CAMPIONATI INVERNALI DI LANCI A VITERBO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dopo i successi nel giavellotto di sabato di Bani e Gottardo, nella domenica piovosa e ventosa Vizzoni e la Salis dominano nel martello come da copione. Bordignon e Apolloni si aggiudicano il 1° Trofeo Silvano Simeon nel disco

Prima giornata di sabato 12 dei Campionati Italiani Invernali di lanci a Viterbo, con molto giavellotto. Nella gara femminile scontata vittoria di Zahra Bani (Fiamme Azzurre) che, al quarto lancio, si aggiudica il nono tricolore assoluto in carriera con una miglior misura di 58,54, davanti a Silvia Carli (Fiamme Oro/49,93) e Maddalena Purgato (Assindustria Sport Padova/49,36) a cui va la maglia di campionessa Promesse davanti ad Anita Festa (Pro Sesto Atl./46,93) e Francesca Sulpizi (Studentesca CaRiRi/40,35). Tra gli uomini sempre al quarto lancio Leonardo Gottardo (Aeronautica) supera Norbert Bonvecchio (Atl. Trento CMB), fino a quel momento in testa grazie al 74,69 della sua seconda prova. L’aviere veneto, protagonista di una serie tutta oltre i 70 metri, va al sorpasso con 75,72,  allungando poi a 75,83. Terzo posto per il campione assoluto di Grosseto 2010, Roberto Bertolini (Fiamme Oro), 69,78, mentre il titolo under 23 se lo aggiudica il primatista nazionale di categoria Gianluca Tamberi (Fiamme Gialle) fermo a 68,17, poi Giacomo Puccini (Virtus Lucca/67,13) e Stefano Nardini (Riccardi Milano/66,39). A livello giovanile femminile la sfida tutta lombarda tra Sara Jemai (US Sangiorgese) e la capolista stagionale Roberta Molardi (Cremona Sportiva Atl. Arvedi) va con 47,83 a 47,43 alla Jemai. Terza Martina Clean (CUS Trieste), 44,49.

Tra gli under 20 maschili Giacomo Bellinetto (N.Atl. Fanfulla Lodigiana), capace di migliorarsi fino a 63,13, si aggiudica la gara su Mauro Bettinelli (Pro Sesto Atl.), 60,81, e bel bronzo per l’allievo, classe 1994, Joseph Figliolini (Studentesca CaRiRi), con 59,00.

Sotto il diluvio la seconda giornata dei Campionati Italiani Invernali di lanci. Pioggia e vento hanno notevolmente condizionato le performances degli atleti in gara, rendendo scivolose le pedane e, nel caso del disco, disturbando le traiettorie degli attrezzi. E così il vicecampione europeo del martello e capitano della Nazionale Nicola Vizzoni, ha chiuso subito il discorso al primo lancio. Nessuno degli avversari è, infatti, poi riuscito a far meglio del suo 73,26 d’apertura. Per il martellista delle Fiamme Gialle si tratta del 22° centro tricolore in carriera. Dietro di lui Lorenzo Rocchi (Cento Torri Pavia/67,92) e Lorenzo Povegliano (Carabinieri/66,71), mentre il capolista stagionale Marco Lingua (Fiamme Gialle) ha concluso la ennesima sua gara senza misura. Vince nella categoria under 23 Simone Falloni (Studentesca CaRiRi) che con 62,26 precede Mattia Gabbiadini (Cento Torri Pavia/54,40) e Gianlorenzo Ferretti (Atl. Firenze Marathon/53,96).
Nella prova femminile si è confermata Silvia Salis (Fiamme Azzurre) che con un miglior lancio di 67,45 si aggiudica il quarto oro tricolore. Dietro di lei si sono piazzate nell’ordine Elisa Palmieri (Esercito), 65,72, Laura Gibilisco (Fiamme Azzurre), 61,02, e la 19enne Elisa Magni (Atl. Livorno) a cui è andato anche il titolo Promesse con 57,22. Argento e bronzo in questa categoria a Valentina Leomanni (N.Atl. Fanfulla Lodigiana/56,24) e Giulia Bartolich (CUS Trieste/53,43). Nel martello delle under 20 della prima giornata vittoria della favorita Francesca Massobrio (CUS Torino) che arriva in tutta superiorità a 58,14 (preceduto da un 58,11). Con lei sul podio Maria Chiara Rizzi (Cremona Sportiva Atl. Arvedi/51,75) e Michela Baldacchino (Centro Atl. Piombino/50,95). Sempre nella prima giornata vittoria con primato personale, 66,92, al martellista junior Patrizio Di Blasio (Fiamme Gialle Simoni) che fa meglio di Lorenzo Puliserti (Atl. Piemonte/64,19) e Carlo Calabrese (Amatori Cisternino/62,07).

Nel disco, Laura Bordignon raggiunge a Viterbo quota otto titoli assoluti (di cui 4 invernali) con un lancio da 52,57. La discobola delle Fiamme Azzurre batte nell’ordine Valentina Aniballi (Esercito/50,08) e Giorgia Godino (Fiamme Oro Padova/50,04). Quarta assoluta e prima delle Promesse è Stefania Strumillo (CUS Bologna/49,62) seguita dalla 19enne Ilaria Marchetti (CUS Torino), 45,49, e Greta Zin (GS Valsugana Trentino), 45,10. A livello under 20 45,36 vincente di Elisa Boaro (Libertas Friul Palmanova) con l’allieva, campionessa italiana del getto del peso, Monia Cantarella (Nuova Atletica Fiamma Aranca) seconda con 42,99, un centimetro meglio di Valentina D’Urzo (Studentesca CaRiRi/43,98). Tra i maschi si impone Federico Apolloni (Atl. Firenze Marathon) cui basta 57,16 per sorprendere il finanziere e campione uscente Giovanni Faloci (secondo con 56,35), terzo Fabio Cuberli (Udinese Malignani/55,85) davanti all’aviere un po’ deludente Marco Zitelli (Aeronautica), 54,80. Sesto assoluto e campione under 23 l’ex junior Eduardo Albertazzi (Fiamme Gialle), grazie ad un 53,82 largamente davanti al 48,64 di Daniel Compagno (Assindustria Sport Padova) ed al 46,68 di Federico Zucchinali (Cento Torri Pavia). Assegnato nella prima giornata il titolo del disco giovanile vinto dal vicecampione italiano juniores indoor del peso Antonio Laudante (ARCA Atl. Aversa) con un 54,33 in apertura, grazie a cui ha avuto la meglio su Gianluca Bruno (CUS Torino/ 52,20) e Stefano Petrei (Udinese Malignani/50,38).

Alla Bordignon ed Apolloni è stato assegnato anche il trofeo intitolato alla memoria di Silvano Simeon, indimenticabile discobolo azzurro e tecnico federale prematuramente scomparso tre mesi fa, consegnato, nella commozione generale, dall’ex azzurra allieva di Simeon Maria Marello.  

Tutti i risultati si possono trovare al seguente link:

http://www.fidal.it/2011/COD3049/Index.htm 

 

foto di Andrea Bruschettini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *