COPPA EUROPA DI LANCI INVERNALI, A SOFIA LE SOLITE SCUOLE DELL’EST E NUOVI TALENTI IN EVIDENZA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’ungherese Krisztian Pars e il giovanissimo lettone Zigismundus Sirmais hanno nobilitato la classica Coppa Europa di lanci invernali, svoltasi nel freddo di Sofia in questo week end. Diamo allo junior lettone i crediti maggiori, in quanto con il suo lancio a 84 metri e 47 ha stabilito nuovo record mondiale junior di giavellotto togliendolo nientemeno che ad un certo Andreas Torkildsen…

Ero venuto qui con grandi ambizioni” ha detto il 18enne “e mia madre, mi aveva pronosticato un grosso risultato. Ho sentito subito al primo lancio che il giavellotto tecnicamente era uscito bene. Il mio obiettivo adesso è di vincere la medaglia d’oro ai prossimi Campionati Europei Junior di Tallin”. In chiave azzurra, il veneto Leonardo Gottardo si è classificato ottavo con un lancio a 73,86.

Premesso che lo junior Sirmais ha gareggiato con i seniores, la gara degli under 23 è stata vinta dal turco Fatih Avan che al quinto lancio ha passato di poco la fettuccia degli 80 metri.

L’ungherese Pars invece ha stabilito il migliore risultato della prima giornata vincendo la gara di lancio del martello seniores con una bordata a 79 metri e 84 e una seria di altri 4 lanci oltre i 79 metri. Da segnalare che un po’ tutti i martellisti hanno faticato a trovare i lanci giusti a causa delle avverse condizioni atmosferiche. Al secondo posto il bielorusso Yuri Shayunoy, al terzo l’ucraino Aleksey Skoyryskiy, mentre il nostro eterno Nicola Vizzoni si è classificato al sesto posto.

Nel martello donne ha vinto la russa Tatiana Lisenko (che dopo la squalifica per doping sembra non essere più la stessa) davanti alla tedesca Betty Heidler  che arrivata a Sofia con grandi propositi si è trovata a disagio con la pedana e non è riuscita ad andare oltre la misura di 72,71.

Nel disco uomini vittoria un po’ a sorpresa del turco Ercument Olgundeniz con un buon lancio a 63,31 davanti al nome nuovo olandese Eric Cadee e al rumeno Sergiu Ursu. Il favorito tedesco Markus Munch è finito solo quarto. Il nostro Giovanni Falci non è andato oltre un normale 57,81.

Nel disco uomini U23 ha vinto l’ucraino Mykita Nesterenko (l’ex ragazzo prodigio che da cadetto lanciò il disco da 1,5 kg a oltre 70 metri ndr) per lui un discreto 59,71 davanti al britannico Morse cha ha finito 21 centimetri dietro.

Fra le donne nel peso ha vinto la bielorussa Alena Kopets con 17,71 davanti alla francese Cerival e alla nostra Chiara Rosa fermatasi a 17,30.

Nel peso maschile senior lotta serrata fra il bosniaco Hamza Alic ed il portoghese Marco Fortes con Alic a prevalere di soli 3 cm. Per il bosniaco 20,21 al quarto lancio mentre il lusitano ha piazzato, sempre al 4 tentativo un buon 20,18.

Nel disco femminile vittoria della russa Olesya Korotkova con un buon 60 e 20 davanti all’eterna rumena Nicoleta Grasu appena sotto i 60 metri. Non male per una 40enne

Per concludere nel giavellotto femminile U23 segnaliamo la vittoria della detentrice del record mondiali junior, l’ucraina Vera Rebryk che nonostante le pessime condizioni atmosferiche ha scagliato l’attrezzo a quasi 58 metri, battendo l’estone Liina La asma che comunque ha stabilito il record nazionale junior con 57 metri e 04.

A livello di squadre vittoria per la Russia tra i maschi senior davanti a Ucraina e Italia.

Fra le donne ha prevalso la Germania davanti a Russia e Francia. Fra gli Under 23 uomini ha vinto la rappresentativa Ucraina precedendo Russia e Finlandia, mentre l’Ungheria ha prevalso fra le donne davanti a Ucraina e Russia.

Si può tranquillamente dire che le scuole tradizionali dei paesi baltici e dell’Est Europa continuano a proporre nomi nuovi, mentre sembrano faticare di più i paesi occidentali fra i quali la sola Germania sembra tenere fede alla tradizione. Sono sicuro che i talenti dalle forti braccia ci sono anche da noi, ma evidentemente preferiscono praticare altri sport. Vogliamo scommettere che tra le migliaia di ragazze alte più di 1,80 che praticano I nostri campionati di pallavolo non ci sia qualche potenziale discobola o giavellottista da 60 metri?

Per I risultati completi www.sofia2011.org

Nella foto ( fidalveneto.it) il giavellottista azzurro Gottardo recente vincitore del titolo nazionale assoluto a Viterbo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *