MONDIALI MILITARI, SZOST E RASA (DOPPIA VITTORIA) PER L’ANNIVERSARIO DI MARATONA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La maratona di Atene è sempre qualcosa di speciale, in particolare nell’anno in cui viene celebrato il 2500° anniversario della battaglia di Maratona, città dell’antica Grecia che da il nome alla gara di 42195m, avvenuta nel 490 AC. E nell’anno di questa celebrazione, per dare ancora maggior risalto all’evento, la manifestazione era anche valida come campionato mondiale militare. Vincitori dei titoli mondiali sono stati il polacco Henryk Szost al maschile e la lituana Rasa Drazdaukaite.

Contemporaneamente ai campionati militari si è anche svolta la gara elite che è stata appannaggio dei kenyani tra gli uomini ma che ha visto invece la stessa Drazdaukaite trionfaretra le donne. Gloria anche per l’Italia, che cono soli quattro atleti partecipanti è però riuscita a portare a casa una preziosa medaglia di bronzo con Francesco Bona dell’Aeronautica Militare.

Andando con ordine, parliamo però della gara maschile. Come successo anche a Francoforte, la maratona ateniese è stata dominata dagli atleti del continente nero, con l’unica differenza che a spartirsi il podio in Germania erano stati etiopi e kenyani, mentre qua i secondi hanno monopolizzato il tutto, andando a conquistare tutte e tre le medaglie. A vincere è stato in 2h12’40” Raymond Bett, seguito a distanza da Jonathan Kipkorir, che ha chiuso in 2h14’05” e da Edwin Kimutai (2h15’21”). Dopo il terzetto kenyano è arrivato il già citato primo militare Henryk Szost che si è così guadagnato l’ambito titolo di campione del mondo. Per soli 7 secondi non è riuscito ad agguantare anche il podio assoluto, mancando per poco una doppia medaglia che di sicuro non lo avrebbe rattristato.  Medaglia d’argento dei campionati mondiali militari è un altro polacco, Radoslav Gardzielewski (2h15’45”), che precede il nostro italiano Francesco Bona (2h16’49”), tanto nella classifica assoluta quanto in quella di “categoria”. Regolarissima la gara di Francesco Bona, passato in 1h08’24” alla mezza.

La lituana Rasa Drazdaukaite è stata la grande protagonista in campo femminile. Con una doppia prima posizione (2h31’06”) si porta a casa quindi il titolo di campionessa mondiale militare e la vittoria nella maratona di Atene. Strana l’assenza di atleti di colore in questa gara, che una volta tanto vede quindi solo atleti bianchi sul podio. Dopo la Drazdaukaite nella gara elité si classifica la russa Olga Glok, giunta sul traguardo staccatissima a quasi 3 minuti di distanza dalla vincitrice. L’ucraina Svitlana Stanko completa con il suo bronzo il podio di una maratona di non altissimo livello. I minuti che la separano dalla lituana sono infatti ben 8 (2h38’59”) a dimostrazione della poca partecipazione di atleti di primo piano. Per andare a cercare le medaglie della gara dedicata ai militari bisogna scorrere ancora qualche nome, arrivando all’undicesima piazza, dove si trovano in successione finalmente la medaglia d’argento e quella di bronzo. La polacca Monika Drubulska sale sul secondo gradino del podio con 2h48’30” e la svedese Helen Willix porta a casa un bronzo dopo 2h53’01” di corsa.

CLASSIFICA ASSOLUTA MASCHILE

  1. Raymond Bett: 2h12’40”
  2. Jonathan Kipkorir: 2h14’05”
  3. Edwin Kimutai: 2h15’21”

CLASSIFICA MILITARE MASCHILE

  1. Henryk Szost: 2h15’28”
  2. Radoslav Gardzielewski: 2h15’45”
  3. Francesco Bona: 2h16’49”

CLASSIFICA ASSOLUTA FEMMINILE

  1. Rasa Drazdaukaite: 2h31’06”
  2. Olga Glok: 2h33’51”
  3. Svitlana Stanko: 2h38’”59

CLASSIFICA MILTARE FEMMINILE

  1. Rasa Drazdaukaite: 2h31’06”
  2. Monika Drubulska: 2h48’30”
  3. Helen Willix: 2h53’01”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *