ADDIO CALIANDRO, UN INCIDENTE SE LO PORTA VIA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Una notizia tragica si abbatte sul mondo dell’atletica italiana: oggi pomeriggio, venerdì 10 giugno, si è spento per sempre Cosimo Caliandro, mezzofondista azzurro e delle Fiamme Gialle, coinvolto in un brutto incidente stradale nella sua Francavilla Fontana, in provincia di Brindisi. Mimmo, come si faceva chiamare da tutti, era alla guida della sua moto, quando si è scontrato fatalmente con un’automobile. Per il campione non c’è stato nulla da fare.

Caliandro lascia moglie e due figli, oltre ad un bel sogno, quello di potersi misurare sulla distanza di maratona. Gli mancava solo quella sfida, in una lunga carriera costellata di soddisfazioni, prima delle quali il meraviglioso oro europeo sui 3000 metri indoor a Birmingham nel 2007.

Per Mimmo, nato l’11 marzo 1982, l’amore per l’atletica cominciò da giovanissimo, e già da cadetto si mise in evidenza, mostrando qualità fuori dal comune. Da allievo si distinse sui 1500 metri, conseguendo anche il primato italiano di categoria, con 3:45.62, per poi agguantare l’oro europeo sulla distanza da junior. Nelle ultime stagioni, successivamente al trionfo europeo del 2007, era stato bersagliato dagli infortuni, ma la sua determinazione lo rilanciò tra i migliori interpreti in patria. Quest’inverno ancora qualche problema fisico, ma il 2011 sarebbe stato l’anno dell’esordio sulla 42 km, dopo che lo scorso anno debuttò sulla mezza in Roma-Ostia, aggiudicandosi una poderosa volata finale contro Daniele Meucci, per chiudere in un promettente 1:02.41. Atleticanet vuole ricordarlo pimpante e grintoso come in quella volata. Un abbraccio alla famiglia, Mimmo non ti dimenticheremo.

Nella foto: Cosimo Caliandro impegnato da Daniele Meucci alla Roma-Ostia 2010

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *