IL PENSIERO DELLE SOCIETA’ MARCHIGIANE SUL C.D.S. MASTER

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il 20 novembre scorso, giusto una settimana dopo il Veneto, si sono riunite le società marchigiane attive nel Settore Master, presente il delegato regionale master Luciano BANCHETTI. Ne è scaturito un documento inviato alla F.I.D.A.L. Nazionale dove, in più rispetto alle società del Veneto, sono stati sottolineati gli aspetti economici particolarmente onerosi da sostenere per le società. Questo il testo integrale della lettera già pervenuta a Roma.

 

Al Presidente Fidal sig. Franco Arese, ai Delegati Master sig. Luigi  Migliorini e sig. Francesco De Feo, al Consigliere Federale sig. Scorzoso  Giuseppe e per conoscenza alle Società masters Italiane.

Oggetto: Finale Nazionale CdS Masters 2011 

Le Società Marchigiane maggiormente interessate all’attività su pista Master, SEF Macerata, Ass. Atl. Fabriano, Ass. Atl. Torrione S. Benedetto, Alma Juventus Fano e Atl.Castelfidardo, si sono riunite in data 20 novembre 2010 a Macerata, sotto il coordinamento del Responsabile Regionale Master sig. Banchetti Luciano e presente il Consigliere Regionale sig. Capecchi Renzo per la valutazione di quanto in oggetto indicato. Dopo ampia e responsabile discussione in merito si è giunti, all’unanimità , alle seguenti  conclusioni:

– La decisione di abbinare la Finale del CdS  Master ai Campionati Individuali di Cosenza, è parsa alquanto discutibile infatti, oltre alla scelta della sede risultata eccessivamente periferica, la Manifestazione individuale, incentrata di norma su tre giornate gara, con la partecipazione  di un numero molto maggiore di atleti interessati alle classifiche societarie, con l’estensione dei lanci e dei salti a 3 prove preliminari più 3 di finale e con l’aggiunta delle staffette, subirà un inevitabile ampliamento dei tempi con comprensivi disagi che si ripercuoteranno sull’intera Manifestazione. 

– Per quanto riguarda la trasferta le squadre Marchigiane, che potrebbero eventualmente essere ammesse alla finale, site ad oltre 700 km. da Cosenza, saranno costrette a partire nella giornata di giovedì e rientrare, nella migliore delle ipotesi, nella mattinata di lunedì  se non addirittura in serata) con un impegno globale di  5 giornate delle quali una sola festiva. Poiché si è riscontrato che mediamente oltre il 75% degli atleti  sono impegnati in attività impiegatizie, nella libera professione e soprattutto nel settore scolastico, si evince che molti di essi non otterranno l’autorizzazione ad assentarsi costringendo così le Società a ridimensionare le formazioni e falsare di conseguenza la partecipazione alla Finale.

– In stretta correlazione a quanto sopra va considerato anche l’aspetto finanziario della trasferta. Si dovranno infatti prevedere il pernottamento per 3 o 4 notti, il consumo di circa  8/10  pasti e colazioni più il viaggio di andata e ritorno per 1500 km. circa con un impegno  economico altissimo. A titolo puramente indicativo si è calcolato che per una sola squadra di 15 persone circa si dovranno spendere ben oltre i 5.000 euro e più di 8.000 per la doppia squadra, oneri questi assolutamente insostenibili per la maggioranza delle Società.

Tali conclusioni possono essere considerate valide anche per tutte le Società del Centro Nord.

Per quanto sopra si invitano le competenti strutture federali a riesaminare con obbiettività tutta la materia e scorporare dagli individuali la Finale dei CdS e farla svolgere in località centrale della penisola con l’impegno di riportare ad 1 giornata e mezzo le gare e permettere  così una agevole partecipazione di tutto il Settore.

Qualora tale variazione non avesse seguito, le Società Marchigiane, una volta verificati i dispositivi organizzativi, gli orari-gara, le offerte logistiche e soprattutto la possibilità di schierare una formazione competitiva, si riservano la facoltà di partecipare o meno alla Finale di Cosenza. Cordiali saluti

Macerata, 22 novembre 2010                           

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *