NASCE PASSIONE ATLETICA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Fiocco azzurro nell’Atletica italiana per la nascita di una nuova associazione dedicata al nostro mondo. Si chiama Passione Atletica e il fondatore-ideatore è Gigi D’Onofrio, che tutti ricordano come il brillante organizzatore dei Golden Gala meglio riusciti.

 

Qualcuno si chiederà ma a cosa serve una nuova associazione? E soprattutto a cosa serve nel nostro mondo se tanto le facce sono sempre le stesse? Domande legittime alle quali è doveroso dare una risposta.

Ma prima parliamo di chi la risposta ce l’ha già: i maligni, i disillusi, quelli che l’atletica a volte nemmeno la guardano in tv quando c’è un meeting. La loro risposta è scontata: quelli di Passione Atletica cercano un posto o un incarico in Fidal, cercano un po’ di visibilità, uno spicchio di potere, qualcosa da mettere sotto i denti.
I più maligni avranno anche da sorridere pensando che mancano ancora due anni per il voto che rinnoverà il consiglio federale. I maligni diranno che sono partiti troppo presto e si bruceranno prima di arrivare.

Bene, adesso invece arrivano le risposte vere. Passione Atletica non nasce per cercare incarichi e soprattutto non nasce per generare trattative in vista del voto del 2012. Passione Atletica nasce perché l’esigenza di un rinnovamento nel nostro ambiente è divenuta urgente e irrimandabile. Siamo fermi da troppi anni, e non parlo di persone o gruppi, parlo di idee e quindi di risultati. Le idee nel nostro mondo sono ferme ad oltre 10 anni fa. Da allora abbiamo avuto solo rimaneggiamenti, qualche botta di culo, un paio di intuizioni andate a buon fine e molte molte cose negative. Ma soprattutto nessuna strategia, nessun obiettivo a medio-lungo termine, nessuna volontà di fare, nessuna volontà di ascoltare la base. E questo ci ha portato all’attuale stato delle cose.

Cerchiamo di essere sinceri: eliminando gli interessi particolari o personali, chi può realmente dire che oggi l’Atletica va bene? Chi può dire che gli ultimi “governi” della Fidal hanno portato l’Atletica ad un punto migliore di quanto fosse dieci anni fa? Chi può dire che un movimento di atleti che ha sterzato decisamente su Master e Corse su Strada sia migliore dell’atletica pre-2000? Ebbene, ecco la risposta. Passione Atletica nasce per ricominciare a progettare, per fare cose in forma organizzata, per pensare nuove strategie e soprattutto per sganciarsi da questo circolo vizioso di voti-gruppi-appoggi-amici-nemici e via discorrendo.

E veniamo ai nomi che hanno aderito in prima battuta all’associazione o dimostrato un vivo interesse. Scorrendo l’elenco ci si renderà conto che molte delle persone, se non proprio vecchi, sono comunque nomi sentiti e strasentiti. Per cui…dove sta la novità? Beh, parliamoci chiaro non è che i dirigenti di atletica crescano sugli alberi per cui è normale che molti nomi siano nomi del passato più o meno remoto, non potrebbe essere diversamente. Chi parla di riciclati, dice un’ovvietà e la dice in malafede magari per trarne vantaggio per se e per la sua posizione attuale.

La novità di Passione Atletica sta nel progetto (l’abbiamo detto) ma anche nel modo di portarlo avanti. Nonostante i personalismi e le forti individualità si intravede in questo gruppo la voglia di progredire e di lavorare per l’atletica, tutta l’atletica. Da quella delle grandi società (con relativi voti) fino all’atletica dei piccoli club o del mondo master. Insomma un lavoro organico, una ripartenza supportata dalla volontà di guardare avanti lasciando nel passato rancori, veti ed antipatie. L’associazione potrà e saprà migliorare ma lo farà solo con l’aiuto di chi crede e vuole un reale, radicale cambiamento nel nostro mondo.

Personalmente ho deciso di aderire (io sono uno dei nomi e…non sono un “vecchio”) perché credo nel progetto così come D’Onofrio l’ha pensato e proposto ed ho stima di molte persone che già sono al suo interno. Non è un’adesione incondizionata la mia e non dovrebbe esserla per nessuno perché le cose vanno monitorate e gli obiettivi verificati. Però un’apertura di credito se la merita sicuramente. Se la merita il progetto di fondo, se la meritano gli uomini che vi sono all’interno e se lo merita l’Atletica stessa che ha bisogno di un vero, reale balzo di qualità che da tanti anni viene promesso senza mai essere mantenuto.

Il viaggio è iniziato e speriamo che nel corso del cammino, altre persone, altri gruppi possano aderire al progetto portando idee, spunti di riflessione e argomenti sui quali lavorare. Si, perchè uno dei punti maggiormente innovativi di Passione Atletica è quello di saper ascoltare, analizzare e, se del caso, sposare le migliori idee che provengono dalla base del nostro mondo. Vi pare poco?

 Per maggiori informazioni si può visitare il sito www.passioneatletica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *