C.D.S. INDOOR VINCONO OLIMPIA RIMINI E PENTASPORT TRIESTE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Questi Campionati Italiani Individuali Master Indoor hanno avuto “in allegato” anche il Campionato di Società Master Indoor, la prima edizione dopo quella sperimentale dello scorso anno denominata Grand Prix Indoor. A sorpresa, dopo varie difficoltà nell’interpretazione e nella condivisione della formula adottata, la Segreteria dei Campionati che ha gestito la manifestazione con l’informatica del Sistema Sigma è stata capace di ottenere la classifica del C.D.S. Master Indoor quasi in tempo reale. Alle 15,30 sono uscite le “pagelle” e si è proceduto alla premiazione. Peccato che ormai ci fosse quasi il deserto perché i partecipanti erano già sula strada del ritorno, forse impreparati a tale rapida soluzione. Questo è stato l’esito finale: vittoria tra gli uomini dell’OLIMPIA AMATORI RIMINI e tra le donne della PENTASPORT TRIESTE.

Mentre per la classifica maschile si può dire che cambiano le formule ma ad imporsi continua la squadra riminese, tra le donne invece il risultato è stato sorprendente ed ha premiato il gruppo delle ragazze triestine battendo clamorosamente le due formazioni più forti di questi ultimi anni, l’ASI VENETO (vincitrice del CdS 2009 e del Grand Prix Indoor 2010) e la ROMATLETICA (vincitrice del CdS 2010). Un risultato forse atteso dalle triestine che infatti sono rimaste quasi tutte per la premiazione finale avendo probabilmente fatto i conti giusti prima con le scelte delle iscrizioni e poi con i calcoli durante le gare.

 

Classifica Maschile

(16 società classificate con 9 punteggi in 9 gare)

1° OLIMPIA AMATORI RIMINI pt.91

2° LIBERATLETICA ROMA pt.171

3° ATHLON BASTIA pt.176

4° S.E.F. MACERATA pt.178.5

5° ATL. SAN MARCO VENEZIA pt.197.5

6° ROMATLETICA pt.209.5

7° DAINI CARATE BRIANZA pt.215.5

8° ATL. VIRTUS CASTENEDOLO pt.228

9° ATL. AMBROSIANA pt.239.5

10° LA FRATELLANZA 1874 MO pt.242.5

11° LA GALLA PONTEDERA pt.262.5

12° TORTELLINI VOLTAN MARTELLAGO pt.335

 

Classifica Femminile

(7 società classificate con 9 punteggi in 9 gare)

1° PENTASPORT TRIESTE pt.116.5

2° ROMATLETICA pt.119

3° ATLETICA ASI VENETO pt.128.5

4° S.E.F. MACERATA pt.142.5

5° LIBERATLETICA ROMA 201

6° LIBERTAS A.R.C.S. PERUGIA pt.231

7° ATLETICA PISTOIA pt.263

 

Che dire di questo C.D.S. Indoor Master? Lo si deve considerare un altro esperimento su cui trarre valutazioni e probabilmente aggiustare il tiro. Quello che lascia perplessi a posteriori è l’esiguo numero di società che hanno fatto punteggio con 9 risultati in 9 diverse gare: sono state 16 le società maschili e 7 quelle femminili. Le ragioni di una così bassa “adesione”? Crediamo principalmente il disorientamento per le società nella valutazione del proprio potenziale.

Facciamo un esempio concreto pescando dai risultati di Ancona 2011: una prestazione da 802 punti nei 60 metri maschili (7″79 MM45) ha portato 52 punti (52° complessivamente nella specialità), mentre una prestazione da 331 punti nel salto con l’asta (1,60 MM60) ha portato 26 punti (26° nella specialità) e quindi un ingiustificabile vantaggio.

Molto più chiaro invece il meccanismo adottato lo scorso anno quando andavano sommati semplicemente i punteggi della Tabelle FIDAL senza ulteriori riconteggi e la classifica risultava dal totale dei punteggi. La contemporaneità con i Campionati Individuali almeno richiede di semplificare il più possibile il meccanismo di punteggio di un C.D.S.

E comunque sul C.D.S. Master Indoor si tratta di investire per motivare di più le società e gli atleti. Due gli obiettivi alternativi: stimolare una più larga partecipazione ai Campionati Indoor Individuali o in alternativa creare una manifestazione distinta e così dare un seconda appuntamento per la stagione indoor master nazionale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *