata. I motivi di questa scelta infelice non la conosciamo però fateci un favore: non prendeteci in giro, evitate di condire una scelta sostanzialmente politica con le solite scuse del tipo è un’iniziativa fondamentale per rilanciare il turismo locale o altre stupidaggini. Lo ribadiamo, non siamo babbei e non vorremmo essere trattati come tali.

L’oscar delle cose assurde va però al Campionato di Società Master su Pista. Da ogni parte tra atleti e società masters il coro era ed è unanime: “NON CI TOCCATE I C.D.S. SU PISTA”. Cosa ti vanno a pensare i nostri manovratori-filosofi? Ci lasceranno giocare prima nelle nostre regioni ai C.d.S. con due appuntamenti, il 4-5 giugno (1° prova valida anche come Campionato Regionale Individuale) e il 18-19 giugno (2° prova). Poi i Campionati Italiani Individuali Master su Pista fungeranno anche come 3° prova dei C.D.S. A questo punto cosa succede? Le società si autocertificheranno 17 risultati-punteggi (pescati tra le tre prove) e per incanto si arriverà alla Classica dei C.D.S. Master su Pista 2011; ed anche all’assegnazione dei titoli nazionali. Magari chi l’ha pensata questa vaccata s’è dato anche del genio. Magari in tutto questo ci corre anche puzza di conflitto d’interessi. Sta di fatto che peggio forse non si poteva fare. E i manovratori-filosofi lo capiranno dalle critiche e dalle invettive che gli arriveranno da tutto il mondo master; ad eccezione forse di una società. Il risultato è che così sono riusciti a cancellare la più bella manifestazione nazionale del settore, da tutti considerata la “Festa dei Masters”. Se esistesse il televoto per rimuovere istantaneamente i responsabili (e sapete bene chi sono) ci sarebbe un plebiscito popolare dei masters per liberarsi di loro.
Tralasciamo momentaneamente altri commenti che faremo all’indomani della pubblicazione dei documenti federali. I Campionati Indoor, la SuperCoppa Non Stadia etc. Altri bocconi amari ci aspettono.

CHE  FARE ?
Certo che lo sgomento è forte. Ma anche la rabbia che monta. Avete provato a scambiare qualche commento con gli amici masters? Forse ai manovratori-filosofi stanno cominciando a fischiare le orecchie ma poco male, forse si sentono intoccabili. Già ma allora com’è possibile digerire da parte nostra questo scempio? La Stagione 2011 non è così lontana, ma forse c’è il tempo per reagire, per prendere qualche iniziativa generata dalla base, da chi ci sta. Sarebbe importante che decollasse tra tutti noi un coordinamento per  pensare e/o organizzare manifestazioni autonome dall’Ufficio Master, anche alternative. Il 4 dicembre a Bologna il gruppo di amici che ruota attorno al sito Gruppo Pentathlon Lanci s’è dato appuntamento per trattare del Grand Prix Pentathlon Lanci. Potrebbe essere un incontro allargato a tutti coloro che a vario titolo partecipano all’atletica master italiana, per riflettere e progettare al di fuori della Federazione. Chi è interessato invii una email a wcorbelli@katamail.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *