TERREMOTO DOPING IN SPAGNA: MARTA DOMINGUEZ ARRESTATA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Da tre giorni sulle prime pagine dei quotidiani sportivi iberici non si parla di altro. La terza grande indagine sul doping nello sport spagnolo stavolta stravolge dopo il ciclismo anche il mondo dell’atletica, colpendo una delle atlete più rappresentative e vincenti degli ultimi anni, Marta Dominguez.

La mezzofondista originaria della cittadina di Palencia, nel Nord della Penisola Iberica, campionessa mondiale nei 3000 siepi ai Mondiali di Berlino del 2009 e vice presidente della Federazione atletica di Spagna, è stata arrestata nella notte di giovedì scorso, per possesso e spaccio di sostanze dopanti.

A finire dietro le sbarre assieme a lei, anche l’allenatore Cesar Perez, il manager Jose Alonso Valero, ma soprattutto il dottore Eufemiano Fuentes, già coinvolto e condannato in precedenti inchieste sul doping (Operacion Puerto), principalmente legate all’ambiente del ciclismo.

Poi ancora un’altra decina di fermati in giro per il Paese, tra cui uno dei più famosi allenatori iberici, Manuel Pascua Piqueras, allenatore tra gli altri della campionessa europea Nuria Fernandez e del mezzofondista di origine etiope Alemayehu Bezabeh. Proprio Bezabeh, ascoltato dagli agenti della Guardia Civil ha confessato di aver fatto uso di sostanze dopanti. Altri interrogatori in contemporanea sono arrivati per altri atleti di punta come Reyes Estevez, Eugenio Barrios, Digna Luz Murillo. Le indagini mirano a far chiarezza su una vasta rete di spaccio di sostanze dopanti, dall’EPO agli steroidi, trovate in quantità nell’abitazione dell’allenatore Perez durante le perquisizioni.

Nel frattempo a Marta Dominguez è stata concessa la libertà provvisoria poichè incinta da circa 4 mesi, ma gli effetti del suo caso sull’opinione pubblica sono stati devastanti. Per il momento la Federazione Spagnola per tutelare la sua immagine ha sospeso la carica di vicepresidente all’atleta, ma questo sembra solo il primo effetto di un colpo durissimo per tutta l’atletica spagnola, alla luce anche dei recenti successi ai Campionati Europei di Barcellona. E qui sorge l’interrogativo forse più inquietante: Come mai la Dominguez e quei suoi connazionali fortemente sospettati di far uso di sostanze dopanti, non sono mai risultati positivi ai controlli antidoping degli ultimi anni? A voi la risposta. 

Nella foto: Marta Dominguez esulta per la vittoria ai Mondiali di Berlino (foto Simone Proietti per Atleticanet) 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *