CDS ALLIEVI, VICENTINA E FIAMME GIALLE SIMONI IN TESTA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Prima giornata dei Cds Allievi e Allieve a Saronno e in testa ci sono già i due club che nelle fasi di qualificazione avevano fatto segnare i migliori punteggi. L’Atletica Vicentina tra le allieve ha fatto il vuoto, 103 punti, con 16 di vantaggio sulla Studentesca Ca.Ri.Ri e 24 su Bergamo 1959. Al maschile invece c’è più incertezza, con le Fiamme Gialle Simoni in testa con 94 punti, incalzate sempre dalla Studentesca a 90.

 

Il miglior risultato tecnico della giornata lo si è avuto nei 110hs, con l’atleta in forza alla Osa Saronno Lorenzo Perini che ha corso quasi da se, chiudendo in 13”81 e infliggendo una distanza abissale a tutti gli altri avversari. Non sono stati per niente male nemmeno i tempi dei vincitori dei 400m, sia maschili che femminili. Sabrina Maggioni (Bergamo 1959) ha ulteriormente avvicinato il minimo per i mondiali, (56”20) correndo in 56”76, nonostante la scomoda sesta corsia; mentre Ayoub Akil è sceso sotto il muro dei 50” per la prima volta in carriera, staibilendo il primato personale di 49”69. Anche nei 100hs prestazione interessante dell’’empolese Rebecca Palandri che ha corso nel tempo di 14”14, avvicinando il personale (già minimo per i campionati mondiali) di 6 centesimi.

Nei concorsi grande vittoria nel giavellotto maschile. Joseph Figliolini, pur non migliorando il personale, ha comunque scagliato l’attrezzo da 700 grammi a 60,96m rifilando almeno 13 metri alle speranze di tutti i suoi avversari. Lo stesso dicasi per il modenese Nicola Ferroni nel disco (50,29).

Molto combattuti i 2000st femminili, chiusi in volata fra Camilla Matese (Toscana Atletica Empoli) e Sara Carnicelli (Audacia Record). Ha vinto Matese, con il tempo di 7’20”09. Entrambe le atlete hanno comunque migliorato i rispettivi personali di 3 e 5 secondi. I 1500 maschili sono stati vinti da Emilio Perco (Atletica Toscana Empoli), che si è migliorato di 3 secondi (3’55”56) per battere il favorito Lorenzo Dini (Atletica Livorno). Nei 1500 femminili invece, vittoria per distacco di Silvia Pento dell’atletica Vicentina, che ha chiuso la prova in 4’47”13.

Gara combattutissima quella del triplo maschile. Il più bravo è stato Gianluca Mercone dell’Asi Intesatletica, che ha acciuffato la vittoria con 13,91, ma i 5 centimetri dal secondo classificato (Dalen Ilo) e gli 8 dal terzo (Roberto Cesana) sono davvero un soffio. Soffermandosi poi sulla classifica si vede come il quinto classificato sia atterrato a solo 17 centimetri dal primo.

Altra gara che ha regalato emozioni è stata il martello femminile. La distanza tra la bergamasca Arianna Nava e l’aretina Giulia Vitagliano è alla fine di soli 28cm, 39,30 contro 39,02 il verdetto finale. A spuntarla è stata Nava, con un terzo lancio frutto di una progressione costante, per recuperare la prima posizione, occupata da Vitagliano fin dalla prima prova.

Martina Buscarini (Sef Stamura Ancona), si è aggiudicata la prova dei 100m con il tempo di 12”33, mentre Jonatan Capuano (Studentesca Ca.Ri.Ri) ha vinto la prova maschile con 11”12. Il vento è stato poco presente in entrambe le prove, così come per tutta la giornata, non andando ad incidere sulle prestazioni degli atleti.

Ottavia Cestonaro, dell’Atletica Vicentina, ha saltato 12,33m per aggiudicarsi il triplo femminile.  Nell’alto ad imporsi è stata Desiree Rossit (atletica Udinese Malignani), che con 3 salti si è aggiudicata la vittoria, senza però riuscire poi ad andare oltre l’1,73 per via dei 3 nulli a 1,77. Per lei che di personale vanta 1,86 probabilmente una mancanza di stimoli dovuta alla mancanza di avversarie in pedana. Nel getto del peso femminile vittoria per l’aretina Hannah Efiong Edagha con 10,75m, lancio ottenuto al secondo tentativo.

Federico Polesana dell’atletica Ana Feltre si è portato a casa la vittoria nei 2000st con 6’10”88, staccando di 4” il rivale più prossimo.

A vincere le staffette 4×100 sono state la Camelot di Milano al femminile (49”35) e la Studentesca Ca.Ri.Ri (43”25). La marcia maschile è stata dominata da Luca Tarquini, così come la femminile da Marta Zebbeni (Atletica Villanuova 1970).

L’asta allievi è stata preda di Luigi Spiller delle Fiamme Gialle Simoni (4,20).

fonte foto: saronnopiu.com 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *